Milan, Adani punta il dito contro Piatek: "Senza i gol resta poco"

L'opinionista di Sky Sport critica l'attuale momento del centravanti, che non segna da oltre un mese: "Sarà sempre in grado di fare gol, ma deve fornire alternative".

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Quando il Milan aveva deciso di prelevarlo sul mercato di gennaio, Krzysztof Piatek veniva principalmente considerato come una scommessa rischiosa dal punto di vista dell'impatto che avrebbe potuto avere nel nuovo ambiente. Il suo arrivo in rossonero però è stato decisamente positivo: tra febbraio e aprile, il centravanti polacco ha messo a segna lo bellezza di 8 gol, infrangendo quota 20 al suo primo anno giocato in Serie A. Tra le perle spicca la doppietta di Bergamo, in quella che viene considerata probabilmente la miglior partita dell'anno di un Milan oggi risucchiato in piena bagarre quarto posto.

Da un mese a questa parte però il centravanti si è inceppato. Il fatto che questo stop sia coinciso con il pessimo momento di forma della squadra potrebbe però non essere un caso. L'ex genoano aveva già mostrato come potesse essere letale negli ultimi sedici metri, ma già durante la sua prima parte di stagione si era visto come, per rendere al massimo, questo ragazzo vada continuamente rifornito dalle parti della porta avversaria. La sua abilità nel gioco aereo richiede un particolare lavoro delle catene laterali, un filone di gioco che i rossoneri cercano poco e male, schierando due esterni a piede invertito che spesso sono chiamati a rientrare sul piede forte per cercare l'assist.

Tutto ciò ha portato Piatek a rimanere innocuo per oltre un mese: l'ultimo suo gol risale al 6 aprile, quando un suo acuto aveva castigato la Juventus in uno degli ultimi match nei quali il Milan si era particolarmente fatto apprezzare. In queste ultime uscite l'attaccante ha provato a darsi da fare, senza però riuscire a partecipare alla manovra di squadra come vorrebbe Gennaro Gattuso. Che, dopo la vittoria di Firenze,ha provato a scuoterlo dicendo non solo che il suo lavoro è molto apprezzato, ma anche che lo ha visto in netta ripresa e sa di poter contare su di lui per le partite contro Frosinone e Spal.

Piatek, attaccante del Milan
Daniele Adani ha parlato del momento che sta passando Krzysztof Piatek: secondo l'analista di Sky Sport, il polacco è un ottimo finalizzatore che però dovrebbe imparare a giocare di più per la squadra

Milan, Adani analizza il momento di Piatek: "Deve imparare a giocare a calcio"

Sulla questione Piatek si è soffermato Daniele Adani, giornalista e analista di Sky Sport. Secondo l'ex difensore dell'Inter, l'origine dei problemi che stanno coinvolgendo il polacco del Milan sarebbe proprio da attribuire a una questione puramente tattica. Adani sostiene che un attaccante capace solo di segnare non è utile, soprattutto nel calcio moderno:

Io mi auguro che abbia ancora molto da metterci di suo, perché senza gol che cosa rimane? Un po' pochino. Il Milan ci ha investito tanto, ma quando manca la fase realizzativa la squadra deve poter contare su altre variabili di gioco che al momento lui non garantisce.

Il lavoro al centro di tutto. Poi, se i gol arrivano, è anche meglio. Nell'immaginario di molti professionisti, oggi l'attaccante deve essere un giocatore di movimento a tutto tondo, capace di mettere la completa totalità delle proprie caratteristiche al servizio dei compagni. Adani si sofferma anche su un dato molto particolare, restituitoci dalla scorsa stagione di Serie A:

Le squadre con i capocannonieri dell’anno scorso, ovvero Inter e Lazio con Icardi e Immobile, sono arrivate quarta e quinta. Una squadra cresce anche con il lavoro dell’attaccante al di là del gol.

Un concetto ben delineato ed esposto, che ha trovato parecchi consensi nel resto dello studio. Ma quali sono quindi le prospettive reali di Piatek?

Anche in periodo di crisi, il polacco non perderà mai la capacità di trovare la via del gol. La capacità di giocare a calcio penso invece che debba ancora scoprirla.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.