Formula 1, Mercedes vola a Barcellona. Leclerc: "Niente panico"

Le parole dei piloti Mercedes e Ferrari dopo le prove libere di Barcellona.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Prova di forza della Mercedes nella prima giornata di prove libere di Formula 1 in Spagna. Valtteri Bottas e Lewis Hamilton davanti a tutti. Entrambi velocissimi sia sul giro secco che sul passo gara. I presupposti per una nuova doppietta, la quinta consecutiva in questo campionato, sembrano esserci.

Ovviamente Ferrari vuole fare di tutto per spezzare il dominio delle Frecce d'Argento, però il venerdì di Barcellona dice che c'è da recuperare per giocarsela tra qualifiche e gara. È soprattutto il terzo e ultimo settore il problema della SF90. Lì Charles Leclerc e Sebastian Vettel perdono qualche decimo rispetto ai rivali. Ci sono dei punti che rappresentano il tallone d'Achille della monoposto italiana.

La scuderia di Maranello cercherà di trovare una soluzione per limare i decimi che mancano rispetto alla Mercedes. Non sarà facile, ma il team non intende rendere facile la vita agli avversari anche in Spagna. Troppe batoste in questo inizio di stagione di Formula 1, c'è necessità di reagire e di tornare finalmente a vincere.

Valtteri Bottas sulla Mercedes nel GP Spagna 2019 di Formula 1
Valtteri Bottas il più veloce di tutti nelle prove libere di Formula 1 a Barcellona.

Formula 1, GP Spagna 2019: Bottas e Hamilton dopo le prove libere

Bottas continua a confermarsi su altissimi livelli, non vuole lasciare neanche le prove libere al compagno. Ha fatto il miglior tempo sia in FP1 che in FP2. Il finlandese vuole dimostrare di essere un pilota da titolo e di meritare la conferma in Mercedes, dato che il suo contratto scade a fine anno. Dopo le prove libere di Barcellona non può che essere soddisfatto, seppur consapevole che a contare di più sono le qualifiche e soprattutto la gara.

È sempre un giorno interessante quando porti aggiornamenti alla vettura - spiega Valtteri - e valuti se le prestazioni sono quelle che dovrebbero essere. Oggi la monoposto si è comportata molto bene, completamente differente da come era nei test invernali. Le performance in curva siano migliorate. Anche il bilanciamento intorno al giro è migliore, ciò vuol dire che abbiamo preso la direzione giusta dopo i test di febbraio. Oggi è andata bene, ma è solo venerdì e la Ferrari è molto vicina. Pare che abbiamo compiuto un buon passo avanti, però attendiamo di vedere cosa riserva il domani.

Hamilton ancora battuto dal compagno, seppur per soli 49 millesimi. Ovviamente il venerdì conta fino a un certo punto, però il campione in carica della Formula 1 non è mai felice di non essere il primo. Inoltre in Spagna sta avendo conferma che il compagno è al suo livello.

Venerdì ventoso - commenta Lewis - e dunque po' complicato a livello di aderenza, ma abbiamo seguito il nostro programma e possediamo molti dati da analizzare per poi perfezionare la monoposto. Tutti hanno lavorato duramente per portare a Barcellona nuovi aggiornamenti. Sembra che stiano funzionando. Abbiamo del lavoro da fare con il bilanciamento, ma complessivamente sono state prove libere positive per noi.

Sebastian Vettel nel box Ferrari Formula 1 in Spagna
Sebastian Vettel non pienamente contento della sua Ferrari a Barcellona.

F1, le sensazioni di Leclerc e Vettel a Barcellona

In casa Ferrari è stato Leclerc a registrare il miglior tempo. Il pilota monegasco ha chiuso in terza posizione la FP2 con 3 decimi di distanza da Bottas. Ha fatto alcuni giri interessanti a livello di passo gara, però non sembra esserci la continuità che hanno invece in Mercedes. Resta da capire se stavolta la scuderia di Maranello si sia un po' nascosta, lo capiremo meglio tra sabato e domenica.

Sono un po' meno contento con il bilanciamento - racconta Charles - rispetto a quello che avevamo trovato nei test. Comunque ci sta quando hai diverse novità sulla macchina. Può servire del tempo ed è normale. Niente panico, anche se dobbiamo lavorare e non è facile, ma ci proveremo. Per quanto riguarda il passo abbiamo dovuto un po' gestire, come tutti. A mio avviso non siamo messi male. Del nuovo motore possiamo ritenerci contenti, stiamo mettendo insieme tutto ciò che possiamo in questa auto.

Vettel ha concluso col quarto crono assoluto le prove libere di Barcellona, a 88 millesimi dal suo compagno. Come Leclerc sperava di essere più vicino alle Mercedes, però non intende mollare e lavorerà duramente con la squadra per fare progressi sabato.

Il motore ci soddisfa - spiega Seb -, comunque è venerdì ed è sempre difficile valutare i valori in pista. Ogni team ha il proprio programma. Non mi ritengo insoddisfatto, anche se è vero che non siamo i più veloci. Non è la prima volta che perdiamo nelle curve lente e non sappiamo bene perché ancora. Stiamo analizzando tutto per capire. Non sono a mio agio quanto vorrei sulla vettura. Dobbiamo diventare più veloci sabato, non lo siamo quanto speravamo. Serve lavorare e migliorare.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.