Basket: Milano cambia, via Pianigiani. Tutti i nomi per la panchina

Milano prova a ripartire dopo un'annata fallimentare. Salutato Proli, è vicina la separazione da Pianigiani. Ecco i primi e papabili nuovi volti per la panchina dell'Olimpia.

Simone Pianigiani, alla guida di Milano dal 2017 Getty Images

10 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Dopo una stagione fallimentare, l'Olimpia Milano è pronta a dar vita ad una nuova rivoluzione. Perchè, anche e soprattutto in questa stagione, in successione sono arrivate cocenti delusioni: eliminazione nei quarti di finale di Coppa Italia, fuori dalla corsa scudetto per mano della lanciatissima Dinamo Sassari, mentre in Eurolega i playoff non sono stati nemmeno raggiunti. 

Una disfatta da circa 25 milioni di euro, il budget speso per dominare in Italia e fare il definitivo salto di qualità in Europa. Una maledizione, quella degli anni dispari, che ha già coinvolto Scariolo, Repesa e Banchi. Dunque si ricomincia da capo. Si cambia. Il primo addio riguarda Livio Proli, che nella sua era ha portato in dote otto trofei e bilanci solidi. Per sostituirlo si parla di Claudio Coldebella (ex Varese, ora legato da un contratto 1+1 con l'Unics Kazan) e soprattutto di Maurizio Gherardini, attuale General Manager del Fenerbahce.

Il presidente uscente ha riconfermato Simone Pianigiani, che ha incassato la fiducia della dirigenza nonostante una stagione senza titoli. Ma il coach milanese non è poi sicuro di restare sulla panchina dell'Olimpia. Le sue origini e trascorsi senesi hanno sempre fatto storcere il naso al pubblico del Forum. E se finchè si vinceva erano sopportati, alla prima difficoltà sono tornati subito ragione di aspre critiche, anche giustificate: continui alibi tra infortuni e arbitraggi, poco lavoro di squadra, attacco a fasi alterne e scarsa attitudine difensiva. Per questo Pianigiani adesso è sulla graticola.

I nomi per il dopo Pianigiani

Ettore MessinaGetty Images
Ettore Messina, vice allenatore dei San Antonio Spurs

L'ampia rosa di candidati per prendere il posto sulla panchina delle "scarpette rosse" si è già ristretta. Milano ha provato un sondaggio esplorativo con Rick Pitino, e Dimitris Itoudis. Chance ridottissime, visto che Pitino ha di fatto svoltato in positivo la stagione del Panathinaikos, portandolo ai playoff di Eurolega e alla finale del campionato ellenico. Impossibile arrivare all'allenatore greco, fresco vincitore dell'Eurolega con il CSKA, che ha appena prolungato il suo contratto con i russi fino al 2021. Il mercato straniero prosegue. Due proposte, da valutare per esborso economico e progetto tecnico, sono arrivate sul tavolo della proprietà: Pablo Laso e David Blatt. Il primo guida attualmente il Real Madrid, mentre l'allenatore israeliano potrebbe lasciare l'Olympiakos, viste le gravi difficoltà economiche del club del Pireo, nonostante un contratto valido anche per la prossima annata.

La cerchia dunque si riduce ulteriormente: in cima alla lista dei desideri ecco Xavi Pascual e un grande sogno, Ettore Messina. Il coach spagnolo, con alle spalle due esperienze di grande valore come Barcellona (dal 2008 al 2016) e Panathinaikos, è attualmente libero, ed attende proposte che possano convincerlo a tornare sulla panchina. Un profilo europeo di primissimo piano ed un bel rapporto stretto con Mike James ai tempi dell'esperienza greca potrebbero far pendere dalla sua parte. Ma il nome più forte, oltre che quello che alimenta le suggestioni dei tifosi, è Ettore Messina. L'ex coach della Nazionale è voglioso di tornare ad allenare in qualità di head coach, dopo i numerosi ammiccamenti con diverse panchine NBA mai andati a buon fine. Oltreoceano non hanno mai creduto davvero in lui, e proprio per questo gradirebbe volentieri un ritorno in Italia, ancor più probabile se Gherardini dovesse accomodarsi dietro la scrivania al posto di Proli.

Tanti i nomi, tante le idee. La vittoria vista quasi come un'ossessione, e non come motivazione. Dopo una stagione fallimentare, l'Olimpia Milano è pronta a dar vita ad una nuova rivoluzione.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.