Il Napoli stringe per Almendra, pronti 20 milioni per il Boca Juniors

Il club di De Laurentiis è in pole per assicurarsi il centrocampista classe 2000: la conferma arriva direttamente dal presidente degli Xeneizes Daniel Angelici: "Ci siamo incontrati, aspettiamo la fine dei Mondiali Under 20."

1 condivisione 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Il primo colpo di calciomercato del Napoli che verrà potrebbe essere già definito e avere le fattezze di un ragazzo di appena 19 anni che per movenze e qualità tecniche è già stato paragonato in patria a nomi importanti come quelli di Juan Roman Riquelme e Marcelo Gallardo: stiamo parlando di Agustín Almendra, centrocampista classe 2000 del Boca Juniors che già da tempo è nel radar di numerosi club europei e che dalla prossima stagione potrebbe essere uno dei prospetti più interessanti di tutta la Serie A.

Il Napoli sarebbe decisamente avanti nella corsa per aggiudicarsi uno dei più forti talenti sudamericani in circolazione, avendo bruciato la concorrenza con un'offerta che pare possa aggirarsi intorno ai 20 milioni di euro. La conferma arriva direttamente dal presidente degli Xeneizes Daniel Angelici, che intervistato da Radio La Red, uno dei più importanti emittenti radiofonici di Buenos Aires, ha ammesso di avere incontrato i dirigenti partenopei e di aver registrato un interesse concreto, che potrebbe tramutarsi in un'offerta che sarà valutata con attenzione in vista del prossimo calciomercato. Non prima però della conclusione dei Mondiali Under 20, che andranno in scena in Polonia dal prossimo 23 giugno e in cui Almendra è uno dei protagonisti più attesi.

Recentemente sono stato in Europa e ho incontrato i dirigenti del Napoli per parlare di Almendra. Sono seriamente interessati, e anche se in questo momento non intendiamo ascoltare offerte se ne dovesse arrivare una da loro dopo la conclusione dei Mondiali Under 20 la prenderemo sicuramente in considerazione.

Agustin Almendra in azione con il Boca Juniors
23 presenze complessive tra massima serie argentina e Coppa Libertadores, Almendra ha segnato il suo unico gol contro l'Union Santa Fe lo scorso 2 marzo con un colpo di testa a un minuto dal suo ingresso in campo al posto dell'ex Lazio e Fiorentina Mauro Zarate.

Calciomercato: Napoli, Almendra primo colpo di una mini-rivoluzione

Le parole di Angelici sono una conferma: tra gli obiettivi del prossimo calciomercato del Napoli Agustín Almendra ha senz'altro un posto di rilievo, un giovanissimo di grande qualità che nel centrocampo azzurro potrebbe rappresentare inizialmente una valida alternativa ai titolari per poi prendersi una maglia da titolare completando in Europa un percorso di crescita cominciato appena un anno fa con l'esordio in Primera División avvenuto contro l'Independiente e datato 16 aprile 2018. Poco più di una ventina di presenze tra massima serie argentina e Coppa Libertadores che sono bastate a far scattare paragoni illustri e a scatenare l'interesse di numerosi club al di là dell'Oceano.

Regista di centrocampo che all'occorrenza può agire anche come interno destro o trequartista, piedi buoni e carattere grintoso, a molti addetti ai lavori argentini Almendra ricordava agli esordi il grande Juan Roman Riquelme. In realtà il progressivo arretramento in campo potrebbe attualmente spingere ad accostamenti con registi più classici, come Gallardo o Veron, anche se la sensazione è che il talento del Boca Juniors possa diventare un calciatore a suo modo unico, capace di abbinare quantità e qualità in entrambe le fasi di gioco.

In prospettiva, dunque, si tratta di un giocatore ideale per il modulo di Carlo Ancelotti: il prossimo calciomercato del Napoli vedrà numerosi cambiamenti nella rosa messa a disposizione del tecnico emiliano, che dopo aver ereditato in toto la squadra di Maurizio Sarri all'inizio della scorsa stagione nella prossima comincerà a plasmare quella del futuro insieme al ds Giuntoli e al presidente De Laurentiis, pronto ad assecondare l'allenatore a patto che arrivino giovani talenti da valorizzare al meglio in azzurro. Almendra corrisponde sicuramente al profilo, ma non dovrebbe essere che il primo colpo di una vera e propria mini-rivoluzione.

Fermo restando l'interesse per l'esterno destro della SPAL Manuel Lazzari, valutato dagli estensi tra i 15 e i 20 milioni di euro e capace di coprire tutta la fascia, a sinistra è noto da tempo l'interesse di Giuntoli per il francese Theo Hernandez, terzino che si è ben distinto al Betis ma di proprietà del Real Madrid: le merengues sarebbero disposte a cedere il 21enne talento soltanto in prestito, o al limite con una clausola di recompra, opzioni che il Napoli però rifiuta categoricamente. Altro obiettivo di calciomercato noto da tempo è il messicano del PSV Hirving Lozano: dopo aver cercato inutilmente di chiudere il suo acquisto, i partenopei sono finiti nelle retrovie, sorpassati da giganti come Barcellona e PSG.

Un errore che con Almendra cercheranno di non ripetere, anche se l'obiettivo del Boca Juniors sembra chiaro: prendere tempo e sperare nell'esplosione del ragazzo ai Mondiali di categoria, che dopo metà giugno potrebbe valere ben più di 20 milioni di euro. Ecco perché Giuntoli e De Laurentiis proveranno a stringere prima, per regalare a Carlo Ancelotti il primo tassello del Napoli che verrà.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.