Napoli, suggestione di De Laurentiis: e se tornasse Quagliarella?

Il bomber della Samp potrebbe tornare a indossare la maglia dei partenopei a distanza di 9 anni: il presidente ne ha parlato con Ancelotti, la pista è comunque complessa.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

La Serie A 2018/2019 sta ormai per andare in archivio, e se per le squadre impegnate nella corsa per l'Europa e per la salvezza l'ultima giornata ha ancora molto da dire per altre realtà è già tempo di pensare al calciomercato e alla stagione che verrà. È il caso del Napoli, che con la qualificazione in Champions League ottenuta già da diverse settimane si è già messo all'opera per rinforzare la rosa a disposizione di mister Carlo Ancelotti.

L'ultima suggestione, dopo quella paventata nei giorni scorsi di avvicinare Daniele De Rossi in uscita dalla Roma, riguarda un altro calciatore ormai in là con gli anni che però potrebbe rappresentare un'importante iniezione di esperienza in un gruppo che il presidente De Laurentiis e il ds Giuntoli vogliono comunque giovane e futuribile: secondo il Corriere dello Sport in edicola oggi il Napoli starebbe infatti pensando al ritorno in azzurro di Fabio Quagliarella.

Il 36enne bomber della Sampdoria, che in questa stagione si è riscoperto goleador implacabile ed è l'attuale capocannoniere della Serie A con 26 gol in 36 presenze, si è dimostrato nonostante l'età ancora straordinariamente integro al punto da spingere il Napoli a valutare seriamente la possibilità di intavolare nel calciomercato ormai alle porte una trattativa che lo riporterebbe in azzurro dopo ben 9 anni. Dopo aver riscontrato il parere favorevole di Carlo Ancelotti, il club campano potrebbe passare all'azione già nelle prossime settimane.

Fabio Quagliarella nel 2010 con la maglia del Napoli
Nell'unica stagione disputata con la maglia del Napoli Fabio Quagliarella ha realizzato 11 gol in 34 presenze.

Calciomercato, il Napoli valuta il suggestivo ritorno di Quagliarella

Anche se per adesso si tratta soltanto di un'idea, il ritorno a Napoli di Fabio Quagliarella potrebbe dunque diventare realtà: l'attaccante della Sampdoria a Genova è rinato, diventando il leader di una squadra che lo ha messo nelle migliori condizioni di esprimersi. Votato miglior attaccante della Serie A nella stagione in corso, prossimo a vincere per la prima volta il titolo di capocannoniere - con una giornata ancora da giocare vanta 4 gol di vantaggio sulla coppia Zapata-Piatek e 5 su Cristiano Ronaldo - il bomber di Castellammare di Stabia difficilmente potrebbe dire di no al club del cuore, del quale ha già indossato la maglia nella stagione 2009/2010.

Allora, prelevato dall'Udinese e circondato da grandi aspettative, Quagliarella disputò una stagione tutto sommato positiva, chiusa con il sesto posto e un bilancio personale di 11 gol in 34 presenze per poi essere però ceduto improvvisamente durante a pochi giorni dalla conclusione del calciomercato estivo 2010 alla Juventus. Si parlò di tradimento, ma la triste verità sarebbe venuta fuori soltanto molti anni dopo, una bruttissima storia di stalking, minacce e diffamazioni che lo aveva di fatto costretto a chiudere bruscamente la storia d'amore appena cominciata con il club del cuore.

Adesso, 9 anni più tardi, tutto potrebbe ricominciare: la straordinaria stagione che lo ha visto protagonista ha reso Quagliarella un obiettivo concreto per il Napoli, che oltre all'aspetto romantico potrebbe acquistare a un prezzo decisamente contenuto un attaccante tecnicamente ancora in grado di fare la differenza. Difficile immaginare la possibilità che la Sampdoria, con cui il bomber ha un contratto fino al 2020, finirebbe per mettersi di traverso nel caso il giocatore decidesse di tornare in Campania e chiudere lì la carriera. Ma con quale ruolo?

36 anni compiuti a gennaio, Quagliarella è consapevole che tornando a Napoli una maglia da titolare, vista la nutrita concorrenza, sarebbe tutt'altro che garantita. E se è vero che in azzurro potrebbe ritrovarsi a giocare la Champions League, lo è altrettanto il fatto che a Genova, dove la tifoseria lo adora, potrebbe allungare la propria carriera senza le pressioni che comporta giocare in una grande piazza. Tutti ragionamenti che però potrebbero svanire nel momento in cui l'offerta del Napoli sarà concreta: a quel punto l'amore per la maglia, così come il lecito desiderio di riprendere una storia interrotta bruscamente e non per colpa sua, potrebbe essere più forte di ogni logica.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.