Barcellona: il club lancia un fondo per startup sportive

Una nuova sfida per il club catalano che con Barça Ventures intende convincere i grandi investitori di essere il veicolo migliore per puntare su progetti tecnologici.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Il suo motto, lo sanno tutti è Mes que un club, più di una società sportiva, e il Barcellona sta dimostrando con i fatti e non solo con le parole, di essere capace di saper guardare oltre i propri orizzonti più prossimi. Sempre nell'ambito dello sport, per carità, ma su un piano diverso dalla gestione di quella che è una delle squadre più vincenti in Europa in questo secolo, o comunque da quando c'è Lionel Messi.

La Pulce argentina è il suo frontman da una quindicina d'anni, prima come giovane fenomeno poi come fuoriclasse riconosciuto, per una "partnership" che ha portato nella bacheca blaugrana ben 34 trofei, fra cui 4 Champions League, 3 Mondiali per Club e altrettante Supercoppe Uefa

Ma il club catalano è stato anche uno dei primi a capire che è finita l'epoca nella quale una società calcistica - o polisportiva in senso più ampio - poteva accontentarsi di occuparsi soltanto di gestire la parte meramente sportiva - contratti, maglie, trasferte, e così via - e a realizzare che in un mondo che corre veloce occorre essere attenti agli aspetti più diversi, anche se sembrano "giocare" su piani differenti.

Barcellona Bartomeu
Barcellona: il presidente Josep Maria Bartomeu

Barcellona: via a un fondo per startup sportive

La notizia è arrivata nei giorni scorsi, riportata da Expansiòn: il Barcellona ha deciso di lanciare, divenendone il gestore, un fondo di private equity denominato Barça Ventures che avrà come mission la raccolta di 120 milioni di euro in due anni tra gli investitori internazionali a favore di startup che si occuperanno di progetti legati all’alimentazione, al sonno e alle prestazioni nel mondo dello sport.

La Catalogna come una sorta di Silicon Valley legata al mondo dello sport, insomma, anche perché quello blaugrana è il primo club di calcio a lanciarsi in un'operazione di questo genere, a dimostrazione di una capacità non comune di allargare i propri orizzonti. Capacità che aveva già evidenziato anche con la creazione due anni fa del Barca Innovation Hub, l'ecosistema che ha lo scopo di riunire tutte le conoscenze del club, da quelle sportive al marketing. Il Barcellona, è bene chiarirlo, non parteciperà con proprio capitale in questo fondo, ma gestirà i contributi che arriveranno e si metterà a disposizione quale laboratorio dove testare le soluzioni ideate attraverso i 2.800 giovani atleti della Cantera nelle diverse specialità che, oltre al calcio, comprendono fra l'altro anche basket e pallamano.

Barcellona basket
C'è anche il basket fra le diverse attività del Barcellona

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.