IAAF World Challenge: show di Tsegay e Gong Lijao a Nanchino

Le migliori prestazioni mondiali dell’anno della cinese Gong Lijao nel getto del peso e della mezzofondista etiope Gudaf Tsegay sui 1500 metri sono stati i risultati clou del meeting cinese di Nanchino.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Dopo la tappa della Diamond League di Shanghai i campioni dell’atletica si sono trasferiti a Nanchino (Nanjing in cinese) per la tappa del World Challenge IAAF. Nanchino, situata a 300 km ad est rispetto a Shanghai, è una città di tradizioni nell’organizzazione di grandi eventi sportivi. In passato ha ospitato la seconda edizione delle Olimpiadi giovanili nel 2014 e tra meno di un anno sarà la sede dei Mondiali Indoor 2020.

Getto del peso femminile: Gong Lijao stabilisce la migliore prestazione mondiale dell’anno

La campionessa mondiale del getto del peso di Londra 2017 Gong Lijao ha riscattato la sconfitta di Shanghai stabilendo la migliore prestazione mondiale dell’anno con 19.84m. La pesista cinese ha realizzato tre altre misure di ottimo livello (19.77m, 19.42m e 18.90m). La giamaicana Danniel Thomas Dodd e la statunitense Chase Ealey hanno realizzato la stessa misura di 19.21m ma il secondo posto è andato alla caraibica per aver realizzato la seconda migliore misura.

Gong Lijao:

Sono contenta della prestazione di oggi. Mi sto allenando per arrivare in forma per i Mondiali a fine stagione. Il prossimo obiettivo è raggiungere i 20 metri

1500 metri femminili: Tsegay prima donna dell’anno sotto i 4 minuti

Gudaf Tsegay è la prima atleta al mondo a scendere sotto i 4 minuti in questa stagione con 3’59”57. La ventiduenne etiope ha preceduto la connazionale Axumawit Embaye (4’00”17) e l’olandese Sifan Hassan (4’00”53).

Salto triplo maschile: Christian Taylor batte Craddock per cinque centimetri

Il due volte campione olimpico e tre volte oro mondiale del salto triplo Christian Taylor ha vinto con 17.47m all’ultimo tentativo battendo di cinque centimetri l’altro statunitense Omar Craddock. Oltre i 17 metri anche l’altro statunitense Donald Scott con 17.04m. Quarto posto per il campione europeo indoor di Glasgow 2019 Nazim Babayev (16.89m).

Lancio del giavellotto maschile: Rohler riscatta Shanghai con un lancio oltre gli 86 metri

Il campione olimpico ed europeo Thomas Rohler ha riscattato il quarto posto del meeting di Shanghai vincendo con 86.39m davanti al ceco Jakub Vaadeljch (85.34m) e il polacco Marcin Krukowski (84.45m).

Thomas Rohler:

Per me era la seconda volta che provavo la rincorsa completa. Ho raggiunto l’obiettivo del minimo per i Mondiali di Doha. Ora torno a casa. Gareggerò nei meeting di Schonenbeck in Germania e di Turku in Finlandia

Salto in alto maschile: successo cinese per Wang

Il pubblico cinese ha festeggiato il successo del primatista nazionale indoor Yu Wang con 2.31m davanti al candese Django Lovett e al bielorusso Maksim Nedasekau, secondi con la stessa misura di 2.29m. Wang ha successivamente tentato senza successo tre prove a 2.33m.

Lancio del martello femminile: Wang davanti alla primatista mondiale Wlodarczyk

La campionessa asiatica Wang Zheng ha vinto la prima gara dell’anno valida per il Challeng IAAF del lancio del martello femminile con 75.27m, la stessa misura realizzata Sabato scorso a Shanghai. La cinese ha preceduto la statunitense DeAnna Price (74.21m) e la primatista mondiale e campionessa olimpica Anita Wlodarczyk (73.64m).

