Inter - Conte, annuncio a ore: accordo vicino con o senza Champions

Il tecnico, nonostante il rilancio della Juventus, ha dato la sua parola a Marotta. L'ufficialità è attesa a breve, a prescindere da come finirà la stagione nerazzurra.

16 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Il matrimonio tra l'Inter e Antonio Conte si farà. La Gazzetta dello Sport non ha dubbi e conferma l'imminente accordo tra le parti, una ufficialità che metterebbe finalmente fine a mesi di speculazioni durante i quali l'ex manager del Chelsea è stato avvicinato a tantissime panchine europee. Negli ultimi giorni poi si è aggiunta la situazione legata alla Juventus: separatasi ufficialmente con Massimiliano Allegri, la società bianconera ha pensato seriamente a ingaggiare nuovamente colui che, nel 2014, se n'era andato sbattendo la porta a causa di alcuni contrasti dal punto di vista gestionale con Andrea Agnelli.

Ora però tutto dovrebbe definirsi in poco tempo: Conte sarà il nuovo tecnico dei nerazzurri e terrà fede alla parola data tempo fa a Beppe Marotta, che più di tutti ha lavorato ai fianchi il leccese per convincerlo ad accettare un progetto ambizioso su più anni, con l'obiettivo di arrivare in breve a competere proprio con la Juventus. Il rapporto tra i due sarebbe solidissimo, figlio di un'amicizia nata ai tempi in cui entrambi lavoravano a Torino e condividevano la stessa visione del calcio, quella che poi ha portato alla rinascita definitiva della Juventus.

Un rapporto forte, destinato a ricucirsi all'Inter a prescindere dal fatto che la squadra riesca o meno a qualificarsi per la prossima Champions League. Questo è un particolare non da poco, vista la situazione nella quale la squadra è andata a cacciarsi: i nerazzurri hanno il destino nelle proprie mani, ma dovranno battere un Empoli che sbarcherà a San Siro con l'obbligo di vincere per essere sicuro di mantenere la Serie A. Questo fattore, unito alle ultime prestazioni deludenti, ha fatto accendere più di una spia di pericolo in un ambiente che da mesi viaggia in riserva estrema.

Antonio Conte, prossimo allenatore dell'Inter
Antonio Conte si prepara a legarsi all'Inter per le prossime stagioni: il tecnico leccese ha raggiunto un accordo con i nerazzurri, con l'annuncio che potrebbe già arrivare nei prossimi giorni

Inter, Conte ha detto sì: Icardi e Perisic i primi addii

Secondo La Gazzetta dello Sport l'Inter avrebbe già discusso a tavolino con Conte riguardo ai futuri investimenti di mercato. L'obiettivo è quello di creare una squadra sempre più competitiva, in grado di assestarsi definitivamente nei primi quattro posti della Serie A, cosa riuscita parzialmente in questo biennio di gestione Spalletti. Chiaramente di questo progetto non farebbe parte Mauro Icardi, ormai al passo di addio anche alla luce degli avvenimenti degli ultimi mesi, quando - dopo aver perso la fascia di capitano - l'argentino ha deciso di autoescludersi dalla squadra per poi rientrare solo nel finale di stagione.

Il suo cartellino si è ampiamente svalutato e la società adesso non può più chiedere i famosi 110 milioni di clausola rescissoria, ma dovrà accontentarsi di una cifra compresa tra i 60 e i 70 milioni di euro. Inoltre, va detto che gli occhi della Juventus sono sempre molto vigili su Maurito, considerato un vero e proprio affare di mercato soprattutto se a cifre contenute. Icardi paga il pessimo rapporto con grossa parte dello spogliatoio e la rivalità con Ivan Perisic, altro sicuro partente su richiesta di Conte: il tecnico, che probabilmente passerà a un modulo differente rispetto a quello proposto da Spalletti, vuole liberarsi del croato per mettere dentro un elemento più funzionale.

In tal senso bisognerà capire quanto Perisic sia in grado di portare nelle casse nerazzurre, bisognose di soldi per dare il via a una sessione di mercato volta a rivitalizzare un ambiente che ha bisogno di tracciare una linea netta con il recente passato. Senza Champions League Marotta dovrebbe comunque rivedere i propri obiettivi, ma presentarsi a trattare potendo contare su un allenatore di prima fascia avrebbe tutto un altro appeal sui potenziali volti nuovi. La sensazione è che, comunque vada, ci sarà una mezza rivoluzione. A partire proprio dalla panchina, dove a breve siederà Antonio Conte.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.