Real Madrid, Jovic si presenta: "Vorrei vincere la Champions League"

Bernabeu gremito per la presentazione del bomber serbo arrivato dall'Eintracht Francoforte. Florentino: "È l'inizio di un nuovo progetto, la nostra ossessione è vincere".

1 condivisione 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Il new deal del Real Madrid è ufficialmente cominciato. Oggi nella cornice di un Santiago Bernabeu gremito da migliaia di tifosi incuriositi e festanti c'è stato il primo atto della nuova era, nel quadro della ricostruzione, anzi della rifondazione vera e propria più volte promessa nei mesi scorsi dal presidente del club Florentino Perez.

E il primo atto è stato la presentazione - quasi un'ostensione urbi et orbi come d'uso sempre più frequente negli ultimi anni - di Luka Jovic, il giovane bomber serbo classe 1997 che è arrivato per 60 milioni di euro dal Benfica, club che ne deteneva il cartellino, via Eintracht Francoforte, dove ha militato nelle ultime due stagioni.

Cresciuto nella Stella Rossa Belgrado, dove a nemmeno 18 anni aveva già segnato una quindicina di reti in meno di cinquanta partite, il ragazzo è approdato ai lusitani passando dai ciprioti dell'Apollon Limassol. Difficile per un giovane attaccante, per quanto dotato, trovare spazio al Benfica, così ecco che due stagioni fa accetta di andare in prestito all'Eintracht Francoforte.

Real Madrid: Luka Jovic

Real Madrid, Jovic: "Vorrei vincere la Champions League"

Prima stagione di assestamento - pur sempre da 9 gol e 2 assist in 27 match complessivi - con esplosione nel secondo anno, l'ultimo: 27 le reti realizzate, ma ci sono soprattutto i 7 assist a dimostrare che Luka è giocatore maturo, in grado di muoversi anche per la squadra. E proprio la squadra se ne giova assai, visto che anche grazie alle sue 10 marcature arriva alle semifinali di Europa League dove si permette di dare molto più filo da torcere al Chelsea di quanto non gliene abbia dato l'Arsenal nella successiva finale di Baku. Doti e risultati che hanno permesso, oggi, a Jovic di approdare al Real Madrid:

Sono felicissimo di essere qui, nel club più importante del mondo. Speranze? Mi piacerebbe vincere la Champions League. Da bambino dormivo con la maglia del Real e poi il mio idolo è Ronaldo.

Real Madrid Jovic
Jovic insieme al presidente del Real Madrid Florentino Perez

Dice proprio così e il dubbio rimane se parli del Fenomeno o di CR7, ma poco interessa, ora c'è da pensare al futuro, un futuro che a lui non importa se sarà da prima punta o da seconda: deciderà Zidane, lui assicura che cercherà di segnare più gol possibili e soprattutto di crescere e migliorare ancora. Un accenno, infine, ai compagni:

Benzema è uno dei migliori attaccanti del mondo, spero di imparare molto da lui. Credo che siamo compatibili, ma sarà Zidane a decidere. Hazard? È un giocatore straordinario, sarà un piacere dividere lo spogliatoio con lui.

Florentino Perez: "Inizia un nuovo progetto"

Al suo fianco Florentino Perez gongola come ai tempi belli, quelli che proprio il presidentissimo non vede l'ora che tornino e per questo sta lavorando:

Vogliamo condividere con tutti i tifosi l'inizio di un nuovo progetto dopo una stagione difficile. Ma non dimentichiamo che avevamo appena vinto 4 Champions League in 5 anni. Ora siamo pronti a reagire con forza e determinazione perché storicamente la nostra ossessione è una: vincere.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.