Francia, in occasione dei Mondiali arrivano i biliardini al femminile

L'ex nazionale francese Nicole Abar è la promotrice di questa iniziativa: "Il nostro obiettivo è far pensare a tutti che sia una cosa normale".

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

L'evoluzione del calcio femminile è una piacevole novità che stiamo scoprendo sempre di più negli ultimi anni. Le 40mila persone che hanno riempito l'Allianz Stadium per la partita di campionato tra la Juventus e la Fiorentina sono state il simbolo di questa crescita.

Un punto di partenza e una vetrina che hanno consentito alla versione femminile dello sport più amato dagli italiani di essere ripagato dei tanti investimenti e dei sacrifici che sono stati fatti nel corso degli ultimi anni, per raggiungere un ottimo livello.

Non è un caso che ci sia tanta attesa per i Mondiali che inizieranno il prossimo 7 giugno in Francia, dove la nazionale azzurra guidata da Milena Bertolini proverà a dire la sua e vincere il trofeo, arrivato alla sua ottava edizione. Insomma, bisogna stare al passo con i tempi. E per questo non sorprende che, proprio nel paese dove si disputeranno i prossimi Campionati del Mondo, sia stato realizzato un qualcosa di unico, una nuova rottura con il passato: un biliardino interamente al femminile.

L'ex calciatrice Nicola Abar, ha ideato i biliardini al femminile
L'ideatrice dei biliardini al femminile, Nicole Abar

Francia, ecco i biliardini al femminile 

Non si tratta in realtà di un inedito, già in passato era stato realizzato qualcosa del genere, ma gli "avatar" erano sempre fin troppo stereotipati (c'è stata addirittura una "Barbie edition"), con abbigliamento succinto e gonnelline più simili a quelle delle tenniste che delle calciatrici. L'idea di creare qualcosa di diverso e al passo con i tempi è della ex nazionale francese Nicole Abar, ora militante nell'associazione sull'uguaglianza di genere nello sport da lei stessa fondata, Liberty Aux Joueuses. I modellini delle calciatrici nel biliardino saranno alti 11 centimetri, peseranno 110 grammi ciascuno e saranno creati da Bonzini, un produttore storico di biliardini di Seine-Saint-Denis.

Un simbolismo che rappresenta un messaggio fortissimo per Nicole Abar, quello di mettere sullo stesso livello sia i ragazzi che le ragazze. I biliardini saranno poi messi all'asta alla fine della Coppa del Mondo e le entrate saranno poi devolute a delle organizzazioni benefiche.

Questi modelli, certamente diversi rispetto alla tradizione del biliardino, nell'idea della promotrice, aiuteranno a sensibilizzare sia i giocatori che gli spettatori:

Farà parlare - spiega Nicole - e cambierà l'aspetto. Se arriveremo al punto di dire e pensare "questo è normale, questo non è un problema", allora raggiungeremo l'obiettivo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.