Hypo Meeting di Goetzis: Warner e Johnson-Thompson in testa

Il canadese Damian Warner e la britannica Katarina Johnson Thompson hanno concluso in testa la prima giornata del più grande meeting del circuito IAAF delle prove multiple.

Il canadese Damian Warner

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Il quattro volte vincitore dell’Hypo meeting Damian Warner guida la classifica generale del decathlon nel “tempio” delle prove multiple di Goetzis dopo cinque prove con 4596 punti davanti al giovane talento australiano Ashley Moloney (campione del mondo under 20 di Tampere 2018), secondo con 4436 punti e alla coppia formata dal tedesco Kai Kazmirek e dal grenadino Lindon Victor, che hanno totalizzato lo stesso score di 4385 punti.

Katarina Johnson Thompson (vincitrice al meeting di Goetzis nel 2014) ha concluso la prima giornata con 4034 punti (solo 25 punti di ritardo rispetto al suo record personale). La britannica ha un vantaggio di 177 punti sulla seconda classificata Kendell Williams e 225 punti sulla terza Erica Bougard. Segue in quarta posizione la vice campionessa mondiale Carolin Schaefer con 3765 punti.

Warner (quattro volte vincitore a Goetzis e bronzo olimpico a Rio de Janeiro 2016) ha iniziato subito fortissimo stabilendo la migliore prestazione mondiale all-time sui 100 metri nell’ambito di una gara di decatlon con l’eccellente tempo di 10”12. Il precedente record era stato realizzato dallo stesso Warner sempre a Goetzis nel 2016 con 10”15.

Warner al Gold Coast 2018
Warner brilla all'Hypo Meeting di Goetzis

Atletica, Hypo Meeting di Goetzis: Warner e Johnson Thompson in testa

Warner ha consolidato il vantaggio nella classifica generale con 104 punti di vantaggio sul britannico Tim Duckworth dopo essersi classificato secondo con 7.67m nel salto in lungo. Duckworth, vice campione europeo indoor a Glasgow 2019, si è imposto nella prova del salto in lungo con 7.72m. Ashley Moloney si è portato al terzo posto nella classifica generale dopo aver corso i 100 metri in 10”41 e raggiunto la misura di 7.52m nel salto in lungo.  

Il rappresentante di Grenada Victor Linden ha scalato tre posizioni passando dal quinto al secondo posto nella classifica generale grazie al successo nel getto del peso con l’ottima misura di 16.02m. Warner ha consolidato il primo posto con 2854 punti (123 in più rispetto a Linden) grazie al record personale nel peso con 15.34m. Kai Kazmirek si è migliorato portando il record personale a 14.94m.

La situazione è rimasta immutata ai vertici della classifica generale dopo il salto in alto dove Warner e Linden hanno superato la misura di 2.00m. Warner ha mantenuto un vantaggio di 123 punti sul caraibico (3657 contro 3534). Duckworth, retrocesso in sesta posizione dopo il 12.80m nel getto del peso, ha recuperato tre posizioni grazie al salto riuscito alla quota di 2.09m. L’estone Maicel Uibo ha vinto la prova del salto in alto con 2.15m.

Nell’ultima prova della prima giornata Moloney è salito dalla quarta alla seconda posizione della classifica generale grazie al successo sui 400 metri in 46”97 davanti a Kai Kazmirek (47”33) e a Damian Warner (47”38). Kazmirek, sesto dopo quattro prove, ha guadagnato tre posizioni nella classifica generale passando al terzo posto.

Warner ha 31 punti di vantaggio sulla tabella di marcia per battere il record nazionale di 8795 punti stabilito l’anno scorso a Goetzis. In caso di vittoria finale Warner eguaglierebbe il primato di cinque vittorie all’Hypo Meeting detenuto dall’ex primatista del mondo Roman Sebrle e dalla campionessa olimpica di Atene 2004 Carolina Kluft.

In questo weekend ho la possibilità di vedere a che punto sono con la preparazione e di capire su cosa devo lavorare per migliorare. Non mi aspettavo di correre così velocemente sui 100 metri. Quest’anno ho programmato la preparazione in modo diverso per arrivare al massimo della forma più tardi perché i Mondiali sono a fine Settembre-inizio Ottobre.

Simone Cairoli ha concluso la prima giornale al ventiquattresimo posto con 3947 punti grazie al 10”97 sui 100 metri, al 7.04m nel salto in lungo, al record personale nel getto del peso di 13.50m, all’1.91m nel salto in alto e al 49”54 nei 400 metri

Johnson Thompson supera 1.95m nel salto in alto

La statunitense Kendell Williams ha fatto registrare il miglior tempo sui 100 ostacoli con 12”82 precedendo di due centesimi di secondo la connazionale Erica Bougard (terza classificata a Goetzis e vincitrice al Multistars di Firenze). Williams si rivelò sul palcoscenico internazionale vincendo il titolo mondiale juniores sui 100 ostacoli a Eugene 2014 prima di vincere tre titoli NCAA nel 2014, 2016 e 2017 e uno ai Campionati statunitensi nel 2017. Ottima prova per la giovane australiana di origini toscane Celeste Mucci, che ha migliorato il record personale di 7 centesimi di secondo con 13”02.

La campionessa mondiale indoor di Birmingham 2018 Katarina Johnson Thompson ha iniziato eguagliato il record personale sui 100 ostacoli con 13”29 e ha proseguito superando la quota di 1.95m alla terza prova nel salto in alto (la sua specialità preferita) prima di provare tre prove a 1.98m. I primi due risultati sono stati identici a quelli realizzati a Goetzis nel 2017 quando realizzò il primato personale

La fuoriclasse britannica ha preso la testa della gara con un vantaggio di 112 punti nei confronti di Bougard (1.83m nell’alto) e di 125 punti su Williams (quinta nel salto in alto con 1.80m). La campionessa mondiale under 20 e argento europeo indoor Niamh Emerson ha superato la misura di 1.83m ma è stata costretta a fermarsi per un infortunio al ginocchio. 

L’olandese Nadine Broersen è salita al terzo posto nella classifica generale con 2832 punti grazie al successo nel getto del peso con 14.76m. Johnson Thompson ha realizzato un miglior lancio di 12.95m consolidando il primo posto nella classifica generale con 2876 punti (130 in più rispetto a Kendell Williams).

Johnson Thompson ha completato la prima giornata vincendo i 200 metri in 23”21 davanti a Bougard (23”65) e a Williams (23”69) nonostante una temperatura fresca non ideale per le gare di velocità.

Johnson Thompson ha solo 25 punti di ritardo rispetto al suo miglior punteggio di sempre di 4059 punti al termine delle quattro prove della prima giornata totalizzato in occasione del record personale stagionale stabilito a Goetzis 2017.

A Goetzis trovo sempre le condizioni e l’atmosfera per esprimermi al meglio. Non sapevo cosa aspettarmi all’inizio della stagione e per questo sono contenta del mio punteggio dopo la prima giornata e del margine accumulato sulle mie avversarie. Mi dispiace per la performance sui 200 metri perché il risultato ha reso un po' meno brillante il mio score finale dopo la prima giornata. Mi aspettavo di correre più forte in questa gara. Essere in testa dopo la prima giornata non mi mette al sicuro perché le mie avversarie sono molto forti nelle ultime tre prove, mentre io ho alcuni punti deboli. La gara non è finita. Devo concentrarmi sul salto in lungo e sul lancio del giavellotto

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.