Bayern Monaco, grana Boateng: "Non me ne vado". Ma il club lo scarica

La società vorrebbe venderlo per fare cassa, il giocatore però vuole restare e riprendersi la maglia da titolare. "Ma in questa stagione mi hanno mancato di rispetto".

1 condivisione 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Improvvisamente è un problema. Improvvisamente è indesiderato. Per Jerome Boateng non c'è più spazio al Bayern Monaco. In questa stagione, fra i difensori centrali, è quello che ha giocato meno. 28 presenze stagionali lui, 33 Mats Hummels, 41 Niklas Sule. Non solo, perché Boateng le gare più importanti dell'anno le ha saltate. In panchina nello scontro diretto con il Borussia Dortmund, in panchina con il Liverpool negli ottavi di Champions League (sia all'andata che al ritorno), in panchina nella finale di Coppa di Germania e nelle ultime di Bundesliga che assegnavano il titolo. Il piano del club era evidente: venderlo nella prossima finestra di calciomercato.

Nei giorni scorsi il presidente Uli Hoeness è stato anche piuttosto chiaro in tal senso, consigliando a Boateng di trovare nuovi stimoli in un'altra squadra. A Monaco, insomma, non pianificano più con lui, sono pronti a cederlo. Un anno fa i bavaresi avevano accettato l'offerta del Manchester United, che aveva messo sul piatto 60 milioni di euro. Il difensore tedesco preferiva però il PSG, che però non trovò l'accordo con il Bayern.

Passato un anno il club tedesco è disposto a metterlo sul mercato anche per 40-45 milioni. Non sarà però comunque semplice piazzarlo. Un po' perché nelle ultime stagioni (non solo in quella appena terminata) Boateng sembra essere in evidente calo, un po' perché non è affatto scontato che il giocatore voglia lasciare la Baviera.

Jerome Boateng potrebbe lasciare il Bayern Monaco nella prossima finestra di calciomercato
Jerome Boateng potrebbe lasciare il Bayern Monaco nella prossima finestra di calciomercato

Calciomercato Bayern Monaco, Boateng ora diventa un problema

Due anni fa Boateng chiese la cessione perché non si trovava bene con Ancelotti, l'anno scorso non si è trovata l'intesa con i vari club interessati, ora però vuole restare. Vuole riscattarsi. Non vuole chiudere la sua avventura in Baviera con una stagione negativa. A confermarlo è lo stesso Jerome in un'intervista rilasciata a Kicker:

So che ho un anno negativo alle spalle. La scorsa estate però nella mia testa ero già venduto al PSG. Sapevo che mi volevano e che avrebbero pagato una cifra giusta al Bayern. Se sei convinto di andare e all'improvviso resti non è facile essere motivati nel modo giusto. Nel girone d'andata ho fatto male, ma in quello di ritorno non credo di esser stato trattato bene. Potevo anche fare delle grandi partite, ma nelle gare importanti ero fuori a prescindere. E questo non lo capisco. Mi vedo ancora benissimo con il Bayern, non scapperò di certo da qui. Nella prossima stagione tornerò quello di sempre.

Vota anche tu!

Boateng sarebbe un acquisto giusto per la Juventus?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Per questo il Bayern ora si sta impegnando a trovare una soluzione nella prossima finestra di calciomercato che possa intrigare Boateng. Il PSG, su indicazione di Tuchel, potrebbe essere ancora interessato, il Manchester United, no (il tedesco era richiesto da Mourinho). La Juventus deve rinnovare la difesa ma sta cercando profili più giovani. E improvvisamente Boateng per il Bayern è diventato un problema.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.