Juventus, parla il cugino di Pochettino: "Credo si possa fare"

Aumentano gli indizi che portano al manager del Tottenham per la panchina bianconera. Lo conferma anche il cugino Daniele: "Ha dimostrato le sue doti, credo si possa fare".

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Quella che si giocherà nella prima serata di domenica prossima a Marassi sarà l'ultima partita di Massimiliano Allegri sulla panchina della Juventus: 5 scudetti in 5 stagioni - oltre a un buon corredo di coppe nazionali - rappresentano un record che non sarà facile non solo battere o eguagliare, ma persino avvicinare.

Così come le due finali di Champions League in tre anni - 2015 e 2017 - rimarranno nella storia, indipendentemente dal risultato. Del resto lo diceva anche Mourinho, non proprio una voce amica per i bianconeri, che per vincere la Coppa, oltre alle ovvie caratteristiche di solidità, tecnica e tattica, occorre anche una bella dose di buona sorte.

E fra i tanti nomi dei possibili successori del tecnico livornese sulla panchina della Juventus - oltre a un forse troppo improbabile Mou - c'è proprio un tecnico che la finale di Champions l'ha raggiunta quest'anno, oltretutto da assoluto underdog. Sì perché passi per il Liverpool di Klopp che bissa quella dell'anno scorso, ma il Tottenham di Mauricio Pochettino a contendere il trofeo dalle grandi orecchie era davvero arduo da pronosticare.

Juventus festa scudetto
Juventus: 5 scudetti in 5 anni con Allegri

Juventus, il cugino di Pochettino: "Fattibile"

Non è difficile trovare qualche indizio per ciascuno dei tanti iscritti al casting bianconero - dal ritorno di Conte al clamoroso sbarco di Guardiola, da Sarri a Simone Inzaghi - ma quelli che portano all'argentino sono quanto meno fra i più solidi. Ha cominciato Moussa Sissoko, centrocampista degli Spurs, che ha ammesso di essere incerto sul proprio destino londinese, legato appunto a quello della panchina, e aveva proseguito Marcello Lippi, uno sempre addentro alle cose di Madama, lasciandosi sfuggire che la Juventus avrebbe già deciso il nome, ma è in attesa che si chiuda una certa competizione per annunciarlo. E qual è la competizione regina che deve ancora esprimere il verdetto più atteso?

Pochettino Juventus?
Pochettino ha portato il Tottenham alla finale di Champions League

Per il manager degli Spurs si tratterebbe in qualche modo di un ritorno alle origini. I suoi avi, infatti, erano emigrati in Argentina alla fine dell'Ottocento da Virle, un paesino di 1.200 anime della provincia di Torino ai confini col cuneese, non lontano da Cavour. A Virle ancora oggi i Pochettino sono oltre un centinaio, il nome troneggia sull'insegna del negozio di alimentari-edicola, ma così si chiama pure il vicesindaco. Tuttojuve ha rintracciato un cugino di Mauricio, Daniele, entusiasta della prospettiva:

Mauricio ha dimostrato di saper lavorare molto bene: credo sia un'ipotesi fattibile. L'obiettivo della società è la Champions League e mio cugino ha tutte le qualità per poter allenare questo club. Teniamo molto al cognome Pochettino - a volte viene indicato come "Pocettino", ma confermo che si dice "Pochettino" all'italiana - e ci fa piacere che sia accostato alla Juventus: tutti in famiglia vorremmo vederlo in bianconero.

Pochettino Allegri
Immagine simbolo di una prossima staffetta?

Nessun problema, secondo Daniele, per le polemiche dello scorso anno: Mauricio ama il Piemonte, vuole ritornare nei luoghi delle sue origini e tutto dipende dall'offerta bianconera. Che, secondo le ultime indiscrezioni ammonterebbe a 36 milioni di euro spalmati in tre anni: basteranno per ascoltare il richiamo delle origini?

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.