Tutti i gol di Messi stagione per stagione dal 2004 a oggi

Andiamo a scoprire tutte le reti messe a segno dal cinque volte Pallone d'Oro, analizzando ogni singola stagione dal 2004 fino a oggi tra Barcellona e Argentina.

1 condivisione 0 commenti

di - | aggiornato

Share

A seconda della generazione in cui si è cresciuti, ognuno ha il proprio idolo calcistico. C'è chi andava a vedere Maradona nei lucenti anni di Napoli e tornava a casa con qualcosa in più negli occhi e nell'anima. Oppure chi ha ammirato Roberto Baggio disegnare calcio tra gli anni '80 e '90, o ancora chi è rimasto orfano della classe senza fine di Paolo Maldini a guidare la difesa del Milan per ben 25 anni.

Chi è figlio di questa generazione, magari con la fortuna di nascere a Barcellona e di diventare inevitabilmente tifoso blaugrana, potrà invece vantarsi di aver visto un giocatore capace, a 32 anni, di sfondare il muro dei 600 gol con una sola maglia. Condendo il tutto con cinque Palloni d'Oro, sei Scarpe d'Oro, quattro Champions League, dieci titoli in Liga, sei Coppe del Re e una quantità di record raggiunti da fare spavento. 

Per chi fosse distratto oppure si sia preso una pausa dal calcio negli ultimi 15 anni, avvisiamo che stiamo parlando di Lionel Andrés Messi. Per fare un po' di ordine all'interno di una carriera che sta prendendo la piega di un Superhero movie, abbiamo deciso di suddividere ogni stagione giocata dal numero 10 argentino contandone i gol segnati, sia con il club catalano che con la Nazionale Argentina. Un solo consiglio, prima di iniziare: se avete una calcolatrice nei paraggi, usatela.

Il grafico con i gol di Messi in carriera
Nella stagione 2011/2012 furono addirittura 82 i gol segnati in stagione

I gol segnati da Messi stagione per stagione: 2004/2005, 1 gol

La stagione del debutto ufficiale con la maglia del Barcellona, avvenuto il 16 ottobre 2004 alla settima giornata di Liga nel derby vinto contro l'Espanyol. Messi ha compiuto 17 anni da pochi mesi, i capelli in disordine e lo sguardo fisso sul campo. Per festeggiare il gol numero 1 bisogna attendere il primo giorno di maggio del 2005, quando entra al 90' e dopo pochi secondi firma il 2-0 all'Albacete

  • Liga: 1 gol
  • Champions League: /
  • Coppa del Re: /
  • Argentina: /

Stagione 2005/2006: 10 gol

Tre mesi e mezzo dopo la prima gioia tra i professionisti, ormai maggiorenne, arriva anche la chiamata della Nazionale maggiore Argentina. Con l'under 20 il suo compito l'ha già portato a termine: Mondiale vinto in Olanda, titolo di capocannoniere con 6 gol e miglior giocatore del torneo. Il primo gol con l'Albiceleste dei grandi arriva in un'amichevole contro la Croazia, mentre poche settimane dopo firma il suo primo gol in un Mondiale (sì, quello vinto dall'Italia).

Per quanto riguarda invece la stagione con il Barça, un infortunio alla coscia lo costringe a saltare tutta la fase calda dell'anno, non contribuendo in prima persona alla vittoria della sua prima Champions League in carriera, decisa da un insospettabile Belletti nel diluvio di Parigi contro l'Arsenal. E nonostante tutto i gol complessivi della Pulce sono dieci, segnale che Frank Rijkaard inizi davvero a credere in lui.

  • Liga: 6 gol
  • Champions League: 1 gol
  • Coppa del Re: 1 gol
  • Argentina: 2 gol
Messi esulta con Ronaldinho ed Eto'o per il suo primo gol in Champions League
Il tridente delle meraviglie ai suoi primordi: Messi, Ronaldinho ed Eto'o dopo il primo gol in Champions della Pulce

Stagione 2006/2007: 21 gol

L'esperienza sulle spalle del talento di Rosario inizia a essere piuttosto corposa, e l'annata 2006/2007 conferma tutte le belle parole che si stanno a spendendo per lui. In Liga arrivano ben 14 reti, con l'Argentina invece i primi gol in Copa America persa poi in finale contro il Brasile. In questa stagione vanno segnalate tre cose: vince soltanto un trofeo, la Supercoppa di Spagna, fa tripletta nel Clasico e decide di reincarnarsi in Diego Armando Maradona.

