Mondiale under 20, buona la prima per l'Italia: Messico battuto 2-1

Azzurrini ok nell'esordio della manifestazione polacca. Di Frattesi e Ranieri i gol che abbattono la Tricolor. Annullata la stella Lainez, prova super di Esposito e Pellegrini.

1 condivisione 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Non poteva iniziare meglio l'avventura dell'Italia al Mondiale under 20. La selezione allenata da Nicolato ha avuto la meglio sui pari età messicani, considerati come una delle selezioni più interessanti di tutta la rassegna iridata. Il match è terminato 2-1, con gli Azzurrini andati avanti due volte e parzialmente raggiunti su una delle poche sbavatura difensive concesse alla Tricolor. Di Frattesi e Ranieri le reti della vittoria, inframezzate dal momentaneo pari di De la Rosa.

Il commissario tecnico messicano Ramirez conferma il 4-2-3-1 che lo ha portato fino alla finale (poi persa) della Gold Cup di categoria. Davanti all'estremo difensore Higuera agiscono due centrali molto fisici e spigolosi come Sepilveda e Orona, mentre a destra la Tricolor si affida alla spinta dell'interessantissimo Alvarez, talento del settore giovanile del Pachuca. A sinistra gioca Leon, uno dei punti fermi di questa nazionale e autore di una prova più che discreta. In mezzo, vicino a Meraz, gioca l'adattato Cardenas, che di ruolo sarebbe un difensore ma - a sorpresa - viene preferito a Plascenscia. Davanti spazio al talento del fantasista Lainez (che agisce talvolta da seconda punta), uno degli osservati speciali di questo Mondiale, e al bomber del Club Leon Macias, con Dominguez e la novità De la Rosa sugli esterni.

Nicolato rinuncia a sorpresa a Capone, schierando i suoi Azzurrini con un più coperto 3-5-2. In porta c'è Plizzari, uno dei portieri più promettenti della nuova generazione italiana, davanti al quale si muove una linea a tre composta da Del Prato, Gabbia e Ranieri. Bellanova e Tripaldelli, due terzini di ruolo, si muovono a tutta fascia rispettivamente a destra e a sinistra, con Esposito a schermo davanti alla difesa e Frattesi interno destro. Interessante la posizione di Luca Pellegrini, schierato come mezzala sinistra. In attacco tutto confermato: con il bomber Pinamonti gioca Scamacca.

Mondiale under 20, Messico - Italia: la cronaca della partita

Parola d'ordine: ingabbiare Lainez. Il progetto tattico di Nicolato trova riscontri in campo, grazie ai raddoppi che gli Azzurrini portano con costanza sul campioncino cresciuto nel Club America. Il numero 10 messicano si muove sul centro-sinistra facendosi arginare con facilità dalla catena mancina composta da Tripaldelli e Ranieri, con Pellegrini sempre pronto in seconda battuta. L'Italia parte bene: passano 120 secondi e Frattesi, dopo aver raccolto una bella sponda a seguire di Scamacca, scarica un sinistro angolato imparabile per Higuera sbloccando la gara.

I ritmi sono alti e la Tricolor non riesce a cucire trame valide, così Esposito e compagni prendono metri di campo sfruttando i continui inserimenti dei due interni di centrocampo e il movimento costante delle due punte. Al 20esimo Pinamonti ha la palla del raddoppio, ma calcia alto da posizione favorevole. Qualche minuto dopo è Scamacca a inventarsi una botta terrificante da fuori area, che però sfila a lato di pochi centrimetri.

Sfortuna? Sì, anche perché il Messico si riduce alle poche sfuriate di Macias, numero 9 formato tascabile e unico elemento offensivo capace di mettere apprensione alla retroguardia italiana. Che, al 37esimo, si fa cogliere impreparata sugli sviluppi di un calcio d'angolo, con Plizzari che legge male uno spiovente da sinistra e, probabilmente per un errore di comunicazione, non si fa sentire da Scamacca, la cui deviazione diventa decisiva per il pareggio di De la Rosa.

Il centravanti del Sassuolo prova subito a farsi perdonare: mentre Pinamonti è abbastanza in ombra, lui lotta e va vicino al raddoppio con una mezza rovesciata volante in mezzo a due avversari, respinta molto bene da Higuera. E il Messico? Poca roba davvero, almeno in questo primo tempo: quando Lainez si accende la squadra crea superiorità e si rende pericolosa, ma la prestazione sotto tono del talento del Betis penalizza un po' l'intera squadra, che chiude la prima metà di match con un pareggio non propriamente meritato.

La ripresa: decide Ranieri in mischia

Il secondo tempo si apre con un cambio nel Messico (Figueroa per uno spento Dominguez) e la salita in cattedra di Macias, che arretra di qualche metro per posizionarsi tra le linee scompigliando i meccanismi difensivi azzurri. La prima occasione però è dell'Italia, che trova un corridoio esterno sulla destra per Bellanova, bravo a pescare sul secondo palo Pellegrini che però calcia troppo centrale. Il numero 9 messicano così decide di movimentare le cose, impegnando in un paio di circostanze un Plizzari stavolta attento.

Quando l'Italia sembra calare definitivamente dal punto di vista fisico, arriva il raddoppio. Nel giro di un minuto la squadra di Nicolato sfiora la rete con Scamacca e Gabbia, sfortunato di testa a colpire la traversa, prima di pescare il jolly in mischia firmato da Ranieri. Il difensore, posizionato sul secondo palo dopo essere salito per un corner, si trova sui piedi un pallone svirgolato da Pellegrini e deposita indisturbato in rete. In tutto ciò si fa notare Sebastiano Esposito, sempre attento a diversificare le soluzioni di gioco offrendo varietà in fase offensiva.

Il quarto d'ora finale passa con l'Italia in controllo totale del match. Se il Messico sfiora il 2-2 con una botta da fuori di Alvarez, nella metà campo offensiva azzurra si inserisce molto bene Capone, chiamato a tenere palla il più possibile. L'esterno dell'Atalanta, quest'anno al Pescara, gestisce i ritmi e aiuta una squadra boccheggiante a portare a casa tre punti importantissimi, preziosi in vista di quello che sarà il cammino futuro a questo Mondiale. Che, per i nostri colori, non poteva cominciare meglio.

Tabellino

Messico (4-2-3-1): Higuera; Alvarez, Sepulveda, Orona, Leon; Dominguez (46° Figueroa), Meraz, Cardenas, De la Rosa (87° Hernandez); Lainez; Macias. CT: Ramirez

Italia (3-5-2): Plizzari;Del Prato, Gabbia, Ranieri; Bellanova, Frattesi (85° Alberico), Esposito (88° Colpani), Pellegrini, Tripaldelli; Scamacca (77° Capone), Pinamonti. CT: Nicolato

Gol: 2° Frattesi (I), 37° De la Rosa (M), 67° Ranieri (I) Ammoniti: De la Rosa, Gabbia Espulsi: /

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.