Icardi, fischi e addio all'Inter. Ma Wanda lo difende: "Fiera di te"

La qualificazione in Champions League non ha messo in secondo piano la contestazione di San Siro al bomber argentino, sempre più lontano dai colori nerazzurri.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Un rigore sbagliato che forse avrebbe potuto chiudere definitivamente la pratica Empoli e una bordata di fischi al momento della sua uscita, preludio alla probabile separazione che avverrà in estate. Può riassumersi così la partita di congedo - se definitivo o meno lo capiremo a breve - all'Inter di Mauro Icardi, che contro i toscani ha avuto l'occasione per riconciliarsi definitivamente con i tifosi nerazzurri ma, tanto per confermare il periodo buio nel quale si è imbattuto da mesi, ha deciso di sprecarla calciando in maniera pessima un tiro dal dischetto concesso per un fallo che lui stesso si era procurato.

Dieci minuti dopo Spalletti ha deciso di cambiarlo, mettendolo davanti a una situazione che lo stesso Maurito ha contribuito a creare. Gli insulti e gli inviti a cambiare aria sono piovuti a quintali sulla sua testa, perché ormai il rapporto con l'ambiente nerazzurro sembra essersi incrinato definitivamente. Colpa, in primis, dell'atteggiamento tenuto dall'ormai ex capitano negli ultimi mesi, quando - proprio a causa della vicenda legata alla fascia - Icardi si è prima tirato fuori adducendo a motivi fisici non meglio precisati, per poi evitare fino alla fine il confronto con uno spogliatoio che chiedeva solo un chiarimento definitivo.

In mezzo a tutto hanno fatto capolino la figura ingombrante di Wanda Nara e la questione legata al rinnovo di contratto, una situazione spinosa figlia del mancato accordo sulle cifre astronomiche che il numero 9 avrebbe chiesto per rimanere a Milano. Nelle ultime settimane si è poi fatto sotto anche lo spettro del mercato, con la Juventus che starebbe seguendo il giocatore da vicino e avrebbe già avuto dei contatti con la moglie-agente. Insomma, quello di San Siro è stato solo l'epilogo naturale, forse definitivo, di una storia che non poteva andare a finire diversamente.

Icardi sbaglia il rigore in Inter - Empoli
Mauro Icardi ha terminato la sua stagione tra i fischi e gli insulti di San Siro: decisivo il calcio di rigore sbagliato contro l'Empoli, che ha costretto i nerazzurri a soffrire fino alla fine per centrare la Champions League

Inter, Wanda Nara difende Icardi: "Sono fiera di te..."

Come molto spesso è capitato in questi ultimi mesi, a difendere Icardi ci ha pensato Wanda Nara. La soubrette argentina ha voluto pubblicare un post di supporto al marito su Instagram, nel quale - contrariamente alle ultime volte - non traspariva la sua ormai abituale vena polemica. Una semplice scritta - "Fiera di te" - e sullo sfondo le immagini sfuocate della vittoria sull'Empoli, arrivata nel finale grazie a una prodezza di Radja Nainggolan, altro protagonista in negativo della stagione nerazzurra.

A dare un'interpretazione all'annata vissuta da Icardi ci ha provato Alessandro Costacurta, opinionista di Sky Sport che, nel postpartita, ha analizzato un po' tutte le vicende che lo hanno coinvolto di recente. L'ex difensore del Milan si è però concentrato particolarmente sull'episodio del calcio di rigore sbagliato, sottolineando la pressione alla quale il centravanti è stato sottoposto negli ultimi tempi:

Noi avremo giocato con 2000 compagni e credo che il 99% in queste situazioni avrebbero sofferto. Ci sono delle rarità, ma questi episodi ti segnano.

Quest'ultimo errore potrebbe aver segnato la fine della storia d'amore tra le parti, anche se Costacurta ha ribadito come - secondo il suo punto di vista - i fischi a Icardi sarebbero stati particolarmente esagerati, vista anche la posta che in quel momento era in palio. Non ci sono dubbi invece sulla valutazione globale dell'intero campionato dell'Inter, sulla quale tutto lo studio ha concordato:

Ci sono tante variabili da valutare, ma globalmente l'Inter ha fatto una stagione al di sotto delle aspettative.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.