MotoGP, Rossi: "Sono qui perché penso di poter vincere"

Le Mans può essere un tracciato favorevole per il Dottore che insegue la vittoria da 31 gare: "Ci manca qualcosa rispetto a Marquez".

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Valentino Rossi non era presente nei 'fantastici sei' presenti alla conferenza stampa MotoGP a Le Mans. Colpa di quel sesto posto a Jerez che suona un po' come una nota amara in questa prima parte del Motomondiale, perché nonostante il buon grip offerto dall'asfalto andaluso non è riuscito a trovare un buon setting per la sua Yamaha M1. Il podio di Vinales infonde ottimismo, il prototipo di Iwata mostra un discreto potenziale su ogni tracciato, ma il distacco da Honda, Ducati e adesso anche dalla Suzuki resta incolmato.

A Le Mans il Dottore non vince dal lontano 2008 ma conta 13 podi, negli ultimi cinque anni ha centrato quattro volte la top-3, con i lunghi curvoni d'Oltralpe giocano a favore della YZR-M1. Ma la concorrenza si fa sempre più serrata, occorre trovare l'alchimia vincente tra set-up. gomme, asfalto e pilota. E ogni anno è una storia a sé, senza dimenticare che in Francia il meteo avverso fa sempre la sua comparsa e per sabato si prevede pioggia. Una variabile impazzita che potrebbe rivoltare gli equilibri e dare manforte ai piloti da bagnato come Miller e Petrucci, che in condizioni avverse sfoderano una marcia in più.

Il segreto sta nel trovare una base ottimale sin dalle prime prove libere del venerdì, quando sarà fondamentale prepararsi al time attack, prima che il meteo metta lo zampino. Su un tracciato costellato da brusche frenate e ripartenze ai bassi regimi servirà fare leva sul freno motore, dove le Yamaha hanno fatto un bel passo avanti con la nuova specifica del quattro cilindri in linea. Ma anche sperare in utili aggiornamenti di elettronica sperimentati nel test IRTA di Jerez. L'assalto al vertice parte innanzitutto dai box, dal lavoro eseguito dai tecnici e dal nuovo reparto di elettronica coordinato da Michele Gadda.

Valentino Rossi pilota Yamaha MotoGP
Valentino Rossi in sella alla Yamaha M1

Valentino Rossi: "Ci manca qualcosa rispetto a Marquez"

Sulla carta il GP di Le Mans dovrebbe essere favorevole a Valentino Rossi, ma bisogna fare i conti con Honda e Ducati, con la fame di vittorie dei giovani piloti, compresi i funambolici Quartararo e Morbidelli che a Jerez hanno dato prova del loro carattere.

Bisogna vedere quest'anno come va. Solitamente - ha detto a Sky Sport - Le Mans è una buona pista per la M1. L'anno scorso è stato un buon week-end, sono riuscito ad arrivare sul podio. Però ogni anno è diverso, bisogna vedere tante cose e se saremo più competitivi rispetto a Jerez.

Dopo quattro gare il campione di Tavullia è quarto in classifica a nove lunghezze da Marc Marquez, seppure sia una classifica alquanto bugiarda, caratterizzata dalla caduta del campione spagnolo ad Austin per un problema tecnico.

Buono essere qui a nove punti dalla vetta, ho fatto già due podi, quindi l'inizio della stagione è stato abbastanza positivo, ma ci manca qualcosa rispetto a Marquez. Siamo a nove punti perché è caduto ad Austin se no il distacco sarebbe maggiore. Dobbiamo lavorare ancora tanto, ma speriamo di essere più competitivi in questo week-end.

Da 31 gare senza vittoria, Valentino Rossi non perde gli stimoli, consapevole di dover ridimensionare le aspettative rispetto agli inizi di carriera.

Se sono ancora qui è perché penso di poter ancora vincere e me ne vado a casa con quella speranza. Naturalmente, nella prima fase della mia carriera, ho vinto circa 11 GP l'anno. Per continuare in questa disciplina, ho dovuto resettare un po'. Ma direi che sono qui per le stesse ragioni.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.