Borussia Dortmund, miracolo Scuderi: torna in campo dopo tre anni

Nel 2016, durante la partita di Youth League contro il Legia Varsavia, si ruppe crociato, menisco e legamenti. Rischiava perfino l'amputazione, sono serviti nove interventi.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

L'incubo è finito, il tunnel è alle spalle. Il 14 settembre del 2016, durante la partita di Youth League fra il suo Borussia Dortmund e il Legia Varsavia, all'allora 18enne si girò il ginocchio. Fu un infortunio terribile, il più brutto mai visto, secondo il medico del club giallonero. Dario, infatti, si era rotto crociato, menisco e legamenti. Il ginocchio di fatto non esisteva più. E c'era di peggio.

La gamba era messa talmente male che il sangue non circolava bene e che si temeva perfino ci fosse bisogno di un'amputazione. Lui è sempre rimasto fiducioso, è sempre rimasto convinto di poter recuperare. Anche nel momento più drammatico. Questo anche grazie al Borussia Dortmund, che gli ha dato tempo per recuperare, pagandogli anche gli studi in Management dello Sport.

Dario infatti, nato a Paternò il 26 marzo del 1998 e andato al Borussia Dortmund a 12 anni, è sempre stato considerato un talento dal futuro assicurato. Non un caso fosse riuscito a giocare diverse partite con la Nazionale U19 italiana. Il club tedesco aveva in mente di blindarlo con un contratto da professionista. Con l'infortunio però si è rallentato tutto il suo processo di crescita.

Dario Scuderi, talento del Borussia Dortmund, in azione con l'Italia U19
Dario Scuderi, talento del Borussia Dortmund, in azione con l'Italia U19

Borussia Dortmund, miracolo Scuderi: torna fra i convocati a tre anni dall'infortunio

Ad aprile del 2018 Dario ha pubblicato su Instagram un video nel quale, a quasi due anni dall'infortunio, lo si vedeva correre. Non ha mai voluto abbandonare il suo sogno, non ha mai voluto arrendersi alla sfortuna, continuando a lavorare per il recupero anche se, per sicurezza, dedicava molto tempo pure allo studio. Quello il primo passo verso il recupero definitivo.

A esattamente 967 giorni dalla partita con il Legia Varsavia Scuderi è stato inserito per la prima volta in una distinta ufficiale. Mercoledì scorso, in occasione della partita del Borussia Dortmund U23 contro il Wuppertaler SV l'italiano è stato convocato. Una chiamata importante, visto che si trattava comunque di una partita di campionato (seppur di quarta serie). Non ha giocato, ma ormai è ufficialmente a disposizione e può ricominciare la propria rincorsa al calcio professionistico. Già entro la fine di questa stagione Scuderi potrebbe ritrovarsi in campo. Giocherà al massimo qualche minuto, ma sarà significativo. Perché dopo l'infortunio di quel maledetto 14 settembre 2016 la sua carriera era a rischio. C'era perfino il pericolo che gli si dovesse amputare la gamba. Ora l'incubo è finito, il tunnel è alle spalle. Ora si può tornare a sognare. Si può tornare a giocare.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.