Cristiano Ronaldo vuole il Pallone d'Oro: all-in sulla Nations League

Il Portogallo può vincere il trofeo nel rush finale contro Inghilterra, Svizzera e Olanda: a CR7 serve un altro trionfo con la Nazionale per arrivare al sesto Pallone d'Oro.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Serie A e Supercoppa Italiana non bastano, soprattutto a fronte delle eliminazioni in Coppa Italia e Champions League. Cristiano Ronaldo lo sa, ma non molla l'idea di conquistare il primo Pallone d'Oro con la maglia della Juventus. Se riuscirà nell'impresa, però, gran parte del merito andrà al Portogallo e all'occasione che arriva tra un mese: la Nations League è la via per raggiungere il sesto Ballon d'Or della sua carriera.

Gli obiettivi da centrare con i bianconeri avevano distolto l'attenzione di CR7 dalla Nazionale. Lo stesso ct Santos, che l'aveva lasciato fuori dalle convocazioni precedenti, è pronto a reintegrarlo. Il tecnico portoghese è chiaro sulla posizione che l'ex Real Madrid avrà nella Final Four del torneo continentale, fugando ogni dubbio sulle assenze delle scorse partite:

Sarà certamente nella rosa del Portogallo per la fase conclusiva della Nations League. La sua assenza nelle fasi precedenti è stata già spiegata nei momenti opportuni, sono state scelte legittime e comprensibili.

Con il campionato ormai concluso, il focus di Cristiano Ronaldo si sposterà interamente sul Portogallo e sulla Nations League. L'incentivo per la conquista del Pallone d'Oro arriva anche dai risultati in Champions League, con Messi eliminato in semifinale ed un discorso ancora apertissimo su chi potrà diventare il miglior calciatore dell'anno solare.

Niente Champions League? Per arrivare al Pallone d'Oro, Cristiano Ronaldo vuole passare dalla Nations League
Niente Champions League? Per arrivare al Pallone d'Oro, Cristiano Ronaldo vuole passare dalla Nations League

Cristiano Ronaldo vuole Nations League e Pallone d'Oro

Una vittoria in Champions League potrebbe non bastare per mettere le mani sul Pallone d'Oro. In caso di trionfo del Liverpool, il primo indiziato potrebbe essere Mohamed Salah, che però non ha inciso nella semifinale d'andata e non ha disputato il ritorno contro il Barcellona.

Se vincesse il Tottenham, i riflettori potrebbero spostarsi su Harry Kane, in caso di rientro dall'infortunio e presenza in finale. Nessuno dei due si sta rivelando decisivo nelle fasi più delicate del torneo, ma entrambi potrebbero puntare sulle Nazionali. Esattamente come Messi e CR7.

Il centravanti e capitano degli Spurs sarà tra gli avversari più scomodi del Portogallo nella Final Four di Nations League, mentre l'egiziano si appresta a disputare la Coppa d'Africa con l'Egitto. La Pulce, invece, è atteso dall'Argentina per tentare l'ennesimo assalto ad una Copa America che manca dal 1993.

Messi
Kane e Salah hanno Champions e Nazionale, Messi può fare affidamento solo sulla Copa America

Esempi vincenti e non: da Modric a Iniesta

Come l'anno scorso, il percorso con le Nazionali potrebbe incidere più di quello con i club. Luka Modric ha vinto il Pallone d'Oro 2018 non solo grazie alla Champions League vinta con il Real Madrid, ma anche e soprattutto per quanto fatto vedere con la Croazia ai Mondiali. Miglior giocatore della Coppa del Mondo, pur avendo perso la finale contro la Francia, il regista delle merengues ha conquistato il premio individuale grazie alla cavalcata in Russia.

Cristiano Ronaldo vuole seguire le orme del suo ex compagno di squadra, pur non avendo messo la Champions League in bacheca. All-in sul Portogallo e sulla Nations League, in una stagione che non farà brillare una stella più delle altre.

Vincere un trofeo con la Nazionale, però, non è garanzia di trionfo a fine anno. Xavi e Iniesta hanno vinto i Mondiali nel 2010 e gli Europei nel 2012, Neuer ha sollevato la Coppa del Mondo nel 2014: nessuno di questi è riuscito a scalzare Messi e Cristiano Ronaldo dal trono.

Allo stesso modo, la Champions League non porta automaticamente al Pallone d'Oro: l'hanno dimostrato Sneijder e Milito nel 2010, così come Ribery nel 2013. CR7 spera in un bottino sufficiente per staccare Messi e portarsi a 6 titoli individuali.

Modric
Cristiano Ronaldo riuscirà a diventare il successore di Luka Modric?

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.