Milan, addio silenzioso per Montolivo: niente saluto a San Siro

Per l'ex capitano rossonero niente ultima passerella a San Siro contro il Frosinone. Un addio silenzioso e anonimo al Milan.

3 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Grande ovazione del pubblico per Ignazio Abate in occasione di Milan-Frosinone, ultima partita del terzino 32enne in maglia rossonera a San Siro. Durante il riscaldamento, al momento della sostituzione e dopo il fischio finale ci sono stati cori e applausi per lui. Omaggiato anche Cristian Zapata, altro che dirà addio a fine stagione e che nonostante sia rimasto in panchina è stato comunque omaggiato a fine match.

Pure Riccardo Montolivo sperava di poter lasciare il Milan in una simile cornice, ma le cose sono andate diversamente. Gennaro Gattuso non lo ha convocato per l'ultima gara casalinga in questa Serie A 2018/2019 e dunque il giocatore non ha potuto salutare i tifosi dal campo. La sua esclusione non ha stupito, non rappresenta una novità. Infatti, già dall'estate scorsa Rino aveva fatto sapere che l'ex capitano non rientrava nel suo progetto tecnico-tattico. Non a caso, in questa stagione gli sono stati concessi zero minuti di gioco. Nonostante un discreto numero di convocazioni, non è stato inserito neppure nei momenti di maggiore emergenza del reparto di centrocampo.

Non avrebbe ricevuto l'ovazione dedicata ad Abate, visto che comunque i suoi rapporti con i tifosi non sono idilliaci, ma Montolivo probabilmente sperava di essere convocato almeno per l'ultimo match a San Siro per sancire la fine della sua avventura in maglia rossonera durata sette anni. In ogni caso, l'epilogo sarà l'addio definitivo al termine della scadenza del contratto fissata per giugno 2019.

Riccardo Montolivo con la maglia del Milan
Riccardo Montolivo lascia il Milan nell'anonimato dopo sette stagioni

Montolivo, addio al Milan dopo una stagione da fantasma

Montolivo è approdato al Milan a parametro zero nell'estate 2012, in seguito alla scadenza contrattuale con la Fiorentina. È subito diventato perno del centrocampo, divenendo anche capitano della stagione 2013/2014 dopo l'addio della bandiera Massimo Ambrosini. Al netto di alcuni infortuni avuti, è sempre stato considerato un titolare prima della scorsa annata. L'arrivo di Lucas Biglia lo aveva relegato al ruolo di riserva e difatti le sue presenze hanno iniziato a calare. Nell'estate 2018 mister Gattuso ha detto chiaramente al calciatore che non rientrava nei suoi progetti, però non si è concretizzato alcun trasferimento né allora e neppure nella finestra del calciomercato di gennaio 2019.

L'ex capitano del Milan ha preferito rimanere, continuando a percepire tutto il suo stipendio da 2,5 milioni di euro netti fino alla scadenza del contratto. Il 3 novembre c'è stata la prima convocazione, alla quale ne sono seguite altre senza che mai Montolivo mettesse piede in campo. Ufficialmente una scelta tecnica. Però ci sono stati momenti della stagione nei quali il centrocampo rossonero era ridotto ai minimi termini causa infortuni o squalifiche, eppure Gattuso non lo ha fatto giocare. L'agente Giovanni Branchini ha ritenuto illogica la scelta dell'allenatore. Le parti hanno smentito l'esistenza di qualche litigio specifico che abbia causato tale situazione, forse un giorno verrà fatta chiarezza una volta per tutte.

Montolivo si appresta a lasciare il Milan nel silenzio, nell'anonimato, e certamente non era ciò che sognava. La sua ultima partita in rossonero rimarrà quella del 13 maggio 2018 a Bergamo contro l'Atalanta, quando fu espulso da subentrato. Adesso rimane da capire quale potrà essere il suo futuro. Sono già emerse indiscrezioni inerenti un suo possibile ritiro. Vedremo se il 34enne centrocampista avrà ancora voglia di giocare e cercherà una squadra nella quale poter essere al centro del progetto, riscattando l'ultima stagione quasi da fantasma trascorsa a Milano.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.