Torino, caos in piazza San Carlo: colpevoli condannati a 10 anni

Condannati a 10 anni i quattro ragazzi che il 3 giugno 2017 hanno scatenato il panico con uno spray al peperoncino provocando due morti e 1672 feriti.

1 condivisione 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Dieci anni. A tanto sono stati condannati Sohaib Boumadaghen, Hamza Belghazi, Mohammed Machmachi ed Es Sahibi Aymene. I quattro giovani marocchini sono i responsabili di quanto successo il 3 giugno 2017 in piazza San Carlo a Torino, dove migliaia di persone si radunarono per vedere sui maxi-schermi la finale di Champions League tra Juventus e Real Madrid. 

I quattro scatenarono il panico tra la folla con uno spray al peperoncino utilizzato per derubare i presenti. L'accusa nei loro confronti è di omicidio preterintenzionale, lesioni, rapina e furto. Il caos che generarono portò alle morti di Erika Pioletti e Marisa Amato e al ferimento di 1672 persone. 

Nella giornata odierna - riporta Repubblica.it - il giudice Maria Francesca Abenavoli ha condannato in rito abbreviato a 10 anni e 4 mesi Sohaib Boumadaghen, Hamza Belghazi e Mohammed Machmachi, mentre a 10 annni e 3 mesi Es Sahibi Aymene che non era accusato del furto. I quattro ragazzi si trovano in carcere dall'aprile del 2018 e ci resteranno ancora in attesa del processo d'appello, visto che nella sentenza è stata rinnovata l'ordinanza di custodia cautelare in scadenza a giorni.

In queste ore inoltre è in corso l'udienza preliminare per i quindici amministratori, dalla sindaca Chiara Appennino all'ex questore, agli organizzatori dell'evento, accusati di lesioni, omicidio e disastro colposo. Per questo filone processuale i tempi si prospettano molto più lunghi dal momento che è in corso una trattativa tra le parti lese e le compagnie assicuratrici del Comune e dell'ente Turismo Torino per il risarcimento dei danni.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.