Innanzitutto decide la semifinale di Coppa del Re, facendo impazzire la difesa del Getafe e segnando un gol quasi fotocopia a quello del Pibe de Oro contro l'Inghilterra ai Mondiali dell'86, successivamente eletto il più bello della storia blaugrana. Come se non bastasse, in un derby di fine stagione con l'Espanyol segna con la Mano de Dios 2.0. E i paragoni con Diego iniziano a non contarsi più.

  • Liga: 14 gol
  • Champions League: 1 gol
  • Coppa del Re: 2 gol
  • Argentina: 4 gol

Stagione 2007/2008: 19 gol

L'anno seguente segna qualche gol in meno in campionato, ma cresce il feeling con la Champions League. Nonostante l'eliminazione in semifinale per mano del Manchester United di Cristiano Ronaldo, in quella che è stata la prima di una lunghissima serie di sfide tra i due, le reti segnate dalla Pulce in Europa sono sei. Non vince neanche un titolo, in quella che è stata l'ultima stagione di Rijkaard in panchina.

  • Liga: 10 gol
  • Champions League: 6 gol
  • Coppa del Re: /
  • Argentina: 3 gol
Messi e Ronaldo, per la prima volta da avversari
Zambrotta testimone di un evento storico: per la prima volta, Messi e Ronaldo si affrontano

Stagione 2008/2009: 41 gol

L'annata della piena maturità. Con l'arrivo di Guardiola alla guida del Barça, Leo diventa sempre più prolifico e insieme a Eto'o ed Henry forma un tridente implacabile. 38 i gol messi a segno con il club, più tre in Nazionale con la quale, ad agosto 2008, vince la Medaglia d'Oro alle Olimpiadi di Pechino. Con i blaugrana invece arriva uno storico Triplete, che consacra il tiki taka guardiolano nell'Olimpo del calcio. All'Olimpico, invece, un colpo di testa di Messi è decisivo nel 2-0 sullo United. 

  • Liga: 23 gol
  • Champions League: 9 gol
  • Coppa del Re: 6 gol
  • Argentina: 3 gol
La gioia di Messi e Guardiola a Roma, nel 2009
Il 2009 è l'anno del Triplete: i protagonisti indiscussi sono Messi in campo e Guardiola in panchina

Stagione 2009/2010: 51 gol

I gol iniziano a essere tantissimi, e la bacheca personale ha bisogno di essere ingrandita. A dicembre del 2009 arriva il primo Pallone d'Oro della carriera, al quale ne seguiranno altri tre consecutivi più un altro nel 2015. In campionato arriva il quarto trionfo personale, mentre la Champions sfugge soltanto contro l'Inter del Triplete di Mourinho. L'intesa con Ibrahimovic, arrivato in estate proprio dai nerazzurri in cambio di Eto'o e 46 milioni, non decolla e lo svedese lascerà Barcellona l'estate successiva, direzione Milan. 

Deludente il Mondiale sudafricano con l'Argentina, nei quali non segna nemmeno un gol ed esce ai quarti, subendo un pesante 4-0 dalla Germania di Klose e compagni. È inoltre l'anno dell'inizio della rivalità con Cristiano Ronaldo, passato ai rivali del Real.

  • Liga: 34 gol
  • Champions League: 8 gol
  • Coppa del Re: 1 gol
  • Mondiale per Club: 2 gol
  • Supercoppa di Spagna: 2 gol
  • Argentina: 4 gol
Leo Messi con il suo primo Pallone d'oro
Nel 2009 arriva il primo Pallone d'oro della carriera di Leo Messi

Stagione 2010/2011: 54 gol

È la stagione della terza Coppa dalle grandi orecchie, vinta 3-1 a Wembley ancora contro il Manchester United e con un suo gol. Ma è anche il primo anno dei Clasico roventi con Mourinho sulla panchina del Real Madrid, uno dei quali risolti da una doppietta della Pulce che ha fatto alzare in piedi il Bernabeu (nella semifinale d'andata di Champions). Altro successo in Liga, mentre il Triplete sfuma sul più bello: è il Real a vincere la Coppa del Re, battendo i blaugrana in finale con gol di CR7 nei supplementari.

