Mondiali Under 20, si impenna il valore degli azzurrini

Da Pinamonti a Plizzari, passando per Ranieri, Frattesi, Scamacca, Del Prato e Pellegrini. La cavalcata dell'Under 20 di Nicolato avrà ripercussioni sulle carriere dei protagonisti e anche in termini di calciomercato.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Forse è esagerato dire che nel calcio vincere è davvero l'unica cosa che conta, certo è che i risultati sono da sempre il valore fondamentale per determinare il successo di una squadra e la carriera dei suoi protagonisti. L'ennesima conferma arriva dall'Italia che nei Mondiali Under 20, di scena in Polonia e incastrati tra le qualificazioni a EURO 2020 e gli Europei Under 21, si è presa la scena a suon di vittorie e grandi prestazioni individuali, che la Gazzetta dello Sport in edicola oggi sottolinea avranno effetti importanti su diversi giovani talenti.

Superato il girone eliminatorio, gli azzurrini guidati dal ct Paolo Nicolato hanno eliminato agli ottavi i padroni di casa della Polonia, quindi il Mali ai quarti e si preparano a sfidare l'Ucraina - martedì alle 17,30 - per guadagnarsi l'accesso alla finale dove si troverebbero di fronte la vincente tra la Corea del Sud e l'Ecuador già regolato ai gironi grazie a uno splendido gol di Andrea Pinamonti.

Proprio Pinamonti, 5 gol nell'ultima Serie A trascorsa in prestito al Frosinone e 4 finora ai Mondiali Under 20, è l'uomo-copertina di una squadra capace di portare davanti alla tv oltre un milione di telespettatori: appartiene all'Inter e si è trasformato per il club nerazzurro da semplice plusvalenza a uomo mercato. Andrà nuovamente via in prestito? O sarà ceduto con una clausola che garantisca alla Beneamata la possibilità di riacquistarlo in futuro? Il timore di un nuovo caso Zaniolo . ceduto con molti rimpianti alla Roma - è forte, ancora di più dopo i numeri messi in mostra dall'attaccante in Polonia.

Alessandro Plizzari
Ai Mondiali Under 20 è emersa la stella di Alessandro Plizzari, talentuoso giovane portiere di proprietà del Milan.

Mondiali Under 20, l'Italia si gode i suoi gioielli

Se l'Inter si gode Pinamonti, altrettanto accade a Milano in casa Milan: i rossoneri gongolano partita dopo partita vedendo i progressi di Alessandro Plizzari, 19enne che ha trascorso l'ultima stagione in tribuna, chiuso in prima squadra da Donnarumma e Reina, salvo rientrare nel finale in Primavera senza riuscire a contribuire alla salvezza. In Polonia il portiere, il cui contratto è stato rinnovato un mese fa fino al 2023, si è distinto per aver sventato due rigori - contro Ecuador e Mali - ma anche e soprattutto per una serie di interventi spettacolari e per l'autorità dimostrata nel guidare la difesa. 

Il Milan punterà forte su Plizzari o lo cederà? I rossoneri si trovano ad avere a che fare con lo stesso dubbio che ha l'Inter con Pinamonti e la Roma con Davide Frattesi, che ha appena concluso l'ultima stagione in prestito in Serie B all'Ascoli. Nonostante lo abbiano ceduto al Sassuolo i giallorossi hanno dalla loro una clausola di riacquisto che quest'estate costerebbe 12 milioni di euro e la prossima, magari con una stagione di Serie A alle spalle, 18. Nella Capitale stanno facendo le proprie valutazioni, su Frattesi ma anche su Luca Pellegrini, terzino che si è messo in mostra al Cagliari in prestito e che in Polonia ha continuato a brillare. Sarà lui il dopo Kolarov?

I Mondiali Under 20 sono serviti anche a Gianluca Scamacca, talento che nella Roma è cresciuto prima di partire ancora giovanissimo per l'Olanda: acquistato successivamente dal Sassuolo, non è ancora riuscito a emergere e ha trascorso l'ultima stagione tra un'esperienza negativa in prestito al PEC Zwolle e 6 mesi senza un solo minuto di gioco in nero-verde, puntualmente ignorato da mister De Zerbi. La cavalcata con gli azzurrini in Polonia gli ha sicuramente fatto bene e potrà rilanciarne le quotazioni al Mapei Stadium o altrove.

La Gazzetta dello Sport fa infine altri due nomi, quelli dei difensori Enrico Del Prato e Luca Ranieri: il primo si è ritrovato titolare a causa dell'assenza di Bettella, impegnato a giocare i play-off di Serie B, e non è più uscito, il secondo a Foggia si è trasformato da terzino a centrale mostrando qualità poi confermate in Polonia. Appartengono rispettivamente a Atalanta e Fiorentina, che potrebbero decidere di piazzarli in prestito ma anche puntarci seriamente inserendoli in rosa dalla prossima stagione. Non è un'ipotesi pellegrina: i giovani in Italia spesso hanno poche opportunità per emergere, ma se c'è qualcosa che i Mondiali Under 20 stanno insegnando - così come la "giovane Nazionale" di Roberto Mancini - è che a volte basta una chance vera, al resto ci pensa il talento.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.