Calciomercato, Pau Lopez è l'obiettivo per la porta della Roma

Il portiere del Betis piace anche al Barcellona, ma in giallorosso avrebbe l'opportunità di essere titolare. Promosso da Fonseca, è in lizza per il dopo-Olsen insieme a Cragno e Gollini. Spunta anche l'alternativa Karius.

2 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Poter contare su un portiere valido e affidabile, capace di dare sicurezza all'intero reparto difensivo e di fare la differenza quando conta, è fondamentale nel calcio e a volte può cambiare le sorti di un'intera stagione. Per informazioni basta chiedere alla Roma, che nel calciomercato estivo 2018 ha ceduto Alisson al Liverpool e per rimpiazzarlo ha acquistato Robin Olsen.

Lo svedese ha nettamente deluso le attese ed è stato tra i protagonisti in negativo di una stagione che tutti vogliono dimenticare. Arrivata l'ufficialità relativa al nuovo tecnico, il portoghese Paulo Fonseca, la Roma si può adesso dedicare completamente al calciomercato alla ricerca delle pedine giuste per ripartire con rinnovate ambizioni nel prossimo campionato di Serie A. Serve almeno un rinforzo per reparto, serve soprattutto un nuovo portiere titolare.

L'ultimo nome che arriva dalla Spagna è quello di Pau Lopez, terzo portiere delle Furie Rosse alle spalle di De Gea e Kepa e valutato dal club che ne detiene il cartellino, il Betis, 35 milioni di euro. A tanto ammonta la clausola di rescissione, che ovviamente la Roma tenterà di limare: il portiere spagnolo infatti piace ai giallorossi anche perché sembrano diventate poco praticabili le piste che portavano a Alessio Cragno e Pierluigi Gollini

Pau Lopez in allenamento
Terzo portiere della Spagna, Pau Lopez ha esordito con le Furie Rosse a novembre giocando un quarto d'ora contro la Bosnia.

Calciomercato, la Roma sfoglia la margherita per la porta: Pau Lopez, Cragno e Gollini

Cagliari e Atalanta hanno infatti richiesto cifre molto elevate per rinunciare ai rispettivi portieri titolari, i cui nomi erano stati accostati alla Roma già prima dell'arrivo di Fonseca proprio in base allo scarso rendimento di Olsen nel corso di quella che dovrebbe essere la sua prima e ultima stagione in giallorosso nonostante le smentite del diretto interessato.

C'è anche un'altra alternativa e corrisponde al nome d Loris Karius. L'ex portiere del Liverpool, sostituito proprio da Alisson nei Reds, non è apparso sempre impeccabile neanche nel corso dell'ultima stagione disputata in prestito in Turchia ma ha talento e potrebbe essere acquistato a una cifra relativamente bassa, pronto per essere rilanciato nel calcio che conta. Il tedesco rimane comunque in seconda battuta rispetto agli obiettivi primari.

Pau Lopez piace anche al Barcellona, che avrebbe individuato in lui l'erede di Jasper Cillessen, prossimo alla partenza, come riserva di Ter Stegen. Il corteggiamento dei blaugrana non è da sottovalutare, ma a Roma il portiere spagnolo troverebbe un posto da titolare. Le prossime settimane ci diranno come andrà a finire questa trattativa.

Gli altri nomi nella lista di Fonseca

La campagna di rafforzamento della Roma non si limiterà come detto all'acquisto di un portiere affidabile: viste le probabili cessioni di Olsen, Manolas, Kolarov e Dzeko e il mancato rinnovo di De Rossi servono almeno un paio di difensori, un centrocampista e una punta. Per il reparto arretrato i giallorossi seguono il 23enne Denis Vavro del Copenhagen, che piace anche alla Sampdoria e che a molti ricorda Skriniar, ma non dispiacerebbe neanche il brasiliano Lucas Verissimo del Santos. Pare che Fonseca abbia indicato il nome di un altro brasiliano, il 29enne Ismaily, che conosce bene avendolo allenato con successo allo Shakhtar. La prima scelta, italianissima, sarebbe però Daniele Rugani: la Juventus però non sa se cederlo e di certo non si accontenterà di poco.

Anche a centrocampo la Roma punta in Serie A: Barella è il sogno segreto, ma sarà dura strapparlo alle big, mentre Mandragora a Udine ha dimostrato di meritare una nuova possibilità in una big ed è una pista che sarà seguita così come quella che porta a Jordan Veretout, che piace anche al Napoli ed è in uscita dalla Fiorentina. In seconda battuta due brasiliani, Thiago Mendes del Lille, 27 anni, e il 21enne Bruno Guimaraes dell'Atletico Paranaense. In attacco, infine, sfumato Belotti la scelta è ancora tra una pista esotica e una nostrana: in Argentina viene seguito Dario Benedetto, bomber del Boca che ha compiuto da poco 29 anni e non si è mai misurato al di fuori del Sudamerica, in Italia piace Pavoletti, tornato devastante in zona gol nell'ultima stagione al Cagliari.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.