All Elite Wrestling: report del primo PPV della AEW, Double or Nothing

Nel main event dello show, Chris Jericho contro Kenny Omega si giocano un title shot all'AEW Championship. Ma dopo il loro incontro arriva il colpo di scena.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Per agli appassionati di wrestling, la notte del 25 maggio 2019 era una delle più attese degli ultimi anni. Per la prima volta a distanza di molto tempo, una nuova compagnia di questo sport entertainment ha provato a inserirsi in un mercato, quello statunitense, dominato dall'egemonia della WWE, l'illustre e storica azienda di proprietà di Vince McMahon.

Con il PPV "Double or Nothing", la All Elite Wrestling (o più semplicemente AEW) ha fatto ufficialmente il suo ingresso in questo contesto, con investimenti importanti e un roster di altissimo livello.

La nuova federazione di wrestling, fondata il 5 novembre 2018 dagli imprenditori Shahid e Tony Khan, con sede a Jacksonville (Florida), ha mostrato tutte le sue potenzialità, senza lasciarsi scappare l'occasione di lanciare frecciatine alla WWE e contando pure tra le sue fila degli ex atleti della World Wrestling Entertainment, alcuni già annunciati, altri arrivati con dei veri e propri colpi di scena.

Il primo PPV della AEW, Double or Nothing
AEW, il primo PPV Double or Nothing

AEW Double or Nothing

Il riferimento è chiaramente a Jon Moxley (ex Dean Ambrose), apparso al termine del main event vinto da Chris Jericho contro Kenny Omega, con in palio una title shot per la AEW World Championship contro il vincitore della Casino Battle Royal di inizio show, cioè Adam "Hangman" Page.

L'ex membro dello Shield, che ha dato il suo addio alla WWE in occasione di WrestleMania 35, si è presentato sul ring, interrompendo un promo al microfono di Chris Jericho e colpendo successivamente lo stesso Y2J, l'arbitro e, in conclusione, lanciando Kenny Omega nel vuoto dalla cima di un allestimento (delle chips da poker giganti) della scenografia.

Jon Moxley non è stato certo l'unica sorpresa: a presentare la cintura dell'AEW World Championship è stato infatti il WWE Hall of Famer, Bret Hart. Come già annunciato da tempo al tavolo di commento c'era la leggenda Jim Ross, mentre nel backstage erano presenti, tra gli altri, Mark Henry e Mike Tyson. Insomma, la nuova federazione che vede tra i volti più rappresentativi (nonché i primi tre atleti a firmare) Cody Rhodes e gli Young Bucks, ha tentato di fare le cose e in grande e il risultato è stato decisamente di alto livello.

Tutti i risultati del PPV

Ecco i risultati di tutti gli incontri che si sono disputati questo 25 maggio 2019 a Double or Nothing, nella MGM Grand Garden Arena di Las Vegas.

Casino Battle Royale

La vittoria va ad Adam "Hangman" Page, che elimina per ultimo MJF e si guadagna così una title shot per la AEW World Championship. Gli altri atleti a partecipare a questo incontro sono stati Sonny Kiss, Brandon Cutler, Ace Romero, Glacier, Brian Pillman Jr., Sunny Daze, Joey Janela, Dustin Thomas, Billy Gunn, Jimmy Havoc, Michael Nakazawa, Jungle Boy, Isiah Kassidy, Marq Quen, Luchasaurus, Shawn Spears (ex Tye Dillinger), Orange Cassidy, Marko Stunt e Tommy Dreamer.

Kip Sabian vs Sammy Guevara

Kip Sabian sconfigge Sammy Guevara dopo averlo schienato. A seguire escono sullo stage Kenny Omega, Cody, Brandi Rhodes e The Young Bucks che danno un benvenuto molto carico a tutto il pubblico che ha riempito la MGM Grand Garden Arena di Las Vegas.

SoCal Uncensored vs Strong Hearts

Christopher Daniels, Frankie Kazarian e Scorpio Sky riescono ad avere la meglio su Cima, T-Hawk e El Lindaman, grazie allo schienamento decisivo di Kazarian su El Lindaman.

Brit Baker vs Nyla Rose vs Kylie Rae vs Awesome Kong

Il Fatal Four-way match viene vinto da Brit Baker, grazie al suo schienamento su Kylie Rae.

Best Friends vs Angélico e Jack Evans

La coppia composta da Chuck Taylor e Trent Beretta riesce a imporsi su Angélico e Jack Evans dopo lo schienamento su quest'ultimo di Beretta. Mentre i due tag team, al termine dell'incontro, si mostrano reciprocamente rispetto, vengono aggrediti dai Super Smash Bros.

Hikaru Shida, Riho e Ryo Mizunami vs Aja Kong, Yuka Sakazaki e Emi Sakura

Hikaru Shida, Riho e Ryo Mizunami hanno la meglio su Aja Kong, Yuka Sakazaki e Emi Sakura, grazie al pin vincente di Shida su Sakura.

Cody Rhodes vs Dustin Rhodes

Con Brandi Rhodes al suo angolo, Cody batte il fratello. Al termine dell'incontro però gli chiede di non lasciare il wrestling con questo match, perché prima gli serve un partner per affrontare gli Young Bucks a Fight for the Fallen (il prossimo 13 luglio a Jacksonville). Dopo aver ascoltato l'ovazione del pubblico, Dustin accetta. A seguire Bret Hart presenta ufficialmente l'AEW World Championship.

The Young Bucks vs The Lucha Bros

Un match davvero spettacolare, che Matt e Nick Jackson riescono a vincere dopo lo schienamento di Matt su Fènix.

Chris Jericho vs Kenny Omega

Il main event dello show è intenso, spettacolare, avvincente. Lo vince Chris Jericho, schienando Kenny Omega e guadagnandosi l'opportunità di lottare con Adam "Hangman" Page in un match con in palio l'AEW World Championship. Come anticipato prima, mentre Y2J parla al microfono spiegando al pubblico che la AEW è lì grazie a lui e non grazie ai tifosi, arriva Jon Moxley e lo attacca, facendo poi lo stesso con l'arbitro e Kenny Omega, chiudendo così con il colpo di scena finale il primo PPV della storia della All Elite Wrestling.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.