Premier League: Aston Villa ok anche grazie agli scarpini di Grealish?

Il capitano dei Villans ha confessato di non aver più voluto cambiarli dopo che gli avevano portato fortuna a marzo quando era rientrato da un infortunio.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

La superstizione è una delle caratteristiche comportamentali più comuni nell'uomo. Spesso non ce ne rendiamo nemmeno conto - o comunque non lo ammetteremmo mai, nemmeno sotto tortura - ma magari quando scendiamo dal letto o affrontiamo il primo gradino di una scala ci capita spesso di farlo con lo stesso piede o, chissà, quella camicia che ci aveva portato fortuna all'esame di maturità finiamo per indossarla fino alla laurea. Una caratteristica che "colpisce" ovviamente anche nel calcio, e non solo, come si potrebbe pensare, in quello mediterraneo, ma anche su su fino alla Premier League.

Del resto, come diceva Eduardo De Filippo, essere superstiziosi è da ignoranti, ma non esserlo porta male. E qualcosa del genere deve avere pensato anche Jack Grealish, il trequartista e capitano dell'Aston Villa che, pur di arrivare alla promozione nella massima serie inglese, si è aggrappato, oltre che al proprio talento, anche a un "rituale propiziatorio".

Non sono superstizioso, ma non si sa mai, insomma, è stato il suo motto una volta che ha superato un brutto infortunio allo stinco. Un guaio che era costato molto anche alla squadra che in sua assenza era precipitata dalle soglie dei playoff a un anonimo 13esimo posto a ben 11 punti dagli spareggi promozioni, con solo 12 partite da giocare.

Premier League: gli scarpini di Grealish
Premier League: gli scarpini di Grealish ai limiti dell'indossabilità

Premier League: l'Aston Villa e gli scarpini di Grealish

Ebbene, rientrato alla 35esima giornata di Championship nel match, guarda caso, contro il Derby County del 2 marzo, Jack ha dato la scossa ai suoi e li ha guidati a un sonante 4-0 iscrivendo pure il suo nome fra i marcatori. Il weekend successivo la sua rete di sinistro è risultata determinante nell'1-0 sul Birmingham e allora il conto è presto fatto. Come ha ammesso lui stesso ai microfoni di Sky dopo la vittoria nel decisivo playoff nuovamente contro il Derby County che ha determinato la promozione dei Villans in Premier League:

Quando sono rientrato dall'infortunio gli scarpini erano nuovi di zecca, poi ho segnato un po' di gol, fatto qualche assist e ho pensato che questi fossero i miei scarpini fortunati e quindi ho dovuto tenerli fino a oggi.

View this post on Instagram

Best feeling ever. ❤️ #AVFC

A post shared by Jack Grealish (@jackgrealish) on

Ai limiti della presentabilità quello sinistro, del quale sopravviveva ormai solo lo "scheletro" in tela, il suo lo ha fatto - 10 le vittorie consecutive - poi anche nei playoff: due assist nel match di andata contro il WBA e un rigore realizzato nel ritorno, più la solita prestazione di sostanza nel match decisivo contro la squadra di Lampard, tanto che ora Grealish è entrato nel radar del Chelsea. Gli scarpini portafortuna, però, nulla hanno potuto contro il taglio sopra un occhio che gli ha involontariamente procurato, come si vede nel video dei festeggiamenti, il compagno di squadra James Chester. Ma Jack era troppo felice per sentire male:

Ches mi ha dato un colpo col trofeo sopra l’occhio infilandomi il trofeo nel sopracciglio. Me lo ha proprio aperto. Magari stasera non starò troppo bene per la festa, ma chi se ne frega.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.