Mugello, Valentino: "Sono lento". L'allievo Bagnaia: "È stato facile"

Nella prima giornata di libere al Mugello l'allievo Bagnaia supera il maestro Valentino. Il campione di Tavullia solo 18°: "Mi aspettavo di andare meglio, sono abbastanza lento".

1 condivisione 0 commenti

di - | aggiornato

Share

La grande e sgradita sorpresa della prima giornata di prove libere al Mugello è il 18° tempo di Valentino Rossi. Il beniamino dell'autodromo toscano non è mai riuscito ad instaurare un buon feeling con la Yamaha M1. Sin dal mattino ha provato diverse configurazioni e il valzer di gomme, testando le tre mescole messe a disposizione da Michelin: ha iniziato con la doppia media, poi la soft nelle FP1. Al pomeriggio ha provato la doppia hard prima di passare alla soft per il time attack, ma senza trovare la giusta soluzione.

Desideroso di una buona prestazione davanti ai suoi tifosi di casa, il Dottore ha faticato a trovare un buon passo. Al mattino ha chiuso al 12° posto con il suo miglior tempo di 1'48.356, a sette decimi dal best lap. Nel pomeriggio è riuscito a migliorarsi scendendo a 1'47"726, ma il gap dalla vetta è aumentato a circa un secondo. Nel box VR46 il pilota di Tavullia e i suoi ingegneri sono attesi da una lunga serata di lavoro per tentare il tutto per tutto, provare ad entrare nella Q2 senza dover passare per la roulette della Q1, evitando il rischio che la gara più attesa dell'anno si trasformi nella peggior prestazione stagionale.

A gioire è invece il suo allievo dell'Academy Pecco Bagnaia che, nelle fasi finali della seconda sessione di libere, un ottimo 1'46"7 che è quasi una garanzia in ottica qualifiche. Il campione del mondo di Moto2 ha trovato le dovute soluzioni per migliorare il feeling con l'anteriore della sua Desmosedici GP18 ed ha trovato la strada in discesa acclamato dai tanti tifosi che sin dal venerdì hanno assiepato le tribune e le aree verdi circostanti il Mugello. L'allievo che supera il maestro, almeno nella prima giornata di questo entusiasmante venerdì italiano.

Valentino Rossi pilota Yamaha MotoGP
Valentino Rossi al Mugello

Valentino Rossi: "Mi aspettavo di andare meglio"

Le sensazioni del venerdì non sono ottimiste per Valentino Rossi. Non è solo il lungo rettilineo il punto debole della M1, ma un po' l'intero pacchetto, a causa di una nuova base di partenza con cui Yamaha ha dovuto affrontare questa pista molto sui generis.

Sinceramente mi aspettavo di andare meglio, è stata una giornata difficile e sono stato abbastanza lento. Nel pomeriggio abbiamo provato a cambiare un po' di cose, ho provato le dure ma sono troppo dure, magari con le medie riusciamo ad andare più forte. Ci manca il passo, non sono veloce. Dobbiamo migliorare in altre aree oltre alla velocità massima, perché le altre Yamaha sono abbastanza veloci.

A far riflettere è il secondo miglior tempo di giornata firmato da Fabio Quartararo, piazzatosi a soli 46 millesimi dal miglior tempo di Pecco Bagnaia. Non basterà studiare e confrontare i suoi dati per trovare una soluzione ai problemi, considerando anche il differente stile di guida di Valentino Rossi e una M1 non proprio simile a quella del rookie francese. Per il sabato servirà trovare un coraggioso cambio di direzione per provare a partire entro le prime due fila in griglia.

Dobbiamo pensare a diverse cose stasera e fare tutto il possibile per essere più forti sabato. Il secondo posto di Quartararo e il quinto di Maverick mostrano che Yamaha può far bene qui. Maverick ha trovato una buona soluzione nelle FP2, che mi fa sentire sicuro. Ma sono troppo lento in curva finora. Ecco perché abbiamo sofferto molto oggi. Dobbiamo cambiare molto per sabato.

Giornata da incorniciare, invece, per Francesco Bagnaia che nella gara di casa piazza il best lap del venerdì con la Ducati dell'anno scorso. Un buon risultato che lascia prevedere un quasi certo accesso alla Q2 sebbene le temperature più fresche di sabato mattina potrebbero far calare sensibilmente i tempi sul giro.

La cosa bella è che non ho dovuto spingere troppo per impostare questo tempo. Rispetto agli altri weekend di gara è stato molto più facile. Penso che le basi siano già state gettate con il buon lavoro a Le Mans. Ora il mio feeling con l'anteriore è giusto e questo rende il lavoro molto più semplice. Dobbiamo continuare a lavorare nella stessa direzione per ottenere un buon feeling domani e penso che siamo molto vicini a trovare una buona base per essere coerente in ogni sessione.

Pecco Bagnaia pilota Pramac Ducati
Pecco Bagnaia al Mugello

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.