Juventus - Allegri, fumata grigia: dopo l'incontro regna il silenzio

Il tecnico ha cenato con il presidente bianconero per definire il proprio futuro, che verrà svelato solo più avanti. Silenzio sull'esito, ma l'ultima parola sarà della società.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Una cena per decifrare il futuro. La giornata campale per la Juventus si è conclusa nella serata di mercoledì, quando Massimiliano Allegri si è presentato a casa di Andrea Agnelli per un incontro a quattro occhi durante il quale, come ci si aspettava, i due si sono parlati schiettamente scoprendo definitivamente le carte in vista di quello che sarà il cammino professionale del tecnico livornese. Adesso non si può più tergiversare: il tempo scarseggia e c'è una nuova stagione da programmare, quindi la dirigenza bianconera vuole sapere con certezza se Allegri è dentro o fuori.

Ripartire insieme più forti di prima o separarsi definitivamente? Difficile dirlo in questo momento, perché alla fine del summit nessuna delle due parti interessate è stata intercettata, nonostante gli addetti ai lavori abbiano puntualmente seguito e commentato tutta la giornata di Max a partire dal primo allenamento mattutino avvenuto nel centro sportivo della Continassa. Le uniche cose chiare riguardano il chiarimento a tutto tondo: Allegri ha dettato le condizioni per restare, Agnelli lo ha ascoltato ribadendogli le cose che non gli sono piaciute e tutti e due hanno concordato che il bene della Juventus è la cosa di primaria importanza in questo momento.

Fughe di notizie zero, perché domenica sera c'è una festa da onorare e una partita vera da affrontare, contro un'Atalanta che arriverà famelica all'Allianz Stadium dopo la brutta delusione della finale di Coppa Italia persa contro la Lazio. La società vuole evitare ogni eventuale situazione spiacevole legata all'ipotetico addio del tecnico, che dal canto suo si è chiuso nel silenzio più totale dribblando con stile anche i giornalisti che gli si erano appostati sotto casa con l'obiettivo di strappargli mezza dichiarazione ufficiale. Prima si festeggia l'ottavo Scudetto di fila, poi sarà il momento di uscire allo scoperto.

Agnelli a una partita della Juventus
Il presidente della Juventus, Andrea Agnelli, ha incontrato Massimiliano Allegri per definire la situazione legata alla panchina bianconera per la prossima stagione

La Juventus incontra Allegri: ad Agnelli l'ultima parola

L'unica cosa che si può quindi ipotizzare è come sia andato l'incontro, o meglio cosa si siano detti nel dettaglio i due protagonisti principali di questa telenovela che ormai dura da quasi due mesi. Va precisato che, secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, l'impressione filtrata in tarda serata è che sarà comunque la società ad avere l'ultima parola. Agnelli ha catechizzato Allegri chiedendogli più coraggio nella proposta di gioco e di plasmare la squadra con un po' più di attitudine verso la Champions League, perché se è vero che il toscano ci è arrivato due volte vicino, va altrettanto specificato come la dirigenza sia rimasta delusa dopo l'ultima eliminazione da parte dell'Ajax.

Nonostante ciò, il numero uno del club ha sempre avuto fiducia nel suo allenatore, reputato un profilo ideale nell'immaginario di una gestione aziendale da parte della Juventus. La stima è per lui è alta a tal punto che, come riferiscono i beninformati, martedì sera a cena lo stesso Agnelli avrebbe riferito ad alcuni amici di essere intenzionato a confermare il mister parlando specificatamente di futuro insieme. Il che, tradotto, significa che gli verrà sicuramente offerto un nuovo contratto per non costringerlo a lavorare in scadenza, magari con ingaggio ritoccato al rialzo in funzione di un riconoscimento che Allegri pensa di meritare.

Il resto però lo deciderà la società, assolutamente non intenzionata a sottostare ai diktat di un allenatore, qualunque esso sia. Le due parti dovrebbero comunque cercare di venirsi incontro su alcuni punti riguardanti la gestione tecnica della Juventus che verrà, una squadra che Allegri vedrebbe sensibilmente rinnovata chiedendo così uno sforzo ulteriore a una dirigenza che, solo un anno fa, gli ha regalato Cristiano Ronaldo. Ci andranno almeno 5 acquisti e qualche cessione illustre, da pescare tra i giocatori che non gli vanno a genio.

Max vuole gente nuova e fresca, capace di impattare in maniera immediata sulla Champions League, e in più chiede più potere decisionale in fase di scelta. Sul piatto il tecnico potrebbe aver messo anche una possibile offerta arrivata dal PSG, che secondo alcune voci lo avrebbe stuzzicato con un contratto da 20 milioni di euro l'anno. Una cifra record che lo avrebbe fatto vacillare, costringendo Agnelli a guardarsi intorno in cerca di quelle alternative al momento assenti. L'impressione è che nei prossimi giorni qualcosa potrebbe muoversi: probabilmente una decisione è stata già presa, ma prima c'è da terminare ufficiale la stagione. L'ultima alla Juventus di Allegri? Ancora non si sa, ma non manca più molto per scoprirlo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.