Il Barcellona alla ricerca di 190 milioni: tutti i possibili partenti

Nella lista dei calciatori che i blaugrana sono disposti a vendere per finanziare gli arrivi di De Jong, De Ligt e Griezmann non mancano nomi importanti, da Rakitic e Umtiti passando per Malcom e Coutinho.

1 condivisione 0 commenti

di -

Share

In attesa di decidere quale sarà il futuro del tecnico Ernesto Valverde, ancora in bilico per le debacle europee nonostante in patria non abbia conosciuto rivali in Spagna negli ultimi due anni, il Barcellona sta già progettando il futuro. I tre principali colpi del prossimo calciomercato sono già stati stabiliti da tempo: a Frenkie de Jong, già acquistato a gennaio per 75 milioni di euro, i catalani affiancheranno Matthijs de Ligt e Antoine Griezmann, che proprio ieri ha annunciato il suo addio all'Atletico Madrid.

Stiamo parlando di due prospetti giovani ma già fortissimi e di un campione del mondo, tra i migliori attaccanti in circolazione, tre rinforzi di spessore che il Barcellona pagherà adeguatamente: ai 75 milioni di De Jong andranno così aggiunti con la riapertura del mercato i 70 con cui l'Ajax valuta De Ligt e i 120 necessari per pagare la clausola di rescissione di Griezmann. Una spesa totale pari a 265 milioni, cifra che in tempi di Fair Play Finanziario metterebbe in difficoltà qualsiasi club e che per motivi di bilancio il club blaugrana dovrà cercare di bilanciare con qualche cessione importante.

Una questione economica che la stampa spagnola riassume così: vista la crescita delle entrate nel club, il Barcellona sosterrà autonomamente l'acquisto di Frenkie de Jong, non a caso già bloccato a gennaio, mentre per quanto riguarda le operazioni che coinvolgeranno De Ligt e Griezmann le risorse dovranno necessariamente arrivare dal calciomercato in uscita, da cui dovranno arrivare quindi 190 milioni. Nella lista dei probabili partenti non mancano ovviamente nomi illustri, da quel Philippe Coutinho che ancora oggi è il blaugrana più costoso di sempre fino a Ivan Rakitic, dal difensore campione del mondo Umtiti al guizzante brasiliano Malcom, soffiato appena 12 mesi fa alla Roma in modo a dir poco controverso.

Rakitic e Semedo contro Vinicius Junior durante Barcellona-Real Madrid
Nelson Semedo e Ivan Rakitic sono due giocatori importanti per il Barcellona ma che potrebbero comunque finire sul mercato la prossima estate.

Calciomercato, da Umtiti a Rakitic: ecco cosa offre il Barcellona

Ce n'è per tutti i gusti, dunque, a patto che chi si presenterà alla porta dei campioni di Spagna lo faccia con il libretto degli assegni in mano: la necessità di vendere non porterà certo il Barcellona a svendere giocatori il cui valore è noto, ma certo è che con la necessità impellente di arrivare ai cardini del nuovo corso - gli olandesi e Griezmann appunto - sul mercato finirà anche chi fino a poche settimane fa, fino alla disfatta in semifinale di Champions League contro il Liverpool, poteva essere quasi sicuro di restare.

Il profilo in uscita più interessante è sicuramente quello di Philippe Coutinho: acquistato nel gennaio 2018 per ben 160 milioni, dopo un buon inizio di stagione è stato costretto ai box da un infortunio dal quale non ha saputo tornare al 100%. Le alte aspettative dovute alla cifra versata per aver e l'atteggiamento severo del pubblico del Camp Nou, che non ha mancato di fischiarlo in più occasioni, hanno fatto il resto: la sensazione è che il brasiliano non sia da Barcellona e per circa 110-120 milioni potrebbe tornare in Premier League, dove gli estimatori non mancano.

Altro brasiliano in bilico è Malcom, soffiato alla Roma la scorsa estate e per cui non mancano pretendenti né in Europa né in Cina: costato 40 milioni, ha faticato a trovare spazio ma quando ha avuto le sue occasioni ha sempre saputo sfruttarle. Come attaccante di scorta, magari da utilizzare in corso d'opera per "spaccare la partita", il Barcellona sarebbe orientato a trattenerlo, ma certo è che se qualcuno si presenterà con una cifra importante, tra i 40 e i 50 milioni, il giocatore potrebbe anche svestire il blaugrana.

Insieme a Coutinho i nomi più importanti sono però quelli di Samuel Umtiti e Ivan Rakitic, rispettivamente campione e vice-campione del mondo a Russia 2018 e punti fermi del club: il difensore francese andandosene potrebbe portare in cassa circa 40 milioni e liberare il posto per De Ligt, il problema è che non ha intenzione di farlo e inoltre le non perfette condizioni fisiche sembrano aver sfiduciato qualche possibile acquirente.

Per quanto riguarda Rakitic il discorso è lo stesso: può portare nelle casse blaugrana circa 50 milioni di euro, ma non ha intenzione di lasciare e anzi attende ancora il miglioramento di contratto che gli è stato promesso ormai 12 mesi fa. Si tratta inoltre di un giocatore di spessore assoluto, un titolare fisso, e non esiste garanzia che possa essere sostituito da De Jong, giocatore più simile semmai a Busquets.

Samuel Umtiti e Antoine Griezmann in allenamento con la Francia
Campioni del mondo, i francesi Antoine Griezmann e Samuel Umiti rischiano di non esserlo a livello di club: se il primo sta per arrivare al Barcellona, infatti, il secondo potrebbe presto lasciarlo.

Il portiere olandese Jasper Cillesen è una pedina sacrificabile: affidabile secondo di Ter Stegen, non ha mai rappresentato una prima scelta nelle tre stagioni in cui ha indossato il blaugrana. Il Barcellona per privarsene però chiede dai 25 ai 30 milioni di euro, cifra decisamente fuori mercato per un giocatore che è una riserva conclamata ormai da anni. La cessione è difficile, inoltre i catalani sarebbero comunque costretti a cercare sul mercato un nuovo vice per Ter Stegen, con conseguente spesa.

In Inghilterra i campioni di Spagna hanno mandato ben due giocatori nel tentativo di rivalutarli e poi magari liberarsene. Il primo è André Gomes, portoghese che effettivamente all'Everton è rinato e che potrebbe essere riscattato proprio dai Toffees ma che in ogni caso porterà quasi sicuramente una cifra compresa tra i 20 e i 25 milioni di euro nelle casse del Barcellona, che invece deve aspettarsi poco da Denis Suarez: prestato a gennaio all'Arsenal, anche prima che un infortunio lo mettesse fuori causa il ragazzo non aveva impressionato Unai Emery, giocando poco e in modo poco convincente.

La lista dei possibili partenti si conclude con Marc Cucurella, esploso in prestito all'Eibar e che il Barcellona vorrebbe cedere inserendo però una clausola di recompra, Rafinha Alcantara, per l'ennesima volta in carriera bloccato da un grave infortunio che allontana eventuali acquirenti, e infine il terzino portoghese Nelson Semedo, che si gioca il posto con Sergi Roberto e piace a tutti al Barça. Pur avendo disputato una stagione decisamente solida, Semedo potrebbe comunque partire di fronte a un'offerta tra i 30 e i 40 milioni di euro: al momento la priorità per la dirigenza è quella di completare gli acquisti già programmati, obiettivi per cui il club è disposto anche a sacrifici importanti.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.