Ciclismo, Froome cosciente: possibili altri interventi, carriera a rischio?

Il campione britannico è stato sottoposto a un primo intervento nella notte, durato 8 ore, per la riduzione delle frattur. Possibili altre operazioni. E il recupero si allunga.

5 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Chris Froome sta meglio. In questo momento è la notizia più importante. Dopo la caduta di ieri e un intervento chirurgico durato 8 ore, nel primo pomeriggio il keniota naturalizzato britannico ha riaperto gli occhi. Ricorda l’incidente, ha salutato la squadra, ma rimarrà ancora in terapia intensiva per un paio di giorni.

All’inizio la caduta durante la ricognizione della cronometro del Delfinato era stata considerata di poco conto nonostante la gravità dell’accaduto. E infatti, oltre alla frattura del femore, del gomito e delle costole, si aggiunge anche una lesione dell’anca e altre lesioni interne. Quest’ultime preoccupano di più: potrebbero servire altri interventi.

La carriera di Froome rischia di finire qui. Stagione sicuramente finita, i tempi di recupero dovrebbero essere di circa 6 mesi. Iniziare ad allenarsi da zero a dicembre è praticamente impossibile, dunque anche la prossima annata sembra compromessa. Il ritorno resta in dubbio.

Ciclismo, Froome in ospedale a Saint-Etienne
Ciclismo, Froome in ospedale: per lui operazione di 8 ore

Ciclismo, il risveglio di Froome: ma la situazione rimane grave

Una folata di vento, una disattenzione, l’impatto. In un attimo Chris Froome ha visto frantumarsi tutti i sogni di vittoria in vista del prossimo Tour de France. Lato sportivo a parte, quello che conta è la sua salute. Operato d’urgenza all’ospedale di Saint-Etienne nella serata di ieri, ha ripreso conoscenza nel primo pomeriggio di oggi. Otto ore di intervento. Al risveglio è apparso lucido, ricordava quanto accaduto. Il bollettino medico fa spavento: rottura del femore, del gomito, di alcune costole e frattura dell’anca e lesioni interne. Rimarrà in terapia intensiva per altre 48-72 ore. Il medico Rémi Philippot, al quotidiano Le Progres, ha fatto il punto della situazione:

Froome è politraumatizzato, possibile che siano necessari altri interventi. Non ci sono comunque traumi celebrali.

Ciclismo, Froome prima della caduta al Delfinato
Ciclismo, Froome prima della caduta al Giro del Delfinato

Il futuro

Ora per il 34enne vincitore di quattro Tour de France arriva il momento più duro. Deve guarire del tutto e stare lontano dalla bicicletta. I tempi di recupero, inizialmente stimati intorno ai 3-4 mesi, si allungano: ne serviranno almeno 6. Pure la prossima stagione sembra a rischio. Il team principal della Ineos Dave Brailsford ha commentato:

È una situazione in evoluzione. È preoccupante, non c'è dubbio. Non è in gran forma. Ci sono incidenti e incidenti gravi e questo è stato un brutto incidente. Tornerà a correre? Direi di sì, ma quando dipende da come andranno i prossimi giorni

La famiglia di Froome, la squadra, sono tutti vicini al corridore. Certo è che Chris, tra i più grandi ciclisti di tutti i tempi, si ritroverà a lottare per vittorie importanti a 35 anni. Un’età in cui mai nessuno ha più vinto né Giro d’Italia né Tour de France. Eppure c’è ancora la speranza. Alejandro Valverde, al Tour de France del 2017, ha subìto una doppia frattura alla gamba. Ha recuperato in poco tempo ed è diventato Campione del Mondo 2018 a 38 anni. Nulla è impossibile per questi corridori.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.