Balotelli: "Pazzo solo sul campo. Razzismo? Importante farsi sentire"

Super Mario torna ad affrontare il tema razzismo, soffermandosi anche su quello che sarà il suo futuro e su un possibile ritorno in Nazionale.

3 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Mario Balotelli a ruota libera sul razzismo, il futuro e il sogno di un ritorno in Nazionale. L'attaccante originario di Palermo, reduce da un'ottima seconda parte di stagione al Marsiglia - dove ha segnato 8 reti in sole 15 presenze - torna ad affrontare il tema legato alla discriminazione razziale, argomento questo a cui ha sempre dedicato attenzioni nel corso degli anni. Un punto molto importante, questo, per Super Mario, che nel corso di una lunga intervista a Canal+ ha sì affrontato svariati temi, ma ha spostato la lente d'ingrandimento su un malcostume ancora dilagante nel mondo del calcio attuale.

Non capisco come sia possibile che non ci si rivolti contro ogni sorta di discriminazione. È importante che chi, come me, può farsi ascoltare prenda una posizione per dar voce a chi subisce certe cose nella vita di tutti i giorni. Se sono allo stadio con mio figlio, e chi è seduto di fianco insulta il prossimo perché è gay oppure nero, io vado lì e gli tiro le orecchie. Uscire dal campo? Non mi alleno tutta la settimana per poi abbandonare la partita per uno scemo. Più facile, invece, prendere lo scemo in questione e sbatterlo fuori

Spazio anche al tema Nazionale, con Balotelli che resta comunque un osservato speciale del ct Roberto Mancini che, pur avendo trovato una quadra ben delineata nelle rotazioni azzurre, non ha mai escluso un rientro del suo figliol prodigo. Imbeccato da una domanda classificabile come di cattivo gusto, però, l'ex Milan e Inter ha così risposto a chi gli chiedeva se sarebbe ancora parte del gruppo Italia con un colore di pelle diverso.

Questa è una bella domanda, ma il non essere convocato credo sia anche colpa mia, in parte. Al Liverpool, ad esempio, non ho fatto bene e perciò era anche normale, ma poi sono successe altre cose. Non so se il non essere convocato sia dettato dal mio carattere un po' forte, o magari a causa del razzismo o perché è più facile lasciarmi fuori. Di certo, però, non è colpa mia se non vado in Nazionale. Io pazzo? Forse in campo, perché sono un istintivo che vuol sempre vincere. Questa del folle è stata una etichetta attaccatami addosso dai media inglesi: non ho mai tirato freccette a nessuno! Il maiale in casa, invece, ce l'ho avuto per davvero: me lo avevano regalato, dicendomi che si trattava di un esemplare nano, poi però è cresciuto e quindi l'ho dato via.

Vota anche tu!

Vorreste rivedere Balotelli in Italia?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Un Balotelli decisamente più maturo, dunque, quello che si prepara a compiere 29 anni il 12 agosto prossimo. Certo è che quanto fatto a Marsiglia non può essere ignorato, con Mancini che - chissà - potrebbe anche concedergli una chance in vista del doppio impegno contro Grecia e Bosnia ed Erzegovina valido per le qualificazioni ai prossimi Europei.

Balotelli segna
Balotelli festeggia una delle 8 reti siglate con la maglia del Marsiglia di Rudi Garcia.

Balotelli sull'ipotesi Brescia: "Un giorno mi piacerebbe"

Spazio anche per il tema legato al futuro di Super Mario, il cui contratto col Marsiglia scadrà il 30 giugno prossimo: non si è parlato, ancora, di un possibile rinnovo, con le sirene provenienti da tutta Europa - Italia inclusa - che continuano a farsi sentire.

La mia è stata una stagione positiva. Non escludo di restare a Marsiglia, ma non ho ancora parlato con la dirigenza, in realtà. Brescia? Un giorno, magari, mi piacerebbe. Ma non credo si possa fare già per l'anno prossimo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.