Amburgo, lo storico orologio sarà rimosso dallo stadio

Il club tedesco ha deciso di rimuovere il timer digitale che da 55 anni certificava la presenza (interrotta lo scorso anno) in Bundesliga.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Una decisione storica. L'Amburgo ha deciso di rimuovere dal Volksparkstadion lo storico orologio che da 55 anni certificava la presenza in Bundesliga, interrotta lo scorso 12 maggio 2018 con la prima retrocessione in Zweite Liga (la nostra Serie B). 

La decisione - ha dichiarato l'amministratore delegato del club Bernd Hoffmann alla Bild - era già arrivata al termine della scorsa stagione, il club vuole aprirsi al futuro. E la presenza di una testimonianza così ingombrante del nostro passato non sarebbe d’aiuto per noi e per i tifosi

Una scelta, questa, che arriva al termine di un'altra stagione deludente in cui l'Amburgo è sempre stato in zona promozione, prima di crollare nel finale e chiudere al quarto posto (a -1 dall’Union Berlino terzo) fallendo clamorosamente anche l'accesso allo spareggio.

L'Amburgo darà ora un nuovo assalto alla Bundesliga, nella speranza che Dieter Hecking - tecnico che ha rimpiazzato Wolf -  non fallisca. La squadra giocherà per la prima volta senza quell'ingombrante timer che verrà rimosso dopo il concerto della popstar statunitense Pink, in programma per l'8 luglio. Poi inizierà una nuova era. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.