Ferrari SF90 Stradale: la prima ibrida PHEV del Cavallino Rampante

La Casa di Maranello presenta la prima ibrida di serie della sua storia: motore da 1.000 CV, tecnologie futuristiche ereditate dalla Formula 1. Prime consegne nel 2020.

5 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

La Casa di Maranello ha presentato la sua prima supercar ibrida commerciale, la Ferrari SF90 Stradale. Una pietra miliare nella storia dell'azienda che apre un nuovo capitolo nella storia del Cavallino. Nel 2013 era stata lanciata l'ibrida LaFerrari, ma era una serie limitata a 499 esemplari ed offriva un semplice sistema di recupero dell'energia, mentre l'ultima creazione entra a tutti gli effetti nel listino ed è dotata di un vero sistema ibrido plug-in, cioè ricaricabile alla spina. Inoltre può marciare anche in modalità esclusivamente elettrica per 25 km ad una velocità massima di 135 km/h, magari per attraversare i centri urbani senza emissioni e in totale silenzio.

La SF90 Stradale è il top di gamma ed eredita le tecnologie della monoposto di Formula 1, a dimostrazione del forte legame tra le vetture racing e quelle di serie. A dimostrazione di ciò il nome stesso rende omaggio ai 90 anni della Scuderia Ferrari e la presentazione è avvenuta sul circuito di Fiorano. Il design futuristico e innovativo trasmette ampiamente il suo Dna di auto da corsa ma con stilemi da vettura di serie, con proporzioni totalmente rivisitate rispetto alle precedenti berline a motore centrale-posteriore dell'ultimo ventennio.

Per la prima volta su un modello Ferrari sarà possibile adottare un allestimento racing, per tutti quei clienti che vogliono amplificare l'anima pistaiola di questa supercar. Il prezzo non è stato ancora ufficializzato ma dovrebbe aggirarsi intorno al mezzo milione di euro o poco più. Le prime consegne della Ferrari SF90 Stradale a trazione integrale sono previste nel 2020.

Il motore della Ferrari SF90 Stradale

La prima ibrida PHEV di serie del Cavallino ha una potenza complessiva di 1.000 CV derivanti dal motore endotermico V8 da 780 CV e 800 Nm, evoluzione del V8 premiato come Engine of the year negli ultimi quattro anni, abbinato a tre motori elettrici della potenza complessiva di 220 CV. Uno è al posteriore, fra motore e cambio, gli altri due sull’assale anteriore. Il cambio è un doppio frizione a otto marce che sostituisce quello precedente a sette rapporti. Una batteria con tecnologia Li-ion alimenta i tre motori e garantisce un'autonomia di 25 km in modalità eDrive.

La SF90 pesa 1.570 kg nella versione con il pacchetto Fiorano, che offre componenti alleggeriti opzionali per una riduzione di peso complessiva di 30 kg. Superlative le prestazioni: l'accelerazione 0-100 in 2,5 secondi, velocità massima di 340 km/h. Secondo la Ferrari, sul singolo giro sul circuito di Fiorano la SF90 anticipa LaFerrari di 34 metri. La retromarcia è attiva in sola modalità eDrive consentendo alla supercar di essere manovrata a bassa velocità senza l'impiego del motore endotermico.

Gli interni della prima ibrida Ferrari

La SF90 è un concentrato di innovazione anche negli interni. Per la prima volta su un modello di serie Ferrari viene adottato un cruscotto digitale, con uno schermo multifunzione da 16” che può trasformarsi in una grande mappa del navigatore posta proprio di fronte agli occhi del pilota. Per la prima volta su una vettura di Maranello compare anche l’head-up display, che proietta sul parabrezza le infomazioni essenziali. Inoltre il nuovo volante sportivo non ha più tasti fisici, a parte il Manettino per selezionare la modalità di guida: tutti i comandi, avvio del motore compreso, compaiono sullo schermo touch integrato. Scompare l'antiestetico cilindro sulla portiera. Basterà mettere la chiave in tasca per entrare nella SF90 Stradale.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.