UFC: ora Vicente Luque vuole Santiago Ponzinibbio

Forte dell'ennesima vittoria per TKO a UFC Rochester, il fighter ha messo nel mirino il suo prossimo obiettivo

13 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Vicente Luque (16-6), prima di portare a casa la vittoria a UFC Rochester, aveva un solo obiettivo in mente: battere Neil Magny. Un'opportunità che non si è mai palesata: appena cinque giorni prima dell'evento, Magny è stato segnalato da USADA per la potenziale violazione di un test anti-doping. Davanti al brasiliano si è quindi presentato Derrick Krantz, che si era fatto notare nel corso del reality Dana White Lookin' for a Fight.

Nel corso del match Krantz ha saputo rendersi pericoloso ed ha avuto alcuni momenti nei quali pareva potesse davvero mettere fuori gioco Luque. "The Silent Assassin" però non si è scomposto ed ha atteso che la riserva nel serbatoio del suo avversario arrivasse a prosciugarsi. Sopravvissuto all'aggressione, Luque ha connesso un perfetto sinistro che ha spento le luci a Krantz, mandandolo al tappeto.

Luque è un fighter estremamente evoluto: a quota 9 vittorie e 2 sconfitte, non è mai stato finalizzato in UFC ed è un combattente molto completo, dalla mandibola dura e dallo striking davvero esplosivo. Apparso nel post show dell'evento su ESPN, il brasiliano non ha perso tempo ed ha colto l'occasione per lanciare la propria sfida a Santiago Ponzinibbio, peso welter argentino ormai ai vertici della divisione.

UFC, Ponzinibbio colpisce magny
Santiago Ponzinibbio affonda il colpo su Neil Magny

UFC: dopo Rochester Vicente Luque sfida Santiago Ponzinibbio

Ecco le parole di Luque:

Quando Krantz mi ha colpito ho pensato: "Questo tizio vuole davvero farmi fuori". La sua intenzione era quella di mettermi KO, ho percepito stesse utilizzando davvero molta potenza. Ho pensato che presto si sarebbe stancato e che quando ci saremmo rimessi in piedi sarebbe stato un bene per me.

Era sulla mia schiena, ma non mi sentivo in pericolo, mi stavo difendendo, sapevo cosa facevo. Lo stavo facendo sfogare, gli ho fatto sprecare energie preziose, lui ha provato una sorta di arm-in guillotine, ma non mi sentivo in pericolo. Così ho pensato: "Va bene, spreca pure le tue energie".

Il racconto lucido di Luque fa riflettere sull'esperienza di ogni combattente, un fighter alle prime armi rischierebbe di entrare nel panico quando l'avversario si lancia sulla schiena, ma Luque ha gestito ottimamente il momento.

Non appena siamo tornati in piedi, sapevo che toccava a me. Lui era stanco, io ho iniziato a toccare le sue gambe e a colpirlo con qualche pugno. Non mi aspettavo di metterlo KO così velocemente, ma l'ho centrato davvero bene ed è andato giù. 

All'età di 27 anni, Luque è considerato una minaccia nella divisione delle 170 libbre e, impavido, ha lanciato la sfida ad uno dei welter più in forma del momento:

Ho sentito che UFC farà tappa in Uruguay. Voglio essere nel main event, credo di essermelo guadagnato. Santiago Ponzinibbio potrebbe essere il nome giusto per me. È argentino, latino-americano, sarebbe un ottimo match di sicuro.

Ponzinibbio ha un record di 27 vittorie e 3 sole sconfitte, è un veterano del TUF: Brazil 2 ed è a quota 7 vittorie consecutive in UFC. Nella sua uscita più recente, "Gente Boa" ha sconfitto Neil Magny, guadagnando anche il bonus Performance of the Night. Le teste collezionate dall'argentino sono di prim'ordine: Mike Perry, Gunnar Nelson, Nordine Taleb, Zak Cummings, fra gli altri. Se Luque dovesse venir accontentato, affronterà Ponzinibbio il 10 agosto alla Antel Arena di Montevideo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.