200 metri femminili: Thompson vince su Naser

La campionessa olimpica dei 100 e dei 200 metri Elaine Thompson si è imposta sui 200 metri in 22”40 superando la medaglia d’argento mondiale dei 400 metri Salwa Eid Naser (22”56 terzo primato personale in tre gare stagionali), la nigeriana Blessing Okagbare (22”58) e la bulgara Ivet Lalova Collio (22”68).

110 ostacoli maschili: Ortega si prende la rivincita con McLeod

Il bronzo europeo di Berlino 2018 Orlando Ortega ha preceduto di un centesimo il campione olimpico e mondiale Omar McLeod in 13”27 nella rivincita del meeting di Shanghai. Lo statunitense Freddie Crittenden si è aggiudicato il terzo posto in 13”38 con lo stesso del campione mondiale di Pechino 2015 Sergey Shubenkov.

100 ostacoli femminili: McNeal vince di un soffio

In una gara dominata dalle statunitensi con quattro atlete ai primi quattro posti la campionessa olimpica Brianna McNeal si è imposta in 12”78 battendo con lo stesso tempo la campionessa mondiale indoor di Sopot 2014 Nia Ali. Christine Manning e Queen Harrison si sono piazzate terza e quarta in 12”79 e in 12”80. La tedesca Cindy Roleder ha realizzato il minimo per i Mondiali di Doha con 12”94.

100 metri maschili: Rodgers supera De Grasse al photo-finish

L’onnipresente velocista statunitense Michael Rodgers ha battuto il tre volte medagliato olimpico André De Grasse con lo stesso tempo di 10”09. Lo statunitense Isiah Young si è classificato al terzo posto in 10”15 precedendo l’ivoriano Arthur Cissé di tre centesimi di secondo.

800 metri maschili: Amos vince la seconda gara stagionale

Il vice campione olimpico di Londra 2012 Nijel Amos ha vinto la seconda gara stagionale in 1’44”38 (a 9 centesimi di secondo dalla sua migliore prestazione mondiale dell’anno stabilita a Doha) superando i keniani Cornelius Tuwei (1’44”91) e Jonathan Kitilit (1’45”38).

800 metri femminili: Nelly Jepkosgei unica sotto i 2 minuti

La keniana Nelly Jepkosgei è stata l’unica a scendere sotto i 2 minuti con 1’59”98 precedendo la vincitrice dei 1500 metri del meeting di Doha Rababe Arafi di quattro centesimi di secondi.

3000 siepi maschili: Kigen scende sotto 8’10”

Il keniano Benjamin Kigen si è imposto in 8’08”94 (seconda migliore prestazione mondiale della sua carriera) precedendo con un allungo negli ultimi 200 metri i connazionali Abraham Kibiwot (8’10”27) e Lawrence Kipsang (8’11”26) e l’etiope Chala Beyo (8’12”48).

400 ostacoli: vittoria giapponese per Abe

Il giapponese Takatoshi Abe ha vinto in 49”16 superando il polacco Patryk Dobek (49”23) e lo statunitense David Kendziera (49”27) con un grande allungo sul rettilineo finale.

Salto in lungo femminile: primo posto per Sawyers

La britannica Jaszmyn Sawyers si è aggiudicata il salto in lungo femminile con 6.56m al quinto tentativo precedendo la campionessa australiana Nas Anang di quattro centimetri.

Il giamaicano Gayle vince il salto in lungo nel centro di Nanchino

Il meeting cinese si è aperto nella giornata di Lunedì con la gara di salto in lungo nel centro della città in un’atmosfera di festa con luci e musica da discoteca. All’evento di street athletics hanno assistito circa 1000 spettatori entusiasti. Il successo è andato al giamaicano Tajay Gayle con 8.21m.

Il saltatore caraibico ha vinto la seconda grande gara internazionale dopo il successo di Sabato scorso a Shanghai con 8.24m. In questa stagione ha portato il record personale a 8.30m. Il vice campione asiatico di Doha 2019 Zhang Yaoguang si è classificato secondo con 8.10m precedendo con la stessa misura il connazionale Gao Xinglong.

Tajay Gayle:

Mi sono divertito molto. Il pubblico era vicino alla pedana e ho sentito l’energia che mi ha trasmesso la gente

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.