Barcellona, Griezmann furioso: parti più lontane per il veto dei big

Il francese è ai ferri corti con i blaugrana per il troppo potere decisionale dato ai leader storici, che avrebbero chiesto di non ingaggiarlo.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

In casa Barcellona gli ultimi tempi sono stati abbastanza turbolenti. Nonostante la vittoria in Liga e la promessa di condurre una grande sessione di mercato, negli ambienti blaugrana la stagione non viene valutata pienamente positiva, viste le contestuali cadute fragorose di Anfield - nella semifinale di ritorno in Champions League - e quella di Siviglia, durante la quale Messi e compagni si sono visti sfilare la Copa del Rey dal Valencia. Proprio quest'ultima sconfitta aveva portato la dirigenza, in un primo momento, a esonerare Ernesto Valverde: il tecnico, al timone della squadra da due anni, non è mai particolarmente entrato in empatia con l'ambiente, poco abituato a proposte di gioco basate più sull'organizzazione che sull'estetismo spinto.

A poche ore da quello che sembrava un esonero annunciato, la società ha però fatto una clamorosa marcia indietro, mettendo in stand-by la seria candidatura dell'attuale ct del Belgio Martinez per valutare la riconferma dell'ex allenatore dell'Athletic, poi arrivata per bocca del presidente Bartomeu. Il numero uno del club non se la sta passando troppo bene e anzi, proprio in virtù delle ultime vicissitudini, il suo status di uomo solo al comando rischia di creargli non pochi problemi. Per rianimare un contesto alla caccia di colpevoli per i pochi trofei stagionali, Bartomeu aveva pensato di chiudere due colpi di mercato in rapida successione.

Due nomi grossi, di quelli che fanno volare di fantasia e, soprattutto, capaci di dare via a quel processo di rinnovamento che, giocoforza, in estate coinvolgerà tutti i reparti in rosa. Gli obiettivi principali del Barcellona sono sempre stati essenzialmente tre: il primo è già stato ufficializzato a gennaio, quando - grazie allo sprint improvviso sulla concorrenza - i blaugrana si sono assicurati Frenkie de Jong, talentuoso centrocampista olandese dell'Ajax pagato 75 milioni di euro. Gli due invece rispondono agli identikit di Matthjis de Ligt e Antoine Griezmann, affari che dalle parti del Camp Nou davano tutti per fatti prima di alcune clamorose retromarce.

Griezmann in Atletico - Barcellona
Potrebbe non esserci il Barcellona nel futuro di Antoine Griezmann: il campione francese, che ha già detto addio all'Atletico, sarebbe inviso a grossa parte dello spogliatoio blaugrana

Griezmann, Barcellona più lontano: lo spogliatoio non lo vuole

Molto particolare è la telenovela che vede protagonista l'attaccante francese. Le voci sul suo futuro sono decisamente contrastanti: da una parte ci sono alcuni media che parlano addirittura di un presunto colloquio avvenuto tra il giocatore e Simeone durante un tavolo a tre al quale si sarebbe seduto anche Gil Marin, presidente dell'Atletico Madrid.  Durante questo summit l'ex Real Sociedad, in lacrime, avrebbe detto che la sua decisione di andare al Barcellona era irrevocabile, visto che addirittura Leo Messi si sarebbe mosso in prima persona per convincerlo a lasciare i Colchoneros.

Dall'altra parte però c'è chi mormora di uno spogliatoio unito e compatto sulla convinzione opposta, ovvero un no secco al possibile arrivo in blaugrana di Grizou, mal visto dal giorno in cui pubblicò il famoso video de "La Decision", in cui assicurava che non avrebbe mai lasciato l'Atletico. A un anno di distanza però le cose sarebbero profondamente cambiate, tanto che lo stesso calciatore avrebbe perso completamente le staffe con il Barcellona proprio a causa dell'ingerenza e del veto posto dei leader della squadra.

Nel frattempo la situazione contrattuale rimane la stessa: il giocatore ha una clausola rescissoria da 200 milioni di euro (frutto dell'ultimo rinnovo, risalente a un anno fa) valevole fino al 30 giugno. Poi, dal giorno successivo, tale opzione scenderà a 120, una cifra che sul mercato in molti potrebbero a quel punto permettersi. Su Griezmann rimane molto forte l'interesse del Manchester United, desideroso da tempo di portarlo nel nord dell'Inghilterra per affidargli le chiavi del proprio reparto offensivo. Lui, invece, aspetta ancora il Barcellona, un'occasione che - a questo punto - potrebbe non arrivare mai.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.