Lazio, Lotito: "Inzaghi? Rimane". Ma lui pensa al Milan

Ieri giornata di festa a Formello, ma per il tecnico è fumata grigia. Il presidente vorrebbe trattenerlo ma lui prende tempo, corteggiato da diverse società, anche all'estero.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Doveva essere una giornata di festa quella di ieri a Formello per la Lazio. E festa è stata: c'era da celebrare la Coppa Italia appena vinta nella finale contro l'Atalanta e l'amichevole contro il Rocca di Papa è stata una bella sgambata, con buone indicazioni anche su giovani di futuro, come Luan Capanni, autore di una tripletta per il 10-0 finale.

Grande sventolio di bandiere biancazzurre, striscioni per Lulic, Acerbi e tanti altri, ovazioni per Simone Inzaghi, ma alla fine l'annuncio che i tifosi volevano sentire, la cosa più importante in questo momento, cioè la conferma del tecnico, non è arrivato. Non proprio una fumata nera, per carità, ma neppure bianca.

E quel grigio che è uscito dal "conclave" laziale non piace ai tifosi. C'è chi si schiera contro Lotito, accusato di latitanza nei momenti più difficili, e chi invece, un po' meno forse, se la prende col tecnico piacentino, colpevole di considerare la Lazio come una seconda, o peggio ancora, terza scelta.

Lazio: Simone Inzaghi
Lazio: bagno di folla per Inzaghi ieri a Formello

Lazio: è rebus per Inzaghi che pensa al Milan

Quello che è certo è che per la prima volta da quando tre anni fa era stato chiamato dal presidente a tappare il buco lasciato da Bielsa, Inzaghino è balzato al centro del ring: nella roulette russa dei tecnici quest'anno c'è anche lui. Che è in grado, stavolta, di dettare le sue condizioni. Sondato dal Milan, deve aspettare che si concluda il campionato, perché se Gattuso acciuffasse la Champions League sarebbe più difficile per i rossoneri non confermarlo. Ma ci sono anche altre finestre.

Simone è anche nella rosa dei candidati alla panchina del Siviglia: Caparros ha fallito la qualificazione alla Champions League e i suoi rapporti con Monchi non sono idilliaci. E poi, last but not least, c'è il casting della panchina regina della Serie A: Inzaghi non è certo in pole position per la Juventus, ma chi glielo fare di firmare con chicchesia finché non sarà svelato definitivamente il nome di colui che salirà al soglio bianconero?

Inzaghi Coppa Italia
Inzaghi prende tempo, forte anche dei risultati ottenuti in tre anni

Ecco perché il tecnico della Lazio prende tempo con il club e tiene in ansia i tifosi. Del resto ha deciso di poterselo permettere, forte dei risultati ottenuti in tre anni di panchina ma anche di qualche mal di pancia che, soprattutto negli ultimi mesi, gli hanno provocato Lotito e Tare, ai quali rimprovera qualche strapazzata di troppo in privato e analoghi silenzi in momenti in cui la squadra e lui avvertivano il bisogno di pubblico sostegno.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.