Serie A, le pagelle di Napoli-Inter: Koulibaly un muro, Fabian incanta

Il Napoli domina e complica maledettamente la vita all'Inter in ottica Champions. Decisive le reti di Zielinski, Mertens e la doppietta di Fabian. Male Lautaro e D'Ambrosio.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Il Napoli domina, cala il poker e saluta come meglio non poteva il pubblico del San Paolo all'ultima apparizione in Serie A di questa stagione. Crolla invece l'Inter che ora dovrà battere l'Empoli all'ultima a San Siro per assicurarsi un posto nella prossima Champions League. Uno scenario che sembrava impensabile fino a qualche settimana fa, ma nelle ultime settimana la squadra nerazzurra si è complicata la vita raccogliendo solo sei punti nelle ultime cinque.

La squadra di Spalletti, con Lautaro titolare al posto di Icardi, parte anche bene, ma viene punita dopo un quarto d'ora da una perla assoluta di Zielinski che sblocca la partita e il Napoli che da quel momento assume il controllo delle operazioni e comincia a dominare il match.

Gli azzurri salgono in cattedra e a poco serve il cambio di modulo, con il passaggio alle due punte e alla difesa a tre, che Spalletti opera nella ripresa. Mertens e Fabian Ruiz coronano una delle migliori partite stagionali del Napoli ed esaltano un San Paolo che era partito piuttosto freddo. L'Inter soccombe e a poco serve il rigore finale di Icardi che regala quantomeno all'argentino un gol che mancava da un mese e mezzo. Per il Napoli un bell'arrivederci, per i nerazzurri ora tutto o niente nell'ultimo scontro. Come un anno fa.

Serie A, le pagelle di Napoli-Inter

Napoli (4-4-2): Karnezis 6,5; Malcuit 6,5, Albiol 6, Koulibaly 7,5 (83' Luperto sv), Ghoulam 6,5; Callejon 7, Allan 6,5, Fabian Ruiz 7,5, Zielinksi 7; Milik 6 (75' Insigne sv), Mertens 6,5 (79' Younes sv). All. Ancelotti 7

Inter (4-2-3-1): Handanovic 6, D'Ambrosio 5, Miranda 5,5, Skriniar 6, Asamoah 5,5; Gagliardini 5,5 (58' Vecino 5,5), Brozovic 5; Politano 5,5 (46' Icardi 5,5), Nainggolan 5, Perisic 5 (79' Candreva sv); Lautaro 5. All. Spalletti 5

I migliori

Zielinski 7

Sblocca la partita con un gol magnifico, il sesto del suo campionato, forse il più bello. Riceve da Fabian Ruiz dopo l'errore in uscita di Asamoah e fa partire un missile dai 25 metri che non lascia possibilità d'intervento ad Handanovic. Gioca in mezzo al campo accanto ad Allan e dà qualità alla manovra del Napoli che scorre fluida e armoniosa soprattutto nel primo tempo. Nella ripresa gioca con un'intelligenza tattica fuori dal comune che ne conferma la crescita. 

Koulibaly 7,5

Un titano, un muro invalicabile. È stato nominato in settimana miglior difensore della Serie A e contro l'Inter ce la mette tutta per avvalorare la scelta di chi lo ha premiato. La sfida con Lautaro e Icardi la stravince, non lasciando che le briciole agli avversari. Al 10 interista toglie anche il gol, mettendo la testa sulla linea e cacciando un pallone che si stava infilando alle spalle di Karnezis. Finita quà? Macché, assolve anche la maggior parte dei compiti di costruzione da dietro e lo fa piuttosto bene.

Fabian Ruiz 7,5

Quando lo spagnolo è in giornata diventa un fattore e non è un caso che Ancelotti lo tenga quasi sempre dentro. Parte da sinistra, ma lo trovi ovunque e sempre con estrema qualità. Appoggia a Zielinski la palla del vantaggio, nella ripresa poi mette in porta l'assist di Malcuit per il 3-0 del Napoli, infine sigla anche il poker e la sua doppietta personale. Tre momenti importanti di una gara giocata su livelli straordinari e gli si può perdonare anche qualche un po' leziosa.

I peggiori

Brozovic 5

L'attenuante di una condizione fisica non proprio brillantissima, dopo l'infortunio muscolare, ormai può reggere fino a un certo punto. Il croato non entra bene in partita, davanti alla difesa soffre tanto la reattività e le trame degli avversari che troppo spesso lo prendono in mezzo e lo fanno girare a vuoto. Sbaglia tanto, sia tecnicamente che tatticamente, non certo la sua miglior prestazione. 

Lautaro 5

Gioca titolare al posto di Icardi, ma la sua partita è una lunga agonia che si trascina per oltre novanta minuti. È anche sfortunato perché prima Koulibaly gli nega il gol togliendo la palla dalla linea di porta, poi scheggia la traversa (anche se si era già sul 3-0). Ma il duello fisico con il difensore senegalese è impietoso, sbaglia anche scelte piuttosto semplici a inizio ripresa che avrebbero potuto dare all'Inter occasioni importanti. Esce ridimensionato dalla trasferta partenopea. 

D'Ambrosio 5

Nel primo tempo viene arato dalla catena mancina del Napoli con Fabian Ruiz e Ghoulam che da quella parte fanno il bello e il cattivo tempo. Nella ripresa fa l'interno di destra della difesa a tre e le cose non migliorano granché. Anzi. Sulla sua partita pesano due errori marchiani: il primo quando non segue il movimento di Mertens e non lo chiama a Miranda in occasione del 2-0 che taglia le gambe all'Inter. Poi perde la palla che porta al 4-0.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.