Juventus, Chellini è sicuro: "Arriverà un grande allenatore"

Il capitano bianconero si fida della società, ritenendo che farà la miglior scelta possibile, e dice la sua anche sull'ipotesi Conte all'Inter: "Sarebbe strano vederlo lì, spero che vada tutto bene ma che non vinca nulla."

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Non è il momento di fare bilanci per la Juventus e per il suo capitano Giorgio Chiellini. L'ormai prossimo finale di stagione alle porte - domenica l'ultimo impegno contro la Sampdoria a chiudere una Serie A dominata - non significa che sia arrivato il momento di fermare a godersi i successi ottenuti per una società come quella bianconera che da anni ormai sembra costantemente proiettata verso il futuro.

Non che i successi siano ormai scontati: il capitano della Juventus, come tutto l'ambiente, è consapevole che ognuno di questi va guadagnato giorno per giorno e che guardare al futuro significa semplicemente pensare all'impegno successivo, alla prossima sfida. Ma con l'addio a Massimiliano Allegri, l'uomo dei 5 Scudetti, 4 Coppe Italia e 2 finali Champions in 5 anni, è inevitabile che con ancora 90 minuti da giocare il mondo bianconero guardi già un poco più in là, all'allenatore che verrà. Tanti i nomi fatti in questi giorni: Guardiola, Sarri, Pochettino, Simone Inzaghi. Chiellini confessa a Tuttosport di non avere indiscrezioni ma di fidarsi di una società che da anni non sbaglia un colpo.

Non ne so più di voi, però sono convinto che sarà un grande allenatore che permetterà alla Juventus di continuare a vincere. La società opererà nel miglior modo possibile, del resto si parla di un livello talmente alto. Sarà sicuramente un nome da Juve. Non immaginate quanti messaggi riceva ogni giorno, e il bello è che mi danno la notizia, il nome certo con tanto di dettagli improbabili, e poi mi chiedono se mi risulta. Loro sono sicuri però chiedono conferma a me!

Giorgio Chiellini e Cristiano Ronaldo della Juventus
Chiellini indica Cristiano Ronaldo come esempio di crescita: "Capisci quanto la Juventus sia cresciuta con l'arrivo di Cristiano. 5 anni fa non potevi neanche pensarci, adesso ci pensi e lo prendi anche. E sono convinto che cresceremo ancora."

Juventus, Chiellini su Conte all'Inter: "Spero vada tutto bene ma che non vinca niente"

Giorgio Chiellini è nel calcio da troppo tempo per non sapere che è così che funziona, che una squadra come la Juventus farà sempre parlare di se, a maggior ragione se dopo un ciclo difficilmente ripetibile arriva uno scossone che teoricamente potrebbe rimettere tutto in discussione. Allo stesso tempo, però, è in bianconero da talmente tanti anni - acquistato nel 2004, arrivò 12 mesi più tardi dopo un prestito alla Fiorentina - da fidarsi ciecamente di una società che ha saputo rinascere dalle ceneri di Calciopoli fino a dominare il calcio italiano come nessuno aveva fatto prima.

Penso che Allegri abbia lasciato al momento giusto, se ne va acclamato da tutti e ha fatto qualcosa di irripetibile tra Scudetti, Coppe e finali di Champions. Non mi sorprenderei di rivederlo alla Juve tra qualche anno, perché l'amore reciproco che c'è tra lui e il club è talmente grande che potrebbe tranquillamente permettergli di ritrovarsi, ma arriva un momento in cui tutti hanno bisogno di nuovi stimoli. Le presunte polemiche tra lui e parte dello spogliatoio sono false, abbiamo dimostrato ampiamente il rispetto, la stima e l'affetto per lui.

Punto fermo del ciclo vincente bianconero, Chiellini ha conquistato Max Allegri esattamente come aveva conquistato il predecessore del tecnico livornese, quell'Antonio Conte con cui la Juventus è tornata a vincere e che adesso pare prossimo alla panchina dell'Inter.

Tutti sanno il rapporto speciale che ho con Antonio, ma vederlo all'Inter mi dispiacerebbe e mi farebbe strano, anche se capisco che siamo professionisti e che fa parte della vita. Non è una critica, spero che all'Inter gli vada tutto bene ma che non vinca nulla. Quando allenava il Chelsea facevo il tifo per lui, in questo caso non posso davvero farlo. 

A proposito di futuro, nonostante i 35 anni in arrivo - il prossimo 14 agosto - Chiellini preferisce non guardare troppo in là e restare concentrato sul presente.

Impossibile non pensare al futuro, ad agosto avrò 35 anni e mi resteranno da giocare un anno o due, difficilmente tre. Dopo mi piacerebbe più fare qualcosa di dirigenziale che di campo, se penso alla vita di un allenatore non credo faccia per me. Dieci Scudetti di fila? Intanto prendiamoci il nono, riposiamoci e ripartiamo cercando di vincere campionato, Coppa Italia, Supercoppa e Champions. Poi tra un anno ne riparliamo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.