Nesta dice addio al Perugia: nel suo futuro spunta l'ipotesi Lazio

Il tecnico ha il contratto in scadenza il prossimo 30 giugmo e non verrà confermato. A Roma pensano già a lui come eventuale sostituto di Simone Inzaghi.

3 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Si chiude una porta, si può aprire un portone. L'avventura di Alessandro Nesta al Perugia è terminata. Nessun esonero, non ci sono neanche le dimissioni del tecnico, ma l'avventura è comunque finita. L'allenatore del Grifone ha infatti il contratto in scadenza il prossimo 30 giugno e la società non ha intenzione di rinnovarglielo. Nesta potrebbe però diventare un'interessante opzione di calciomercato per altri club, anche in Serie A.

La separazione è stata elegante e pacata. Il Perugia ha comunicato la decisione di separarsi da Nesta con una nota ufficiale con la quale ha comunque ringraziato il tecnico per il lavoro svolto, il campione del mondo del 2006 ha risposto con un post su Instagram attraverso il quale saluta giocatori, dirigenza e tifosi.

Fatale, evidentemente, la sconfitta per 4-1 del Perugia nei quarti di finale dei playoff di Serie B contro il Verona. In realtà la squadra di Nesta non era nemmeno riuscita a qualificarsi per gli spareggi promozione, ma era stata ripescata in seguito alla vicenda Palermo. Nonostante questo il Perugia non è riuscito a sfruttare l'occasione facendosi eliminare già al primo turno.

Alessandro Nesta è l'idea di calciomercato della Lazio
Alessandro Nesta è l'idea di calciomercato della Lazio

Calciomercato, Nesta lascia il Perugia: la Lazio pensa a lui

I vari intrecci di calciomercato potrebbero però permettere a Nesta di fare un vero e proprio salto di categoria. La Lazio deve infatti capire quale sarà il futuro di Simone Inzaghi, corteggiato dalla Juventus. Se il tecnico biancoceleste dovesse effettivamente lasciare la capitale (oltre alla Vecchia Signora su di lui c'è anche il Milan), il presidente Lotito potrebbe decidere di fare un passo importante verso la tifoseria (con cui vive un nuovo momento di gelo) prendendo Nesta, capitano più vincente della storia del club romano e protagonista dello Scudetto del 2000.

Può essere la conclusione ideale di quell'effetto domino che si è avviato con la decisione della Juventus di separarsi da Allegri. Almeno per la piazza laziale. Per il momento si tratta solo di una suggestione di calciomercato, di un'ipotesi che stuzzica però la fantasia dei tifosi biancocelesti. Prima dovranno però incastrarsi altre pedine: Inzaghi dovrà andare alla Juve (o comunque lasciare la capitale), Mihajlovic e De Zerbi (altri due allenatori attenzionati) devono esser superati dallo stesso Nesta fra i tecnici preferiti dal presidente Lotito. Nesta non avrebbe dubbi, il passo però è grande e importante e per questo la Lazio vuole ragionarci bene. Come spesso capita però quando si chiude una porta, si può aprire un portone.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.