  • Liga: 31 gol
  • Champions League: 12 gol
  • Coppa del Re: 7 gol 
  • Supercoppa di Spagna: 3 gol
  • Argentina: 1 gol
Messi mette la firma sulla finale di Wembley del 2011
La gioia di Messi dopo il gol a Wembley contro il Manchester United

Stagione 2011/2012: 82 gol

Qui si è davvero perso il controllo. Da fenomeno assoluto, la Pulce diventa un extra-terrestre: 50 gol in 37 partite di Liga, 14 in 11 per quanto riguarda la Champions nella quale riscrive la storia segnando cinque gol in una sola gara, nel 7-1 contro il Bayer Leverkusen agli ottavi. Considerando tutte le competizioni, fanno 82 gol in una singola stagione. Paradossalmente, però, non vince tutto. La Liga va al Real di Mourinho e la Champions al Chelsea (che elimina i blaugrana in semifinale), dunque Messi deve consolarsi "solo" con Mondiale per Club, Coppa del Re e le due Supercoppe a inizio stagione.

  • Liga: 50 gol
  • Champions League: 14 gol
  • Coppa del Re: 3 gol
  • Mondiale per Club: 2 gol
  • Supercoppa Europea: 1 gol
  • Supercoppa di Spagna: 3 gol
  • Argentina: 9 gol

Stagione 2012/2013: 69 gol

La prima stagione del post Guardiola (sostituito dal compianto Tito Villanova) è ancora super per la Pulce, che mette a segno 46 gol in campionato e a gennaio riceve il quarto Pallone d'Oro consecutivo. Inoltre, fa registrare un record che difficilmente verrà battuto: nell'anno solare 2012 sono 91 i gol totali fra club e Nazionale, superato Gerd Müller fermo a 85. Delusione in Europa, con il Bayern che passeggia sui catalani in semifinale (4-0 all'andata e 3-0 al ritorno) per poi vincere a Wembley nel derby con il Borussia Dortmund, mentre in patria il Barça torna a vincere la Liga.

  • Liga: 46 gol
  • Champions League: 8 gol
  • Coppa del Re: 4 gol
  • Supercoppa di Spagna: 2 gol
  • Argentina: 9 gol
Messi in una delle serate più nere della sua carriera
Messi durante una delle sue serate peggiori, nel 4-0 del Bayern sul Barcellona nel 2013

Stagione 2013/2014: 48 gol

Arriva il concittadino Gerardo "Tata" Martino in panchina, ma il 2014 di Messi è da dimenticare. In campionato trionfa l'Atletico del Cholo Simeone, che sbatte fuori i catalani pure dalla Champions ai quarti. In finale di Coppa del Re vince il Real, mentre il Mondiale brasiliano riserva una delle più grandi delusioni della carriera della Pulce. Dopo aver trascinato un'intera Nazione in finale (4 gol nella manifestazione), sul tetto del Mondo sale la Germania con un gol nei supplementari di Götze. 

  • Liga: 28 gol
  • Champions League: 8 gol
  • Coppa del Re: 5 gol
  • Argentina: 7 gol
Messi viene premiato da Blatter dopo la finale vinta dalla Germania
Messi e la Coppa del Mondo, soltanto sfiorata

Stagione 2014/2015: 62 gol

Il rilancio. Con Luis Enrique in panchina, Leo torna a ruggire lasciandosi alle spalle la beffa Mondiale. Triplete per il Barça, mentre il Diez esagera firmando la bellezza di 62 gol totali in stagione. A farne le spese è anche la Juventus, che nella finale di Berlino cede ai blaugrana proprio ad un passo dal traguardo. Il tridente con Neymar e Suarez, poi, è una vera sinfonia. Saluta Xavi, che ha contribuito moltissimo alla sua crescita.

