Real Madrid, Florentino Perez "annuncia" Hazard: "Lo cerchiamo da anni"

Il presidente delle Merengues ha parlato del campione belga a una radio spagnola: "A Madrid c'è bisogno di campioni come lui". E per Isco torna di moda la Juventus.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Nonostante la stagione di qualcuno non sia ancora arrivata al termine, le prime voci di mercato cominciano a diffondersi a macchia d'olio in giro per l'Europa. Tra le protagoniste della sessione estiva c'è senza dubbio il Real Madrid, che dopo una stagione decisamente anonima è pronto a rilanciarsi mettendo sul piatto un bel tesoretto da spendere interamente per rinforzare una rosa che va puntellata in più reparti. Le Merengues hanno già bloccato un difensore dal sicuro avvenire come Eder Militao e, nei giorni, sembravano aver chiuso per Luka Jovic.

Oggi l'attaccante serbo però pare debba ancora sciogliere qualche riserva prima di dare il sì definitivo alla Casa Blanca, che nel frattempo si è messa a lavorare in maniera aggressiva anche su altri obiettivi. Il primo della lista risponde al nome di Eden Hazard, esterno offensivo del Chelsea che - blocco del mercato o meno - lascerà sicuramente i Blues a giugno. La capitale spagnola è la sua metà, visto il corteggiamento tra le parti dura da almeno un anno. Il belga è un pallino di Florentino Perez, che vorrebbe consegnarlo in tempi brevi a Zidane per confermargli la propria volontà di investire in maniera massiccia sul mercato.

Insomma, il presidente del Real Madrid vuole mantenere la parola data e accontentare il tecnico francese, intenzionato a mettere Hazard al centro del suo progetto tecnico. Il giocatore ammicca ai Blancos ormai da mesi, nonostante le inevitabili smentite di rito, e anche Sarri in passato ha dichiarato più volte che trattenere il numero 10 a Stamford Bridge sarebbe stato molto complicato, visto il valore delle pretendenti che vorrebbero strapparlo ai londinesi. In Spagna sono particolarmente ottimisti sulla riuscita di questa trattativa, ribadita dallo stesso Florentino qualche ora fa.

Hazard con il Chelsea
Eden Hazard, obiettivo di mercato numero uno del Real Madrid: le Merengues sono pronte a sacrificare Isco, che interessa alla Juventus

Real Madrid, Isco alla Juventus libera Hazard

Già, è stato proprio il numero uno del club a uscire definitivamente allo scoperto. In un'intervista rilasciata al programma El Transistor di Radio Onda Cero, Perez ha ammesso il forte interesse del Real Madrid per Hazard:

Non è vero che c'è una presentazione in programma ma vogliamo portare qui il giocatore: è uno dei migliori al mondo e siamo fiduciosi di poterlo avere con noi a breve. Sono anni che ci stiamo provando, lo cerchiamo da molto tempo.

Per portare a termine un'operazione di tale portata occorrerà però studiare una strategia mirata. Servono soldi e ne servono tanti, visto che il belga andrà sì in scadenza nel 2020, ma il Chelsea - soprattutto se la UEFA dovesse confermare le proprie decisioni - non ha assolutamente intenzione di regalarlo. Anzi, secondo le indiscrezioni che filtrano da ambienti beninformati, pare che i Blues abbiano fissato il prezzo a 140 milioni di euro, una cifra che il Real Madrid vorrebbe assolutamente far calare fino a toccare al massimo quota 100.

Un investimento che sarebbe comunque importante, a tal punto da richiedere qualche sacrificio in uscita. E qui potrebbe tornare utile Isco, che quest'anno ha vissuto una stagione da comprimario soprattutto durante la gestione targata Solari. Zidane lo ha rilanciato ma non è convinto di volerci puntare su, quindi il trequartista spagnolo - che ha una clausola folle da 700 milioni di euro - potrebbe addirittura partire per circa 60 milioni.

A questa valutazione la Juventus sarebbe disposta a ragionarci su: il talento originario di Malaga è un pallino bianconero da molto tempo e, qualora il Real Madrid fosse interessato a parlarne, a Torino prenderebbero seriamente in considerazione una possibile offerta. Nonostante non si sappia ancora chi si siederà sulla panchina dei campioni d'Italia, Isco rappresenterebbe comunque un innesto di spessore assoluto, capace di regalare più soluzioni tattiche. Lui troverebbero nuovamente spazio, mentre il Real Madrid abbraccerebbe finalmente Hazard.

Florentino Perez a 360 gradi: "Sergio Ramos in Cina? Non volevano pagarlo..."

Sempre nella giornata di lunedì, il presidente del Real Madrid ha fatto un po' il punto della situazione riguardo a tutto ciò che ruota attorno al mondo merengue. Per esempio, Florentino è voluto tornare sul caso legato a Sergio Ramos, col quale il rapporto sembra essersi un po' incrinato dopo alcune polemiche nate durante questa stagione, sfociate poi nel duro confronto che avrebbe portato il capitano a prendere in considerazione l'addio:

Non abbiamo litigato, ho parlato con lui perché in quel momento rappresentava la squadra. Mi sorprende che si dica questo di me: per quello che mi riguarda, ho sempre fatto tutto per Sergio Ramos. Venderlo in Cina? C'è stata un'offerta, ma non avevano i soldi per pagarmelo. Non posso certo darlo via gratis.

Nonostante ciò, pare che tra i due non corra più buon sangue, a tal punto che lo stesso Ramos - secondo i media spagnoli - sarebbe arrivato a chiedere lo svincolo dalla società per potersi accasare altrove. Poi, riguardo le voci che vedrebbero sulla panchina madridista uno tra Klopp e Pochettino, Perez ha aggiunto:

Sono due fenomeni ma non li ho mai cercati, ma questo non significa che non accadrà in futuro. Con Pochettino ho un ottimo rapporto e mi ha fatto una grande impressione: non ci siamo mai sentiti, per questo abbiamo fatto il comunicato per smentire certe voci.

Chiosa finale su Cristiano Ronaldo, condita da tanto di aneddoti storici:

Cercava una nuova sfida e lo abbiamo accontentato, non ci ha mai dato problemi ed è sempre stato un esempio. L'ultima stagione per lui è stata difficile: quando il pubblico fischiava mi domandava il motivo di tali contestazioni, menzionando spesso quella volta in cui vincemmo 6-1 contro lo Schalke e tutto lo stadio applaudì ugualmente i tedeschi.

Arriverà finalmente il suo sostituto?

Non è semplice trovarlo, altrimenti lo avremmo già comprato. Abbiamo ottimi giocatori in grado di dare qualità: penso a Bale, Asensio e Vinicius, ma il problema di quest'anno è da ricercare altrove.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.