MotoGP Le Mans, Prove Libere 1/2: Vinales super, Ducati ok, Rossi out

La prima giornata del GP di Le Mans vede Vinales al comando davanti a Marquez e Quartararo. Ducati entra nella top-10, Rossi in difficoltà spera in una FP3 sull'asciutto.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Nel secondo turno di prove libere MotoGP le nuvole iniziano a presidiare il cielo sopra Le Mans, ma la pioggia prevista per domani non fa la sua comparsa. La sessione pomeridiana inizia subito con una doppia caduta in casa Ducati: Danilo Petrucci scivola alla curva 9 dopo aver perso l'anteriore, Jack Miller alla curva 3. La strategia gomme sembra orientata tra morbida-media sia all'anteriore che al posteriore, sebbene Marc Marquez abbia girato anche con la Hard al posteriore per una questione di genetica della Honda. Il Cabroncito mostra un buon ritmo sin dal mattino, ma nelle FP2 deve accontentarsi del 2° tempo alle spalle di un super Maverick Vinales in 1'31"428.

La Yamaha instaura un buon feeling con il tracciato francese e lo dimostra il 3° posto di Fabio Quartararo dopo il best lap del mattino. Ma la vera notizia è la prestazione di Jorge Lorenzo che piazza un ottimo 4° crono e allontana le voci di ultimatum vociferate senza fondamento negli ultimi giorni. 5° e 6° tempo per le Ducati di Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci, seguiti dai fratelli Pol e Aleix Espargarò, mentre Takaaki Nakagami e Franco Morbidelli chiudono la top-10. Valentino Rossi al momento resta fuori dalla Q2, lamenta otto decimi di ritardo dal compagno di squadra e in caso di pioggia nelle FP3 di domani dovrà partecipare alla lotteria della Q1.

Nelle fasi finali della seconda sessione di prove libere pioggia di cadute. A finire sull'asfalto Pol e Aleix Espargarò, Cal Crutchlow, Jack Miller e Joan Mir. Andrea Iannone al lavoro su due differenti copriserbatoio è solo 19°. Intanto la Dorna annuncia la morte di un marshall al mattino dopo essere stato colto da un infarto. La MotoGP ritornerà in azione sabato alle 09:55 per il terzo round di libere.

MotoGP Le Mans, FP2: tempi e classifica finale

  1. Viñales, Yamaha, 1'31"428 min
  2. Márquez, Honda, + 0,190 sec
  3. Quartararo, Yamaha, + 0,285
  4. Lorenzo, Honda, + 0,288
  5. Dovizioso, Ducati, + 0,308
  6. Petrucci, Ducati, + 0,471
  7. Pol Espargaró, KTM, + 0,495
  8. Aleix Espargaró, Aprilia, + 0,704
  9. Nakagami, Honda, + 0,775
  10. Morbidelli, Yamaha, + 0,811
  11. Crutchlow, Honda, + 0,842
  12. Bagnaia, Ducati, + 0,857
  13. Rossi, Yamaha, + 0,892
  14. Mir, Suzuki, + 0,894
  15. Rins, Suzuki, + 0,957
  16. Miller, Ducati, + 1,145
  17. Zarco, KTM, + 1,146
  18. Abraham, Ducati, + 1,571
  19. Iannone, Aprilia, + 1,713
  20. Oliveira, KTM, + 1,973
  21. Rabat, Ducati, + 2,003
  22. Syahrin, KTM, + 2,475
Marc Marquez pilota Honda MotoGP
Marc Marquez a Le Mans

MotoGP Le Mans, la prima sessione di prove libere

Le FP1 del GP di Le Mans si chiudono con il miglior tempo di Fabio Quartararo conquistato nel suo ultimo giro con una gomma Soft al posteriore. Il rookie francese della MotoGP esalta subito il pubblico di casa ed è l'unico a scendere sotto il muro dell'1'32". Dopo la grande prestazione di Jerez lascia presagire un altro week-end ad alti livelli in sella alla Yamaha M1. Alle sue spalle le due Ducati ufficiali di Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci che confermano il buon feeling con il circuito Bugatti, sebbene resti qualcosa da migliorare nei cambi di direzione.

Maverick Vinales firma il 4° crono a 217 millesimi dal compagno di marca satellite, mentre il venerdì di libere inizia in salita per Valentino Rossi che mette a verbale la perdita della catena mentre percorreva la curva 8. Il problema meccanico ha fatto perdere circa 15' al Dottore che è rientrato in pista con doppia Soft per provare subito l'assalto al tempo e riuscendo a strappare un utile 10° posto. Marc Marquez con la gomma media sigla il 5° crono del mattino: per il fenomeno di Cervera una scatoletta in stile Ducati piazzata sul codone della sua RC213V, che potrebbe servire a smorzare le vibrazioni al posteriore, oltre ad un nuovo forcellone. Marc si è reso autore dell'ennesimo salvataggio in extremis dopo aver toccato il cordolo in curva 8, dove poco prima era caduto Jorge Lorenzo seguendo una dinamica molto simile.

Buon inizio per le KTM che posizionano entrambe le RC16 del team ufficiale nella top-10, mentre Franco Morbidelli, in pista con un nuovo aggiornamento aerodinamico come quello montato dai piloti ufficiali Yamaha, non va oltre la 12esima piazza. Andrea Iannone rientra in pista dopo l’infortunio sofferto nelle FP4 a Jerez. Il pilota Aprilia Racing Team Gresini ha avuto il via libera dal centro medico, ma il piede è ancora dolorante: per l'abruzzese 19° crono con 2,149" di ritardo. Ancora una volta ultimo il malese Syahrin con la KTM del team Tech3.

Le Mans, FP1: tempi e classifica finale

  1. Quartararo, Yamaha, 1:32,986
  2. Dovizioso, Ducati, + 0,127
  3. Petrucci, Ducati, + 0,207
  4. Viñales, Yamaha, + 0,217
  5. Márquez, Honda, + 0,247
  6. Pol Espargaró, KTM, + 0,251
  7. Miller, Ducati, + 0,252 sec
  8. Mir, Suzuki, + 0,640
  9. Zarco, KTM, + 0,738
  10. Rossi, Yamaha, + 0,774
  11. Crutchlow, Honda, + 0,845
  12. Morbidelli, Yamaha, + 0,684
  13. Bagnaia, Ducati, + 0,996
  14. Lorenzo, Honda, + 1,105
  15. Nakagami, Honda, + 1,137
  16. Aleix Espargaró, Aprilia, + 1,273
  17. Rins, Suzuki, + 1,371
  18. Rabat, Ducati, + 2,127
  19. Iannone, Aprilia, + 2,149
  20. Oliveira, KTM, + 2,243
  21. Abraham, Ducati, 2,495
  22. Syahrin, KTM, + 3,493

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.