Milan, prima Campos poi il mercato: nel mirino tanti talenti del Lille

Il direttore generale del LOSC può sostituire Leonardo, aprendo un canale diretto tra i rossoneri e il club francese. Tanti i potenziali affari: spicca l'esterno Bamba.

1 condivisione 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Se è vero che a fine stagione arriva sempre il momento di tirare le somme, allora nella categoria delle squadre rivelazione di quest'anno può finirci con grande merito il Lille. Les Dogues hanno giocato una Ligue 1 su grandissimi livelli classificandosi secondi, strappando un biglietto per la fase a gruppi di Champions League e lasciandosi alle spalle club ben più quotati come Lione, Marsiglia, Monaco e Saint Etienne. Il progetto tecnico portato avanti dal LOSC pare essere di livello assoluto, interessante a tal punto che il Milan avrebbe intenzione di provare a replicarlo partendo proprio dalle intuizioni di calciomercato.

A tirare i fili della società francese è Luis Campos, uno dei dirigenti e talent scout più preparati dell'intero globo. Campos lavora in Francia da tempo e, per anni, è stato il braccio destro dell'oligarca Rybolovlev al Monaco. Poi, quando il plenipotenziario russo ha deciso di stringere i cordoni della borsa, ha deciso di trasferire la sua competenza più a nord. Lo scorso anno a Lille si è insediata una nuova società, che però ha vissuto una prima stagione abbastanza complicata dopo aver scelto Marcelo Bielsa (poi esonerato) come allenatore e aver rischiato la retrocessione, evitata solo all'ultima giornata.

L'arrivo di Galtier in panchina ha però cambiato volto alla squadra che, grazie soprattutto al lavoro meticoloso fatto sulla scelta degli uomini dallo stesso Campos, oggi ha in casa un potenziale tesoretto da plusvalenze dal valore vertiginoso. Il Milan, ai ferri corti con Leonardo, avrebbe già deciso di affidarsi proprio al direttore generale del Lille per provare a rilanciarsi, costruendo - in vista della prossima stagione - una base di squadra giovane e futuribile sulla falsariga di ciò che è stato fatto in Francia.

I giocatori del Lille festeggiano un gol
Luis Campos, direttore generale del Lille, sarebbe il profilo scelto dal Milan per sostituire Leonardo. Il suo arrivo aprirebbe un canale preferenziale di mercato con la società francese, vera rivelazione dell'ultima Ligue 1

Milan, occhi sui gioielli del Lille: garantisce Campos

Campos a Milano significherebbe ritrovarsi improvvisamente con un filo diretto perennemente aperto verso quella realtà alla quale sembrerebbe aspirare la nuova proprietà rossonera. In questa stagione il LOSC ha messo in mostra davvero molti talenti, alcuni dei quali potrebbero fare molto comodo al Milan attuale. Per esempio, per l'attacco - dando per scontata l'impossibilità di mettere le mani di Nicolas Pépé, per il quale la valutazione di mercato si aggira sugli 80 milioni di euro - si fa largo la candidatura di Jonathan Bamba, eclettico esterno classe 1996 che a breve vedremo impegnato nell'Europeo under 21.

Bamba gioca a sinistra e i francesi lo valutano tra i 15 e i 20 milioni di euro, quasi una decina in più rispetto al trequartista di scuola PSG (due anni più giovane) Jonathan Ikoné, altro elemento finito nel mirino milanista. Sempre sulla fascia sinistra gioca Luiz Araujo, esterno 23enne arrivato un anno fa dal San Paolo: agile, rapido, bravo nel dribbling, ha meno gol nei piedi ma anche un costo più accessibile, fissato su una decina di milioni di euro. Gli stessi richiesti per Boubakary Soumaré, statuario centrocampista centrale che in rossonero potrebbe prendere il posto di Tiemoué Bakayoko, ai titoli di coda della sua avventura italiana.

Soumaré giocherà il Mondiale under 20, ha 22 anni e un contratto in scadenza nel 2020, un fattore che lo rende particolarmente appetibile durante la prossima finestra di mercato: destro naturale, alto 188 centimetri, può giocare indifferentemente da schermo davanti alla difesa o in una mediana schierata a due, regalando più soluzioni tattiche all'allenatore di turno. Con Galtier si è consacrato definitivamente, toccando quasi il livello di qualità raggiunto dai due Thiago, Mendes e Maia. Tutti e due sono arrivati nell'estate del 2017 richiesti espressamente da Bielsa ed entrambi hanno una bella etichetta appiccicata su che specifica quanto Campos abbia creduto in loro, sborsando complessivamente 25 milioni di euro per acquistarli da San Paolo e Santos.

Gli osservati speciali per la difesa sono invece Adama Soumaoro e Zeki Celik. Il primo è un po' fuori target per Milan dato che ha già compiuto 26 anni, ma la sua capacità nel guidare il reparto de Les Dogues ha impressionato tutta la Francia. Il secondo è un terzino destro turco, arrivato dall'Istanbulspor per 2,5 milioni di euro: oggi costa quattro volte tanto, ma potrebbe rivelarsi il sostituto ideale di Ignazio Abate. Talenti veri, quelli di cui si sta parlando, dalla qualità purissima, tutti scoperti da uno scout preparato come Campos che, pur disponendo di un monte ingaggi complessivo inferiore al solo stipendio annuale di Mbappé, ha costruito una delle realtà più belle e solide di Francia. Il Milan, qualora Leonardo dovesse mollare, è pronto ad accoglierlo a braccia aperte.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.