Juventus, i motivi della separazione con Allegri

Il tecnico livornese lascia la panchina bianconera dopo cinque stagionI: ecco cosa c'è alla base del divorzio.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

L'annuncio è arrivato come un fulmine a ciel sereno. La Juventus ha comunicato che Massimiliano Allegri non sarà l'allenatore della prossima stagione. Proprio mentre si aspettava un nuovo incontro tra il tecnico e il presidente Andrea Agnelli, ecco la notizia che mette fine alla telenovela. 

Alla base di questa separazione, riporta Sky Sport, c'è una differenza di vedute. Allegri avrebbe voluto mettere in atto una piccola rivoluzione, cedendo diversi giocatori e acquistandone altri per portare aria nuova nell'ambiente. 

Al contrario il vicepresidente Pavel Nedved era stato molto chiaro: "Questa rosa è difficilmente migliorabile". Insomma, non c'era quell'unità d'intenti necessaria per andare avanti insieme, provare l'ennesimo assalto alla Champions League e confermarsi in Italia. 

Juventus, Allegri come Conte

L'addio di Massimiliano Allegri, ricorda l'inviato di Sky Sport Giovanni Guardalà, ricorda quello di Antonio Conte, che aveva ormai spremuto i giocatori a sua disposizione e pretendeva una rifondazione. E invece oggi come allora la società vuole mantenere gran parte degli elementi sotto contratto e ha preferito cambiare guida tecnica. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.