Roma, ecco Fonseca: "Sono qui per costruire qualcosa di importante"

Il portoghese si è presentato sul sito ufficiale del club giallorosso: idee e motivazioni di uno dei volti nuovi della Serie A che chiama a raccolta i tifosi: "Amano questa maglia, uniti saremo tutti più forti."

1 condivisione 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Chiamato a riportare la Roma in alto dopo l'ultima deludente stagione, che contro ogni previsione ha allontanato i giallorossi dai vertici italiani e europei, il portoghese Paulo Fonseca è senza dubbio uno dei volti nuovi e più attesi della Serie A che verrà. 46 anni, gli ultimi 3 trascorsi in Ucraina allo Shakhtar Donetsk - contraddistinti da 7 titoli - il nuovo allenatore scelto dal presidente Pallotta si è presentato sul sito ufficiale del club.

Noto per avere tra i propri punti di riferimento Maurizio Sarri e Pep Guardiola e per essere un tecnico amante del calcio propositivo, Fonseca ha dimostrato di possedere lo stesso coraggio che spesso e volentieri richiede ai propri giocatori accettando di guidare un club, la Roma, che in questo momento vive una situazione non facile tra conti da quadrare, un nuovo stadio in forse e lo scollamento sempre più evidente tra la proprietà americana e parte della tifoseria.

Ed è a livello ambientale, oltre che tecnico, che Fonseca dovrà lavorare. Ne è ben consapevole e accetta la sfida, nonostante sappia che soltanto attraverso il gioco e i risultati potrà convincere gli scettici. Se la Serie A a livello tattico è un esame durissimo per qualsiasi allenatore, è vero comunque che il nuovo tecnico giallorosso non si tira indietro, convinto delle sue idee e di un futuro che assicura sarà importante.

Paulo Fonseca
Paulo Fonseca è nato in Mozambico quando era ancora colonia portoghese e ha allenato in Portogallo fino al 2016, anno in cui si è trasferito allo Shakhtar Donetsk. Dall'11 giugno 2019 è il nuovo allenatore della Roma.

Roma, Fonseca chiama a raccolta i tifosi: "Uniti siamo tutti più forti"

A proposito di questa nuova sfida sono contento ed emozionato ma anche fiducioso, non ho mai avuto dubbi sull'accettare la Roma. Si tratta di un grande club, con una grande tifoseria, voglio costruire qualcosa che possa portare fiducia a tutti, dirigenza e tifosi. Sono entusiasta, ho sempre voluto allenare in uno dei campionati top d'Europa e la Serie A è uno di questi, la mia ambizione era quella di allenare uno dei più importanti club europei e la Roma è uno di questi. Dopo tre anni di successi in Ucraina ho avuto quest'opportunità e ho pensato che fosse il momento di realizzare le mie ambizioni.

Il calcio italiano non lo spaventa. Sa perfettamente come il livello tattico in Serie A sia rimasto altissimo nonostante la crisi, ma è proprio per questo che non vede l'ora di mettersi alla prova dove l'incidenza dell'allenatore ha ancora una grande importanza nel decidere le gare.

La Serie A mi entusiasma per questo, si basa sulla tattica ed è difficile, ogni gara rappresenta una sfida per chi allena. Non solo ho intenzione di creare qualcosa di importante con la mia squadra, ma anche qualcosa che sorprenda gli avversari, è questo il mio obiettivo. So che in Italia molte squadre hanno una valida fase difensiva, sarà sicuramente dura, ma io adoro le grandi sfide come questa.

Fonseca si presenta, raccontando chi è e soprattutto qual è la sua idea di calcio.

Sono pieno di passione, amo il mio lavoro e cerco di trasmettere questo entusiasmo a chi lavora con me, voglio che chi mi circonda condivida il mio amore per il calcio. Ovviamente l'obiettivo è vincere, ma vorrei farlo esprimendo un gioco di qualità e costruendo una squadra forte, soprattutto coraggiosa, che renda orgogliosi i tifosi. Non mi basta vincere, amo vedere le mie idee applicate sul campo ed entusiasmare il pubblico. Moduli? Mi piace il 4-2-3-1, ma non è il sistema la cosa più importante, contano le dinamiche, i principi fondamentali di un certo tipo di gioco.

Paulo Fonseca sotto la neve
Nelle ultime tre stagioni trascorse allo Shakhtar Donetsk Fonseca ha conquistato 3 campionati, 3 coppe d'Ucraina e una Supercoppa nazionale.

Sul mercato non servirà una rivoluzione. Fonseca ha molta fiducia nella rosa ereditata da Di Francesco e Ranieri.

La squadra ha tanta qualità, credo che molti calciatori qui abbiano quello che serve per giocare il calcio offensivo e coraggioso che voglio mettere in pratica, un gioco che ci permetta di dominare gli avversari. Sono sicuro della qualità dei calciatori, prometto che costruiremo una squadra competitiva e coraggiosa, che come ho già detto renda orgogliosi i tifois. Accadrà, ne sono certo.

Fonseca non avrà molto tempo a disposizione: l'ultima stagione ha lasciato in eredità i preliminari di Europa League, che anticiperanno l'inizio di stagione e ridurranno il tempo da dedicare alla preparazione.

Ammetto che sarà difficile, potremmo avere solo qualche settimana per preparare la prima partita ufficiale, credo che i giocatori dovranno adattarsi molto in fretta alle mie idee. Certo avrei preferito avere più tempo, ma non possiamo farci niente se non lavorare per preparare al meglio il primo impegno.

Consapevole della frattura tra una parte della tifoseria e la dirigenza, Fonseca invita tutti a unirsi intorno alla Roma, l'unica cosa importante.

Ai tifosi vorrei dire solo questo: insieme possiamo costruire una squadra forte, ovviamente abbiamo bisogno del loro aiuto. So che amano questi colori e sono sicuro che insieme saremo tutti più forti, saranno orgogliosi di noi, combatteremo per loro e per creare qualcosa di speciale. Ho ripetuto molto spesso la parola "coraggio", so che l'aiuto del pubblico è fondamentale, perché i tifosi possono trasmettercelo. Credo che quando scenderemo in campo saranno loro i primi a incoraggiarci e motivarsi, poi starà a noi ricambiarli facendo altrettanto per loro.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.