Serie A, le pagelle di Samp-Juventus: gioiello Caprari, Rugani soffre

L'addio di Allegri non è dolce, la Juventus cade a Marassi sotto i colpi di Defrel e Caprari che sigilla il risultato con una punizione meravigliosa.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Allegri dice addio alla Juventus con una sconfitta, a Marassi esulta la Sampdoria che passa 2-0 grazie ai gol nel finale di Defrel e Caprari che sigilla il successo con una punizione straordinaria. Per i bianconeri è la quarta sconfitta in Serie A, in un finale di stagione vissuto già con le infradito ai piedi (nonostante il clima non proprio estivo) dopo la conquista dell'ottavo scudetto consecutivo.

Chissà se invece saluterà Giampaolo che dovrà confrontarsi con Osti e Ferrero ma sembra orientato a concludere la sua avventura in blucerchiato. Se così fosse la chiusura del cerchio sarebbe avvenuta con una vittoria di prestigio.

Primo tempo bloccato, con poche occasioni, squadre che non accelerano. Nella ripresa i ritmi si alzano un po', soprattutto per merito della Sampdoria che beneficia dell'ingresso di Caprari e trova più spazi anche a causa dell'uscita di una diga come Emre Can. Nel finale il Doria passa con Defrel che duetta con Gabbiadini e beffa Pinsoglio sul primo palo. Passano tre minuti e Caprari disegna un gioiello su punizione che chiude il match e il campionato di entrambe. Ora vacanze e nebbia intorno al futuro che tenderà a diradarsi. 

Serie A, le pagelle di Sampdoria-Juventus

Sampdoria (4-3-1-2): Rafael 6; Bereszynski 6,5, Ferrari 6, Colley 6,5, Sala 6,5; Praet 6, Barreto 6 (69' Vieira 6), Linetty 6,5; Ramirez 5,5 (57' Caprari 6,5); Defrel 6,5, Quagliarella 6 (77' Gabbiadini 6). All: Giampaolo 6,5

Juventus (4-4-2): Pinsoglio 5,5; Caceres 6, Rugani 5,5, Chiellini 6,5 (64' Bonucci 5,5), De Sciglio 6; Cuadrado 5,5, Emre Can 6 (58' Portanova 6), Bentancur 6, Pereira 6 (74' Nicolussi sv); Kean 5,5, Dybala 5,5. All: Allegri 5

I migliori 

Colley 6,5

Il centralone gambiano riscatta due prestazioni disastrose con Lazio e Parma e sfodera una prova di forza e sostanza. Sbroglia situazioni che senza il suo intervento, provvidenziale, sarebbero potute diventare molto complicate per la Sampdoria. Non ultimo un cross teso da corner di Nicolussi che stava diventando una palla avvelenata a pochi passi dalla linea di porta. 

Defrel 6,5

Partita anonima, quasi da spettatore per 84', poi trova la combinazione giusta con Gabbiadini, infila Pinsoglio con bravura e furbizia e realizza il gol che sposta la partita sui binari della Samp. Gol che è pure il suo undicesimo in questa Serie A. A un passo dal record personale (12 gol) stabilito con Sassuolo nella stagione 2016/2017. Ma nel complesso è questa la sua miglior stagione in Italia. 

Caprari 6,5

Entra al posto di Ramirez e anima la manovra offensiva della Samp. Si piazza dietro alle due punte, svaria tra le linee e crea non pochi problemi. Trova anche il raddoppio con una punizione da vedere e rivedere. Pennellata all'incrocio e nulla da fare per Pinsoglio. Un premio meritato.

I peggiori

Ramirez 5,5

I ritmi della partita sono quelli che sono, le motivazioni pure e lui sembra adagiarsi sulla natura del match. Trotterella, si accende solo a sprazzi, senza però riuscire a lasciare la sua firma sul match. Poche iniziative, un paio di conclusioni dalla distanza che però non danno fastidio a Pinsoglio. Dopo meno di un'ora lascia spazio a Caprari.

Cuadrado 5,5

Buona applicazione a livello tattico, dà spesso una mano a Caceres, ma dovrebbe essere anche uno di quelli in grado di dare lo strappo e la scossa a una Juve rimaneggiata con qualità e velocità, ma il colombiano continua nel suo momento non proprio brillante e troppo spesso va a sbattere su Sala che lo controlla senza troppi patemi. 

Rugani 5,5

Non sempre preciso e puntuale nelle letture e negli intervalli. Si prende un giallo ingenuo nel primo tempo, poi non riesce a chiudere Defrel in occasione del vantaggio. Nel finale atterra Caprari al limite dell'area (l'arbitro lo grazia dal secondo giallo) e apre la strada al raddoppio doriano. Non un arrivederci eccezionale. Anzi.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.