Europeo under 17, Italia in finale: Francia ko, ora l'ostacolo Olanda

Azzurrini all'ultimo atto della manifestazione giovanile dopo aver fatto percorso netto. Brilla la stella di Salvatore Esposito, già nel giro della prima squadra dell'Inter.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Tra polemiche arbitrali e terremoti nelle serie inferiori del nostro calcio, si fa largo un'Italia che piace trasversalmente a tutti. È la nazionale di Carmine Nunziata, che poche ore fa si è assicurata la qualificazione alla finale dell'Europeo under 17 battendo 2-1 in rimonta la ben più quotata Francia. Che gli Azzurrini fossero un gran collettivo si era capito già dalla fase a gruppi, ma la prova di forza contro i pari età dei Galletti ha posto definitivamente l'accento sulla grande crescita delle rappresentative giovanili italiani.

L'abbraccio finale racchiude tutti i valori trasmessi ai ragazzi da uno staff tecnico competente e preparato: l'orgoglio di vestire la maglia della Nazionale, la grinta, la consapevolezza che - anche contro avversari sulla carta qualitativamente più forti - il campo rimane il giudice supremo sono concetti sui quali Nunziata ha battuto spesso per preparare i suoi ragazzi ad affrontare la manifestazione col piglio giusto. E la ricompensa è arrivata. Dopo essere andata sotto per mano dell'interessante Mollet, l'Italia è stata brava a reagire trovando l'immediato pari con Sebastiano Esposito.

Poi, nella ripresa, Destiny Iyenoma Udogie ha pescato il jolly che è valso il sorpasso sui cugini transalpini, impietriti al fischio finale per aver perso un match dominato per lunghi tratti. Ma il calcio è così: la concretezza degli Azzurrini questa volta ha pagato, regalando alla squadra la seconda finale consecutiva di questo torneo sempre contro la stessa avversaria. Ma, contrariamente al primo esito, si spera che questa volta possa andare diversamente: sconfitti dagli Oranje ai calci di rigore, Esposito e compagni sono alla ricerca di rivincite, visto che l'ora di portare a casa qualche risultato concreto sembra sia finalmente arrivata.

L'Italia festeggia un gol all'Europeo under 17
I giocatori dell'under 17 italiana festeggiano un gol segnato all'Europeo: battendo la Francia gli Azzurrini si sono conquistati l'accesso alla finale, dove troveranno l'Olanda

Europeo under 17, Italia in finale: il percorso degli Azzurrini

L'Italia ci ha messo decisamente poco per far capire alla gente che, almeno a questi livelli, il fattore sorpresa può essere decisivo. Già nel gruppo Elite di qualificazione la selezione azzurra aveva avuto la meglio sulla pericolosissima Austria, spazzata via senza problemi e tenuta a distanza proprio come avvenuto contro la Spagna, vero spauracchio della fase a gironi di questo Europeo under 17. Il percorso però è stato netto: dopo aver battuto 3-1 la Germania nella serata dell'esordio grazie alle reti di Bonfanti, Giovane e del solito Esposito è arrivata la facile vittoria sull'Austria, sconfitta 2-1 a distanza di pochi mesi dalla prima volta.

Esposito, 3 gol nella prima fase, è ancora il mattatore della serata grazie a un gol su rigore e all'assist decisivo per Panada. Poi, a coronare il cammino senza sbavature, è arrivata la goleada alle giovani Furie Rosse, travolte 4-1 dagli acuti di Colombo, Moretti, Pirola e - guarda un po' - ancora Esposito. Il talento dell'Inter è sicuramente uno dei giovani in rampa di lancio del calcio italiano, prova ne sia l'esordio che Luciano Spalletti gli ha regalato in occasione di una partita di Europa League.

La rete di Ruggeri ha invece permesso all'Italia di regolare di misura il Portogallo, prima del capolavoro sfoderato contro la Francia, dove la squadra di Nunziata ha messo in mostra una fase difensiva ai limiti della perfezione, nonostante i tanti spauracchi in forza alla formazione transalpina. Per esempio, il talento del PSG Aouchiche è stato completamente disinnescato dall'ottima gabbia costruitagli attorno, il che ha rappresentato un grande problema visto che proprio sul centrocampista classe 2002 - 9 gol nella manifestazione e classe da vendere alla pari dell'obiettivo juventino Lucien Agoume - i Bleus hanno impostato spesso la loro manovra offensiva.

Il resto è storia recente. Domenica, ore 17.30 italiane, gli Azzurrini se la vedranno contro la pericolosa Olanda, capace di battere Belgio e Spagna nella fase a eliminazione diretta. Gli osservati speciali rispondono ai nomi di Mohamed Taabouni, esterno sinistro classe 2002 dell'AZ Alkmaar, e Brian Brobbey, centravanti dall'innato senso del gol cresciuto nel settore giovanile dell'Ajax. Comunque vada la finale, l'Italia è già qualificata per il Mondiale di categoria che si giocherà in Brasile verso la fine del 2019. Ma si sa, a un passo dalla vittoria è lecito sognare in grande.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.