Fuga dall'Atletico Madrid: come sarà la nuova squadra di Simeone?

L'addio di Griezmann si aggiunge a quelli di Godin e Lucas Hernandez. Dopo un'annata difficile, il Cholo dovrà risollevare le sorti dei colchoneros.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Sarà una delle sessioni di calciomercato più frenetiche e complicate degli ultimi anni, soprattutto dopo una stagione di delusioni cocenti tra Liga e Champions League. La stagione dell'Atletico Madrid è ormai in dirittura d'arrivo e le scelte dei calciatori stanno mettendo a dura prova le ambizioni future sia del club, sia del suo allenatore, che avrà il compito di avviare un nuovo ciclo con la sua filosofia.

Diego Simeone farà presto i conti con i tre addii già annunciati. Uno dei simboli dei colchoneros, Diego Godin, lascerà la Spagna per approdare all'Inter, con cui ha già un accordo da mesi. Lucas Hernandez diventerà un calciatore del Bayern Monaco a partire dall'1 luglio 2019. Ultimo, ma non per importanza, il saluto di Antoine Griezmann: l'annuncio dell'attaccante francese non è solo il termine della sua esperienza all'Atletico Madrid, ma anche un probabile passaggio alla rivale più forte in campionato, il Barcellona.

Rimpiazzare 3 pedine di questo calibro non sarà facile, soprattutto per l'impatto che hanno avuto in questi anni durante le partite e nello spogliatoio. Per Simeone diventa fondamentale piombare sul calciomercato estivo, forte delle entrate che il club registrerà da Griezmann e Lucas Hernandez. Con l'esodo di fine stagione, i colchoneros sono obbligati a ritrovare la propria competitività su tutti i fronti.

Griezmann si aggiunge a Godin e Lucas Hernandez: Simeone dovrà ricostruire l'Atletico Madrid senza 3 tasselli fondamentali
Griezmann si aggiunge a Godin e Lucas Hernandez: Simeone dovrà ricostruire l'Atletico Madrid senza 3 tasselli fondamentali

Esodo Atletico Madrid: Simeone perde 3 pezzi

La stagione 2018/2019 si concluderà con la sola Supercoppa UEFA in bacheca, titolo che risale ad agosto 2018. Dopo il successo di Tallinn sul Real Madrid, è arrivato un secondo posto in Liga alle spalle del Barcellona, un'eliminazione agli ottavi di finale di Copa del Rey contro il Girona, ma soprattutto il bruciante ko negli ottavi di finale di Champions League contro la Juventus. Il 3-0 bianconero all'Allianz Stadium, dopo il 2-0 dell'Atletico Madrid al Wanda Metropolitano, ha di fatto tagliato le gambe ai colchoneros, sia dal punto di vista mentale per l'ultima parte di stagione sia sul piano delle ambizioni future.

Atletico Madrid
La batosta dell'Allianz Stadium ha segnato la stagione dell'Atletico Madrid

Nonostante la finale di Champions League nel proprio stadio e il patto dei giocatori durante la scorsa estate, con il quale si impegnavano a rimanere in blocco per trionfare in casa, la stagione si concluderà senza ulteriori gioie. Troppo forte il Barcellona, inavvicinabile per larghi tratti della Liga. Troppo morbido l'approccio della squadra nelle sfide ad eliminazione diretta: la rimonta della Juventus era un rischio concreto, ma l'eliminazione dalla Copa del Rey per un 3-3 in casa è un secondo specchio, forse ancor più nitido, della condizione dell'Atletico Madrid.

Con queste batoste sulle spalle, la scelta di un trasferimento altrove ha solleticato la mente dei giocatori più insoddisfatti. Non quella di Godin, già certo del suo addio fin da metà stagione. Lucas Hernandez ha raggiunto l'accordo col Bayern prima dell'estate, Griezmann ha mollato dopo essersi trattenuto a Madrid più di quanto avesse effettivamente voluto. Per i colchoneros, sarà impossibile ripartire senza sostituire un trio così pesante.

Le prospettive future

Non tutto è perduto. Se Godin va via a parametro zero, non può dirsi lo stesso degli altri due. Il Bayern ha pagato la clausola rescissoria di 80 milioni per aggiudicarsi Lucas Hernandez, mentre il prossimo club di Griezmann, che potrebbe essere il Barcellona ma non è stato ancora ufficializzato, ha sborsato 120 milioni per liberarlo dal club biancorosso.

L'Atletico Madrid avrà così 200 milioni di euro da investire nella prossima sessione di calciomercato, senza dimenticare la somma che non investirà più negli ingaggi dei 3 giocatori che lasceranno i colchoneros. Sarà battaglia aperta con l'altra metà della città: Zidane proverà a rimettere in carreggiata il Real Madrid e potrebbe farlo con l'acquisto di Hazard dal Chelsea, alzando sensibilmente l'asticella dei colpi di mercato da effettuare.

Un ruolo fondamentale lo giocherà ovviamente Simeone, ancora in coppia con Burgos in una panchina dall'alto tasso di intelligenza calcistica in combinazione con la garra sudamericana. Sarà la filosofia del Cholo, mescolata con la grinta del Mono, a dettare le strategie del prossimo calciomercato dei colchoneros. Tutto dipende da come verranno sostituiti i partenti: la ricerca degli elementi perfetti per recitare un ruolo importante in Liga e Champions League sarà maniacale.

Cholo Mono
Diego Simeone e German Burgos, l'Atletico Madrid riparte ancora dalla coppia in panchina

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.