  • Liga: 43 gol
  • Champions League: 10 gol
  • Coppa del Re: 5 gol
  • Argentina: 4 gol
La Champions 2015 nelle mani di Messi e Xavi
Messi e Xavi insieme alla Champions, vinta a Berlino nell'ultima partita in blaugrana dello storico numero 6

Stagione 2015/2016: 50 gol

L'annata 2015/2016 si apre con una Supercoppa Europea che rimarrà nella storia, ovvero il 5-4 del Barça sul Siviglia. Messi segna due gol, ai quali ne seguiranno altri 48 in stagione. Chiusura invece con Liga e Coppa del Re, mentre in Champions è ancora il Cholo (e ancora ai quarti) a spegnere i sogni di back to back. A gennaio del 2016, nel frattempo, arriva il quinto Pallone d'Oro.

Con la Nazionale invece ancora un capitolo negativo: perde la seconda finale di Copa America nel giro di un anno (quella del 2016 è stata l'edizione del Centenario), entrambe in finale ai rigori contro il Cile. Al termine della seconda annuncia il suo addio all'Albiceleste, salvo poi ripensarci per provare a vincere in Russia due anni più tardi. 

  • Liga: 26 gol
  • Champions League: 6 gol
  • Coppa del Re: 5 gol
  • Mondiale per Club: 1 gol
  • Supercoppa Europea: 2 gol
  • Supercoppa di Spagna: 1 gol
  • Argentina: 9 gol
Messi con il Pallone d'Oro nel gennaio 2016
E cinque: nel gennaio 2016 Messi riceve un altro Pallone d'Oro

Stagione 2016/2017: 57 gol

Altra stagione contraddistinta da numeri fantascientifici, con 37 gol in 34 partite in Liga e 11 in 9 gare di Champions. Si deve però accontentare soltanto di una Supercoppa di Spagna e della Coppa del Re, visto che in campionato trionfa il Real Madrid di Zidane e in Europa la Juve si vendica, spedendo a casa Messi e compagni ai quarti.

Di questa annata, però, rimarranno impresse nella memoria collettiva due immagini precise: Messi osannato dalla folla dopo la leggendaria rimonta sul PSG agli ottavi per 6-1, e la propria maglia mostrata al Santiago Bernabeu subito dopo il gol del 3-2 nel Clasico.

  • Liga: 37 gol
  • Champions League: 11 gol
  • Coppa del Re: 5 gol
  • Supercoppa di Spagna: 1 gol
  • Argentina: 3 gol

Stagione 2017/2018: 52 gol

Arriva Valverde, e la Liga torna a colorarsi di blaugrana. Per Leo 34 gol in campionato e 52 complessivi, ma anche quest'anno due grosse delusioni sono alle porte. La prima è la clamorosa rimonta subita della Roma nei quarti di Champions, la seconda è il fallimento della spedizione argentina ai Mondiali in Russia (uscita agli ottavi con la Francia, poi campione). 

  • Liga: 34 gol 
  • Champions League: 6 gol
  • Coppa del Re: 4 gol
  • Supercoppa di Spagna: 1 gol
  • Argentina: 7 gol 
L'Argentina e Messi, un feeling mai sbocciato
La delusione di Messi ai Mondiali in Russia: è stata l'ultima occasione per vincere qualcosa con la Nazionale?

Stagione 2018/2019: 51 gol

Nella stagione appena conclusa, altra cocente delusione in campo europeo con la disfatta di Liverpool, in semifinale. Sconfitta anche in finale di Coppa del Re contro il Valencia, nella quale la Pulce va comunque in gol. Trionfo invece in campionato, con Messi Pichichi per la sesta volta in carriera. Le reti sono ben 51 in 50 presenze con il Barça, in attesa della Copa America brasiliana, forse l'ultima occasione di vincere qualcosa con la sua Nazionale. 

  • Liga: 36 gol
  • Champions League: 12 gol
  • Coppa del Re: 3 gol
  • Argentina: /
Messi e il gol al Liverpool
Messi festeggia dopo il gol numero 600, rivelatosi però inutile

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.