Il Chelsea vince l'Europa League: in Champions va il Lione

Già qualificati alla più importante manifestazione continentale, i Blues non lasciano all'Arsenal sconfitto in finale ma, secondo regolamento, alla terza classificata in Ligue 1.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Sabato 1° giugno, al Wanda Metropolitano di Madrid, si concluderà con l'attesa finale di Champions League una stagione calcistica assolutamente dominata a livello internazionale dal calcio inglese. Saranno infatti Liverpool e Tottenham Hotspur a giocarsi il più ambito trofeo UEFA, una sfida "made in Premier League" che è stata preceduta tre giorni prima dalla finale di Europa League che a Baku ha visto il Chelsea di Sarri travolgere l'Arsenal con un netto 4-1.

Pur restando un trofeo prestigioso, l'Europa League - evoluzione e fusione delle vecchie Coppa UEFA e Coppa delle Coppe - resta ampiamente secondo per importanza rispetto alla Champions League: a dirlo, oltre all'abisso che corre in termini di introiti economici per chi partecipa all'una o all'altra competizione, anche il fatto stesso che il premio assegnato a chi trionfa in Europa League, oltre alla coppa, è la partecipazione alla futura Champions.

Ma cosa succede - come successo quest'anno - se a trionfare è un club che ha già conquistato l'accesso alla più importante manifestazione continentale attraverso il piazzamento in campionato? L'istinto porterebbe a pensare che il posto in Champions venga assegnato alla squadra finalista, il regolamento in realtà dice tutt'altro: in caso di vittoria dell'Arsenal, quinto in Premier, nella prossima Champions League l'Inghilterra si sarebbe ritrovata ad avere ben 5 rappresentanti. Ma ha trionfato il Chelsea, che in campionato ha già ottenuto il suo pass per l'Europa che conta con il terzo posto finale, e quindi il posto in palio è stato assegnato al Lione, terza classificata in Ligue 1, il campionato francese attualmente quinto nel ranking UEFA. 

Un cartellone che pubblicizza la finale di Europa League a Baku
A Baku il Chelsea batte 4-1 l'Arsenal in finale di Europa League

Europa League, perché il Lione ha tifato Chelsea

Venerdì 24 maggio la Ligue 1 si è conclusa, e con essa la corsa per un terzo posto che ora garantisce ben più della partecipazione alla prossima Europa League. Grazie infatti al trionfo del Chelsea di Maurizio Sarri, il Lione ha acquisito il diritto di partecipare direttamente alla fase a gironi della prossima Champions League, senza passare dal terzo turno preliminare. 

Questo perché a contare è il ranking, la classificazione che la UEFA attribuisce a ogni singolo campionato continentale: più questo è importante e più squadre qualifica alla successiva edizione delle coppe europee. Nello specifico, il posto assegnato in Champions a chi vince l'Europa League, oltre a chiarire in modo netto la differente importanza delle due manifestazioni, va soltanto a chi effettivamente alza il trofeo. 

A beneficiare del successo del Chelsea sono anche l'Istanbul Basaksehir (secondo nel campionato turco) e il LASK Linz (secondo nel campionato austriaco). Entrambe le squadre salteranno un turno di qualificazione ed entreranno in gioco a partire dal terzo e non dal secondo. In questo modo anche per loro la Champions è molto più vicina. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.