Klopp, il trapianto di capelli e Gotze: “Servirà anche a te”

Il centrocampista tedesco racconta un divertente aneddoto che risale al periodo in cui i due hanno lavorato insieme ai tempi del Borussia Dortmund.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

"Sì, è vero. Ho fatto il trapianto dei capelli. E penso che i risultati siano ottimi, no?". Jurgen Klopp è un tipo diverso dagli altri. Non ha mai nascosto di essersi fatto dare un "aiutino" per avere una folta chioma da sfoggiare. Un atteggiamento che non stupisce, perché mentire al riguardo non sarebbe proprio in linea con il suo modo di essere e il suo stile di vita.

Sempre con il sorriso sulle labbra, sempre con la battuta pronta e con quell'imprevedibilità che lo rende uno degli allenatori più particolari, divertenti e genuini (senza contare ovviamente la sua competenza) in circolazione.

Tornando al famoso trapianto di capelli a cui Jurgen Klopp si è sottoposto nella primavera del 2012, anche Mario Gotze, suo ex giocatore ai tempi del Borussia Dortmund, ha raccontato una sua versione esilarante di quell'episodio.

Mario Gotze parla con Jurgen Klopp nel Borussia Dortmund
Borussia Dortmund, Klopp a colloquio con Mario Gotze

Klopp e l'avvertimento a Gotze sul trapianto di capelli

Il legame tra il calciatore tedesco, autore del gol vittoria che ha permesso alla Germania di vincere i Mondiali del 2014, e l'ex allenatore del BVB è infatti molto stretto, anche perché è stato lo stesso Klopp a lanciare quel talento nel calcio che conta. In un'intervista rilasciata al Players' Tribune, Mario ha parlato a lungo del suo rapporto con l'attuale manager del Liverpool:

È stato il mio primo manager, ha creduto in me e mi ha dato la possibilità di debuttare a 17 anni. Sapeva come prendermi, un allenatore eccezionale. La sua personalità era la cosa più importante per me quando ero solo un giovane calciatore. Non ho mai incontrato un tecnico che fosse così naturalmente divertente. Non dimenticherò mai la volta in cui l’ho incontrato a Dusseldorf durante l’estate.

Era proprio quell'estate lì, del trapianto di capelli: 

Stava andando a vedere lo specialista per fare il trapianto di capelli. Era tutto troppo divertente, lui sorrideva e mi raccontava ogni dettaglio. Quando stava per andarsene, poi, mi ha fatto l’occhiolino e ha detto: "Mario, non preoccuparti, salverò il numero di telefono". E io, non capendo, ho risposto: "Cosa intendi?". E lui: "Il numero del dottore. Lo salverò per te. Tra qualche anno potresti averne bisogno". A quel punto ha riso di nuovo e se n’è andato. La maggior parte della gente sarebbe stata imbarazzata per quella situazione o non avrebbe detto nulla, ma a lui non importava affatto. Ha avuto un'influenza così divertente e positiva su tutti. Devo ringraziarlo, perché mi ha dato modo di diventare quello che sono e in quegli anni abbiamo raggiunto delle cose fantastiche insieme a Dortmund.

La versione seria e "cattiva" di Jurgen, quella in allenamento

Poi Mario Gotze ha parlato anche del modo di essere in allenamento di Klopp ai tempi del Borussia Dortmund, non proprio identico a quello guascone e istrionico che si può vedere nelle conferenze stampa:

È divertente vederlo ora con il Liverpool, lui è un tipo così naturale di fronte ai media. È autentico, dice sempre quello che vuole e pensa. Ma c’è anche un lato molto serio, quello mentre ti allena. Quando avevo 17 o 18 anni e non gli davo il 100% di allenamento, spesso era molto intimidatorio. Veniva di corsa e mi si metteva davanti, faccia a faccia, e cominciava ad urlarmi contro. Con i denti stretti diceva qualcosa di questo tipo, anche se è difficile tradurlo dal tedesco all'inglese (lingua in cui si sviluppata l'intervista, ndr): "Devi avere più passione. Devi dare tutto. Cazzo. Forza". La cosa sorprendente è che subito dopo, all'allenamento successivo, tornava calmissimo. Si avvicinava e magari chiedeva: "Mario, come stai? Parliamo della vita. Come va?". 

No, Jurgen Klopp non è un tipo come tutti gli altri. E di certo la considerazione non vale solo per il suo atteggiamento di fronte al trapianto di capelli.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.