Roma, casting per la porta: Olsen ai saluti, tre i possibili sostituti

Giallorossi alla ricerca di un upgrade dello svedese, che in estate lascerà l'Italia. Stuzzica Perin, ai margini della Juventus. Sirigu e Gollini le alternative.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Sono ore incerte quelle che riguardano il prossimo futuro della Roma. La società giallorossa è alle prese con il caso spinoso legato all'allenatore, visto che - poche ore fa - Gasperini ha detto definitivamente non alla proposta della società capitolina, spiazzando un po' quella che erano le certezze di una dirigenza convinta di aver finalmente bloccato il tecnico giusto in vista della prossima stagione. In attesa di capire chi si siederà in panchina, andranno però valutate anche le posizioni di alcuni giocatori, perché - come dichiarato da James Pallotta - l'obiettivo del prossimo calciomercato dovrà essere quello di operare per abbattere ulteriormente il monte stipendi.

Via Dzeko, quindi, ma anche gente come Manolas e Kolarov, oltre ovviamente a Daniele De Rossi, già liberato e salutato nei giorni scorsi. La Roma verrà puntellata in tutti i reparti e la voglia sembrerebbe quella di provare a imitare il modello di gestione Ajax, improntato principalmente sulla produzione e sulla valorizzazione di giovani calciatori capaci di trasformarsi in future plusvalenze. Le stesse che si pensava di poter fare dopo l'ultimo mercato targato Monchi, all'interno del quale - per sostituire il fenomenale Alisson - è stato acquistato anche Robin Olsen, portiere svedese che fino a quel momento aveva toccato il suo apice al Copenaghen.

Olsen, giustiziere dell'Italia e protagonista di un buon Mondiale, aveva probabilmente ingannato la maggior parte dei suoi estimatori, a tal punto che lo stesso Monchi, uno che di calcio ha dimostrato di capirne, lo ha scelto dopo aver ricevuto una porta in faccia dall'Inter per Ionut Radu. A posteriori il portiere rumeno si sarebbe rivelato un grande investimento, invece oggi la Roma si trova a dover piazzare a prezzo di saldo un estremo difensore che, tra l'altro, è costato alla squadra diversi punti finendo poi la stagione in panchina in luogo del più affidabile Mirante.

Perin, obiettivo di mercato della Roma, con la Nazionale
Mattia Perin con la Nazionale: quest'anno ha trovato poco spazio alla Juventus, la Roma potrebbe prenderlo per sostituire Olsen

Roma, Olsen è sul mercato: tra i sostituti spicca Perin

Olsen se ne andrà, quindi andrà trovato un suo sostituto, possibilmente senza sbagliare nuovamente nella scelta. Nelle ultime settimane si era parlato insistentemente di Alessio Cragno, uno dei migliori portieri della Serie A, un profilo giovane e futuribile che avrebbe tutte le caratteristiche per far parte del nuovo progetto giallorosso. In realtà le richieste del Cagliari, che lo valuta oltre 20 milioni di euro, avrebbero costretto la società a fare marcia indietro, visto che - per quella cifra - si può trovare qualcuno di più pronto nell'immediato.

È il caso, per esempio, di Mattia Perin: il portiere della Juventus è reduce da una stagione da comprimario, passata a osservare il collega polacco Sczcesny che ha giocato praticamente tutte le partite fino all'eliminazione in Champions League contro l'Ajax. Solo dopo l'ex genoano si è affacciato in campo, quando però i giochi erano fatti. Secondo voci filtrate dal suo entourage, Perin non vorrebbe più passare un'altra annata come questa, quindi potrebbe parlare con la società per chiedere la cessione. Roma potrebbe essere la piazza giusta per rilanciarsi.

Molto più esperto, ma anche felice della sua attuale situazione, è Salvatore Sirigu, numero 1 del Torino che i granata hanno rivitalizzato dopo gli ultimi anni passati tra le tribune degli stadi francesi e a raccogliere palloni dentro le reti dell'Estadio El Sadar di Pamplona, dov'è finito in prestito durante l'ultima stagione prima di tornare in Italia. In realtà parliamo probabilmente del miglior portiere italiano alla pari di Donnarumma, come ampiamente dimostrato negli ultimi due campionati. Sirigu è uno dei leader carismatici del Toro e difficilmente verrà liberato da Cairo che, solo pochi giorni fa, ha confermato di voler tenere tutti i migliori in vista del prossimo anno.

Così, nelle ultime ore, sta prendendo quota la candidatura di Pierluigi Gollini, classe 1995 dell'Atalanta, un portiere che rientrerebbe perfettamente nel nuovo target tracciato dalla Roma. Gollini ha finito l'annata da titolare nella Dea, contribuendo in maniera decisiva a portarla in Champions League e scalzando definitivamente Berisha dalle gerarchie. Cresciuto nelle giovanili di Spal e Fiorentina, da giovanissimo è volato in Inghilterra per giocare nel Manchester United. Dopo le esperienze al Verona e all'Aston Villa, nel 2017 si è trasferito a Bergamo, dove in poco tempo si è guadagnato la stima di Gasperini. Che, adesso, potrebbe anche vederlo andare in quella squadra da lui appena rifiutata. Ma si sa, il mercato è imprevedibile. E, soprattutto, intreccia molti destini in maniera inspiegabile.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.