Joao Felix: "L'incontro con CR7 sembrava la modalità carriera di FIFA"

L'attaccante del Benfica svela la reazione che ha avuto dopo il primo incontro con Cristiano Ronaldo: "Non riuscivo a crederci".

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Joao Felix ha solo 19 anni, ma davanti a sé ha già un futuro stellare. Proprio come la cifra - 120 milioni di euro - che il Benfica ha fissato per il suo cartellino. Un modo forse infallibile per smorzare l'entusiasmo di chi, come la Juventus, ha già iniziato a fare la corte all'attaccante. I risultati collezionati dal portoghese finora hanno tracciato una scia luminosa dalla quale è difficile distogliere lo sguardo. Sotto ai riflettori, però, c'è un ragazzo che a volte ha ancora l'impressione di vivere un sogno. E la reazione che ha avuto dopo aver incontrato per la prima volta Cristiano Ronaldo ne è una prova. 

Nell'intervista rilasciata a BTV Joao Felix ha raccontato di quando, durante il ritiro con il Portogallo dello scorso marzo, ha potuto finalmente stringere la mano al numero 7 più forte al mondo. Non ricorda molti dettagli, perché era troppo impegnato a ripensare a tutte le volte in cui aveva sognato quel momento. Il diciannovenne non riusciva a credere di avere davanti a sé uno dei suoi idoli. Cristiano Ronaldo parlava, ma lui non ce la faceva proprio a seguire il filo del discorso. 

Fu strano. Non lo avevo mai visto da così vicino. Quando tornai a casa dissi ai colleghi e ai miei migliori amici che credevo di essere nella modalità carriera di FIFA, perché Ronaldo era proprio come l'avatar con cui giocavo alla PlayStation. Condividere lo stesso spogliatoio è stato un sogno.

Joao Felix, attaccante del Benfica
L'esultanza di Joao Felix

Joao Felix, a giugno il nuovo incontro con Cristiano Ronaldo

Magari il giovane portoghese riuscirà a mostrarsi più loquace a giugno, quando incontrerà di nuovo Cristiano Ronaldo. Joao Felix, infatti, è tra i convocati del Portogallo per le fasi finali della Uefa Nations League. Il ct Fernando Santos non poteva rinunciare all'attaccante del Benfica, visti i suoi risultati stagionali: venti reti e undici assist. 

Nella prima parte della stagione ho giocato poco e pensavo che non sarei riuscito a segnare più di 10 gol. Poi, però, da gennaio le cose sono cambiate e ho superato le mie aspettative. Sono molto soddisfatto.  

Joao Felix e Ronaldo potrebbero diventare compagni di squadra anche in Serie A, se solo la Juventus si dimostrasse disposta a vincere le resistenze del Benfica. Oltre ai bianconeri, però, anche l'Atletico Madrid sembra particolarmente interessato al profilo dell'attaccanteIl portoghese, da parte sua, sa che certe occasioni hanno l'abitudine di presentarsi poche volte nella vita, ma è consapevole di potersi permettere il lusso di rimandare. Come il bambino che passava le giornate alla PlayStation, vuole ancora giocare per divertirsi:

Sono molto felice al Benfica. Amo sia il club che i suoi tifosi. Voglio approfittare di questo momento, giocare e divertirmi facendo quello che mi piace. Poi in futuro si vedrà, certe cose vengono naturali. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.